Jump to content

Daniele.

Members
  • Content count

    547
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Daniele.

  1. Daniele.

    Moruga

    Chris,come sarebbe "sto facendo i mix con le cuffie" ? A me hanno insegnato che il mix si fa in cassa,non in cuffia. Piuttosto che sia scarsa,ma in cassa. La mia situazione non è sicuramente meno casalinga della tua,ma "almeno" due Empire R1000 o similari ci vogliono,(secondo me) Che poi il risultato che ascolto io non è sgradevole,ma mi pare manchi tanta post-produzione.Mi pare un mix di tracce "sbiotte"...basso,piatto,senza "corpo". Raccontaci che hai fatto esattamente....facci capire il contesto,please.
  2. La S6 a quel prezzo sarebbe stato un business. Anche la AC-1 direi che lo è stato,tanto più se parliamo di Yamaha,brand che al giorno d'oggi mi pare - come prezzi sul nuovo,intendo - un tantino sopravvalutato.
  3. Sigma.Rapporto Q/P considerevole. Cort. Canadesi di fascia "bassa" Art&Lutherie,Norman,Seagull.Simon&Patrick. Su A&L a quella cifra non dovrebbero esserci problemi ma a volte capitano anche anche esemplari dei brand più "nobili" . Poi possono esserci tante altre chitarre che fanno allo scopo: ideale è fissare qualche priorità,secondo me.* - Almeno il top in massello è irrinunciabile,anche se a volte ci sono strumenti in laminato che suonano comunque bene (Lag 66,per esempio).Trovare uno strumento all solid su questo budget...nulla è impossibile,ma la vedo assai complicata. - Meglio - per me - non elettrificata,(se non è un must irrinunciabile.) *Ovviamente Recording King,dimenticavo... se si riesce a salire a 300,Thomann ha le RD-10 nuove e dichiarate all solid... http://www.thomann.de/it/recording_king_rd_10.htm?sid=26dfe1e7e820977caceabb199315259f
  4. Daniele.

    Jeff beck custom shop stratocaster

    Eccazzo,però potevano dirlo almeno...
  5. ...a me si. Qualche anno fa ho avuto una Camarillo e la ricordo come una delle chitarre più eleganti che mi siano passate per le mani. Magari è un pò "pacchiana" ma ultimamente guardo con particolare piacere questa:
  6. Daniele.

    A qualcuno piace Framus?

    In realtà anche io.
  7. Daniele.

    Jeff beck custom shop stratocaster

    "Io l'ho pensata e tu l'hai detta." (autocit.)
  8. Daniele.

    Jeff beck custom shop stratocaster

    Savior ? Mah...ogni volta che guardo le foto dei suoi lavori mi assale uno strano senso di "deja vu"...a me ricorda qualcuno di cui si parlò parecchio alcuni anni or sono (forse è solo una impressione per carità) Se fosse stato ancora in attività Carlo avrei suggerito Notari senza dubbio...Ma perchè l'ho visto lavorare con i miei occhi. Michele prometteva bene,ma sono passati decenni,e non posso mettere la mano sul fuoco. Tornando a Savior,a qualcuno ricorda qualcosa questa? O è solo una mia suggestione? http://www.mercatinomusicale.com/mm/artigiani/a_chitarra-elettrica-di-liuteria-tipo-les-paul-custom-pronta-consegna_id2293651.html Mi sono fatto una ricerca...le discussioni ci sono ancora,ma non le foto.Quindi resterà una domanda senza risposta.
  9. Daniele.

    Consigli per gli acquisti - Home recording & Ableton

    Che sappia io tantissime schede audio hanno in dotazione una licenza per una DAW,magari in versione dedicata (Lite o similari).Io ho avuto Zoom,Yamaha,Steinberg e avevano Cubase LE (o AI),Roland che aveva in dotazione Sonar. M-Audio/Avid e forse Focusrite hanno Ableton,ma non sono sicuro,potrei sbagliarmi.
  10. Daniele.

    Consigli per gli acquisti - Home recording & Ableton

    Mode noob MAC [ON] Quindi con il Mac Air bisogna orientarsi per forza su una scheda usb o thunderbolt ? Mode noob MAC [OFF]
  11. Daniele.

    Consigli per gli acquisti - Home recording & Ableton

    Beh,se sei in una situazione in cui puoi scegliere tra sviluppare il discorso su PC o su MAC,gia stai in una "botte de fero". Quindi scegli su che piattaforma sviluppare la cosa : io che ho trafficato pc fino a ieri dico sicuramente MAC : Dopodiche poi sentiamo chi il MAC già ce l'ha e lo usa.
  12. Daniele.

    Jeff beck custom shop stratocaster

    L'ho fatto un milione di volte.E mi incazzavo se quando la riportavo e dicevo "Ho cambiato le corde" non mi ringraziavano... Mi ringraziavano meno quando aggiungevo "sotto la mascherina dovrebbe esserci A,B e C : invece c'e' X,Y,e Z" Chissa perchè poi...
  13. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    Beh,tutti i ragionamenti sono concatenati,secondo me. Mi autocito Se ti trovi bene con il manico della A&L potresti provare una Simon&Patrick,più che una Seagull...io avuto entrambe,e più di una,e la differenza è sensibile,per me almeno che ho corti salcicciotti al posto delle dita. La differenza è generalmente rilevante,ma come scrivevo sopra non è un dogma assoluto. E ci vuole un po' di pazienza,se lo strumento è nuovo per apprezzarla:il massello si "slega" suonando e il suono cambia ...e se non cambia (o non cambia come vogliamo noi) rimane la filosofia di Lavoisier: "Nulla si crea,nulla si distrugge e tutto si rivende"
  14. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    Se il budget lo permette - magari con un occhio di riguardo a qualche buon usato - è certamente la soluzione più qualitativa.
  15. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    All solid woods,ovvero strumento costruito solo con legni masselli: top,back&sides.
  16. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    Fondamentalmente direi la selezione dei legni. Su A&L troviamo fasce e fondo in wild Cherry su tutti i modelli della gamma.i top sono comunque quasi tutti in massello (tranne un paio di modelli) in cedro e in abete.Mi pare di capire quindi che per A&L non ci sono configurazioni all solid.Sugli altri brand invece salendo si trovano configurazioni con back & sides in acero,mogano (pochino) e palissandro,anche all solid sui modelli di punta.Le verniciature sono uguali per tutti i brand,direi : il semi-gloss (satinato) e il HG (high gloss,lucido).su A&L viene montato solo il pre Quantum come elettrificazione,sulle Norman troviamo Fishman (Isys+ e anche Presys) e su Simon&Patrick i B-Band. Tra A&L,Norman,e Simon&Patrick è abbastanza agevole fare una comparazione tra i modelli,perchè i siti riportano delle tabelle comode da consultare: http://www.artandlutherieguitars.com/specs.htm http://www.normanguitars.com/specs.html http://www.simonandpatrick.com/specs.htm Seagull,che è il top brand,fa un attimo di più casa per conto suo.La caratteristica peculiare di Seagull comunque è tradizionalmente la tastiera più larga: molti modelli infatti hanno il nut width da 1.80" contro il convenzionale 1.72" (cito a memoria,magari sto scrivendo fregnacce...questa cosa va verificata).E per fare un confronto tocca navigare il sito modello per modello...
  17. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    Top,back & sides all solid. Tutto la chitarra costruita utilizzando legni masselli e non laminato (che non è mica compensato...trattasi di sottili fogli di legno incollati uno sull'altro fino a raggiungere lo spessore desiderato - 2-3 lamine,in genere,mi pare - ). Generalmente il laminato è "pronto",ovvero "suona subito",entro le sue possibilità già a strumento nuovo.Il massello invece tende a "maturare" con l'uso e il suono migliora nel tempo.(così recitano i testi sacri: nella pratica io ho sentito acustiche tutte in laminato suonare da paura,e altre tutte in massello e NON nuove buone per il camino...tutto è relativo....) Scusa T0mmy,prima ho scritto e poi ho letto quello che c'era sotto. @ marco.desan : Non ho mai avuto chitarre completamente in mogano:ne ho sentito suonare qualcuna e ciò mi ha confermato quanto già sentito dire spesso.Tutto mogano è di frequente la configurazione preferita da chi suona blues acustico,con o senza slide.Per quanto riguarda le canadesi tieni presente che A&L è un po l'entry level della famiglia: poi abbiamo Norman,Simon&Patrick e Seagull (anche se non ci sono grandi differenze di brand:il confronto si fa piuttosto sul singolo modello). Piuttosto,se può servire...scopro ora che il notissimo negozio milanese che non nomino ha in questi giorni delle Blueridge e le ha messe in saldo tutte. Segnalo,non so se può essere di qualche utilità....
  18. Daniele.

    Dreadnought vs Jumbo

    Tutta roba buona,secondo me. Recording King,il problema (già più volte evidenziato anche su queste pagine) è un pò la reperibilità.Idem,ma mi pare in misura minore,per Blueridge:dopo un periodo felice alcuni anni or sono,quando il marchio approdò nei negozi italiani,poi sono apparse e scomparse un po qui,un po la,a periodi si,a periodi no... Sigma invece,non ci sono problemi a trovarne e a provarne,perlomeno. Io ho portato a casa di recente una DR-28 Sigma,NON elettrificata,NON all solid,ma che suona in modo spropositato e credo che nuova viaggi intorno ai 400-450. La dread per definizione è il coltellino svizzero della situazione: buona per lo strumming,buona per il picking,scomoda solo per un uso solistico (se non cutaway...ma io sono scomodo anche con quelle,se devo mettere insieme tre note di assolo... ) All solid,se possibile sarebbe ancora meglio: RK faceva cose tutte in massello a dei prezzoni,ricordo,se si riesce a trovarne.Sigma è già più cara mi pare (la serie SDR credo parta dagli 800 in su,all'incirca...ci vorrebbe un buon usato). Non ho esperienze di Blueridge e nemmeno di modelli Jumbo...quelli,con la panza che mi ritrovo mi sono ostici. Alternative papabili.Io avessi il tuo problema magari proverei qualche Cort,qualche Parkwood usata (ex Cort ,quasi tutte in massello) e poi - ma è una mia fissa personale - qualcosa di canadese,famiglia Godin: ma vanno provate perchè i modelli con back e side in wild cherry tendono a essere brillanti come suono,belle per il picking,molto meno per lo strumming, imho. Per quello che riguarda gli small size body,ho una passione smisurata per la Sigma OMRC-28E. Provata varie volte,è nella mia personalissima picking list da tempo.Farebbe coppia perfetta con la DR.
  19. Daniele.

    JMP-1 vs ADA MP1

    Avuti entrambi nel secolo scorso.Personalmente preferivo il JMP-1,ma è una questione di gusti. JMP-1,Digitech Studio 400,ADA Microtube 100 o Brunetti Rockit,Marshall 1922 o 1936. Ero un ragazzo felice. Non suonavo un cazzo e smanettavo tutto il giorno con il Digitech,ma andava bene così.
  20. Daniele.

    consiglio acustica

    Per esperienza personale non mi sento di consigliare Taylor di fascia bassa (e nemmeno Martin della stessa fascia,per lo stesso motivo) secondo me non sono all'altezza del nome che portano,come materiali e costruzione.Per me Taylor comincia ad avere un senso dalla serie 300 in su. Maton ne ho avuta una: il manico è uno dei più comodi che ricordo,ma suonava fantastica da elettrificata quanto brutta da spenta.Bisogna veder quali sono le tue esigenze.Le Canadesi mi piacciono molto,ma non so esprimermi sulla comodità dei manici:se non ti fai problemi di provenienza,ti dieri di provare qualche Sigma,io ho una DR-28 ed è veramente bella.Non so cosa devi permutare ma forse potresti puntare a provare qualcuna della serie più bella,quelle con la "S" davanti alla sigla del modello,che sono tutte in massello. (Se ne vedono poche in giro,però). Rettifico: i modelli all solid sono tutti non cutaway,mi pare.Allora direi una OMRC-28E http://www.sigma-guitars.com/index.php?id=233
  21. Daniele.

    Loknob

    La scoperta dell'acqua calda,ma per me chi ha avuto l'idea è da santificare subito.
  22. Daniele.

    Loknob

    Ah,ecco! Che sia il più antico non discuto,ma che sia il più utilizzato OGGI....ho qualche dubbio. E quando serve un settaggio diverso? Pedali doppi? Altro che pedaliera,serve la corazzata Potiomkin per portarsi dietro tutto!
  23. Daniele.

    Loknob

    Scusa,ma io non sto perculando nessuno,e la mia domanda è serissima.Ho scritto nel post di presentazione che sono qui per imparare e non riesco assolutamente ad inquadrare cosa sia l'immagine che hai postato,in rapporto ad eventuali sistemi di bloccaggio e "memoria" dei settaggi di pedali e altro. Cosa ho scritto di sbagliato,scusa?
  24. Daniele.

    Loknob

    Scusa Greg,ma non capisco cosa sia. Mi spieghi,per cortesia? O mi dai un link per andare a vedere di cosa si tratta,grazie?
×