sevenrhye

Progettino interessante: ampli valvolare da fonovaligia anni '60/'70

31 risposte in questa discussione

Bravo Andrea, mi piace molto come sta venendo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In alto andrà il jack di ingresso

sul lato i tre controlli: volume (comprensivo di interruttore d'accensione), bass, treble

sul reto attacco alimentazione e griglia (cannibalizzata dallo stesso giradischi fonovaligia)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono felice di annunciare l'ultimazione dei lavori. Rimando a domani le foto. Però fin d'ora posso dire che il risultato estetico mi aggrada e ancora di più sono soddisfatto della resa sonora.

Ho trovato una timbrica che mi piace tantissimo, a volumi bassi, anche se un po' "intubato" a causa del cono che oltre ad essere piccolo, è (più o meno) full range, ma forse l'insieme di tutti i fattori, dal circuito del giradischi, allo speaker, al piccolo cabinet, restituiscono quel sound che cercavo, senza molestare il quartiere.

A dire la verità, usando solo chitarra --> ampli, il volume è basso, roba da "camera da letto alle 22 di sera", ma si riesce comunque a passare dal pulitino al crunch, forse anche grazie ai pick-up in serie che restituiscono una buona saturazione già di loro.

I due controlli di tono (bass e treble) sono passivi per semplice sottrazione, dunque tendo a non usarli e a lasciarli aperti.

Il miracolo però avviene somministrando al piccoletto una dose di Cornish TB83-Extra. Non so se sia proprio merito del vecchio Pete o più probabilmente potrebbe bastare un qualsiasi TB (ma mi piace credere che sia la prima ipotesi...) fatto sta che diventa veramente tosto, dinamico (anche se meno del mio Vox Ac4TV), inca##ato, con la voce grossa. Si, il suono sembra arricchirsi di frequenze mancanti anche verso i medio/bassi, non solo degli alti. Penso sia dovuto anche ai giochi di impedenze, con il segnale rivitaminixzato una volta acceso il Cornish (dato che questo è TbP e non buffered).

 

Una cosa che mi ha sorpreso è che risulta particolarmente sensibile al cambio pick-up, le differenze di utilizzo (manico/centrale/ponte) sembrano quasi enfatizzate, mentre il passaggio da fase a controfase mi sembra generi una più evidente sottrazione di frequenze, che rendono meno piacevole il controfase dei pick-up. Magari qualche buon tecnico può avere un'idea del perché... Su due piedi mi verrebbe da dire che l'ampli è nato per i dischi e dunque non è limitato, come resa sonora, alle "frequenze chitarristiche", col risultato che alcune impostazioni dei pick-up risultano enfatizzate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora