Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/06/2022 in all areas

  1. 2 points
    così giusto perché ogni tanto si argomentava
  2. 2 points
    Appunto, perché quello che non ti dice è che gli IR di York poi lui li butta dentro all’API e a chissà cos’altro.
  3. 1 point
    Stravolgere no, però gli danno di sicuro una bella verniciatura a lucido. Nomi di preamp? Alla fine quelli storici si sanno: Neve, API, UA, Chandler, Avalon, SSL, Trident e compagnia bella. Quelli attuali sono bella maggior parte dei casi cloni più o meno riusciti di questi. Senza andare a spendere miliardi, già un PRE73 della serie Premier di Golden Age (sui 500 euro nuovo) ti cambia sostanzialmente in meglio qualunque accrocchio digitale, software o hardware che sia. Se poi uno VUOLE spendere miliardi ha l’imbarazzo della scelta ma boh, se l’uso è solo passarci gli IR mi sembra uno spreco.
  4. 1 point
  5. 1 point
    Non mancano le coppie su RC: Marchito e Gonsaga si uniscono nei festeggiamenti. Ed è subito propulsione a vapore da locomotiva dell'amore
  6. 1 point
    Ma già lo fanno…ma non funziona, non c’è un cazzo da fare. Il “calore” di un buon pre al limite della saturazione è irriproducibile.
  7. 1 point
    Io stesso ho acquistato gli IR YA delle Friedman, suggeriti da PT, che nei suoi video suonano da favola ma a me suonano in tutt'altro modo.
  8. 1 point
    Gioggetto prova a sondare il terreno per vedere se mi califfa lo Way Huge Geisha Drive
  9. 1 point
    Ciao, seguendo il consiglio che pare non potessi rifiutare, di PinkFlesh, mi presento: strimpello la chitarra per hobby, come farebbero un avvocato o un dentista annoiati dopo i 40 e mi diverto a sbudellare gli ampli e a modificarli per puro diletto personale. Il 90% delle volte suonano peggio di prima, ovviamente. Ho deciso di scriver ogni tanto per parlar solo di ampli e di qualche esperimento che ho fatto e faccio da un po' di anni ormai o per risponder a qualche dubbio (a cui darò la risposta errata credo). Lo faccio già sporadicamente su alcune pagine anglofone ma mi piacerebbe farlo in madrelingua ogni tanto anche se lo faccio con alcuni gia' da tempo. Vivo nella soleggiata Cambridge dove mi ubriaco in un pub caro a Syd nei fine settimana, sono da tempo affetto da misantropia e non sopporto i chitarristi. Fine. P.S. mi chiamo Valerio
  10. 1 point
    Appunto. È la situazione in cui si trovano il 99% dei chitarristi, molti dei quali poi sono lì a chiedersi come mai il PT di turno o anche un più nostrano Massimo Varini abbiano un suono che loro a casa si sognano. Ok, molto lo fa la bravura (sia nel suonare che nel “fare” i suoni) ma non è solo quello, è bene farlo presente.
  11. 1 point
    Che poi tutti sti youtuber non dicono o non sottolineano abbastanza una cosa fondamentale: i loro suoni, anche e soprattutto quando usano gli IR, passano poi sempre per apparecchiature da studio. Fate una prova se potete: pigliate il suono della loadbox o della pedaliera digitale e passatelo per un buon preamp da studio. Stessa cosa coi plugin: invece di usare la d.i. della scheda entrate nella d.i. di un buon pre. In entrambi i casi tutta un’altra vita.
  12. 1 point
    Anche il Timeline ha questa cosa del led, mi pare di ricordare che il potenziometro torna verde quando torni sulla quantità settata nel preset salvato.
  13. 1 point
    Io a livello di suoni al momento continuo a trovare l’Echosystem superiore a qualunque altro delay multifunzione presente sul mercato. Ha una sola grossa, enorme pecca secondo me: la mancanza di uno schermo. Uno schermo avrebbe permesso una navigazione più semplice, avrebbe permesso l’impostazione in millisecondi o bpm se necessario, avrebbe permesso di nominare i preset…insomma, si riduce tutto a quello, la mancanza di uno schermo. Ma come suoni io ancora adesso non sto sentendo di meglio, manco in pedali recentissimi.
  14. 1 point
    Ed ecco un'istantanea di Guido mentre scriveva questo post.
×