Jump to content
giovanni70

IK multimedia acustic stage

Recommended Posts

ciao a tutti., acustici e non.

scrivo e commento poco sul forum ma vi seguo quotidianamente con molto interesse visto che mi avete insegnato una marea di cose sul mondo della chitarra elettrica e voglio appunto apportare un po di mia esperienza sulla chitarra acustica.

premetto che posseggo una Taylor 614ce con sistema es2, una 12 corde guild cinese tutta in mogano(magnetico fishman) e una yamaha ll6(sempre magnetico fishman), con queste chitarrine attaccate al fido jam 150 plus tramite una lr baggs venue DI e un bel po di armoniche diatoniche ho fatto e faccio molte serate in solitaria. Il punto è sempre la resa acustica dello strumento che viene falsata dai vari sistemi, devo dire che l'ES2 della Taylor è abbastanza rispettoso del suono puro dello strumento ma comunque non mi soddisfa affatto, sembra sempre un'altra chitarra.

complice il mio 48° compleanno, chiedo a mia moglie di regalarmi un sistemino per amplificare le mie chitarre ossia l'ACUSTIC STAGE della IK MULTIMEDIA, non credendo pero che potesse risolvere il mio cruccio visto il costo irrisorio rispetto ai vari sistemi in commercio.

trattasi di un microfonino a condensatore che si incastra nella buca della chitarra, comandato da un pre digitale con possibilita' di miscelare sia il suono del mic che di altre fonti esterne.

il pre ha dalla sua 6 preset di equalizzazione e un filtro anti feedback molto efficace.

pensavo appunto fosse un giocattolo visto che sta sotto i 100 euro ma appena l'ho acceso mi sono dovuto ricredere unsuono molto dinamico e quasi identico allo strumento cui si collega, vengono riprodotte sia le frequenze, sia gli armonici che soprattutto il sustain della chitarra. il sustain appunto è stato sempre il mio problema, tutti i sistemi che ho provato non riuscivano a darmi la sensazione di quando sto a casa sul divano e mi canto le mie canzoncine, invece con sto cazzillo mi sento molto a mio agio.

l'unica pecca, comune pertanto a molti microfoni a condensatore anche esterni, è che il corpo della chitarra si assottiglia leggermente, nulla di drammatico o irrisolvibile tramite i controlli sul mixer.

in aiuto pero' arriva appunto la possibilita' di miscelare una fonte esterna quale un magnetico o un piezo che ridonano corpo allo strumento, ne basta pochissimo di segnale dal pickup e tutto ritorna nella norma.

insomma le mie conclusioni sono più che positive anche da solo è un sistema migliore dei vari piezo o magnetici montati di serie sulle chitarre( a parte qualche sporadico caso di strumenti molto costosi), il mic si puo utilizzare a fondo scala senza incorrere in feedback fastidiosi, al limite c'è il filtro che funziona egregiamente.

tutto cio sempre secondo la mia modesta esperienza.

ciao Giovanni

 

  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stavo proprio valutando l'acquisto di un sistema per amplificare l'acustica,tra i miliardi di modelli che stavo valutando c'era anche questo,ma dalle demo non si capisce mai realmente la resa  finale.

 

Stavo considerando di prendere L.R.bags o K&K pure mini di cui se  se ne parla bene,ma soprattutto quest'ultimo, sembra seccante l'installazione.

 

Diciamo che a questo punto in base alla tua esperienza positiva prendero' in seria considerazione l' IK multimedia considerando anche il costo abbordabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vai sicuro poi se vuoi un po di corpo in più ci metti un magnetico vicino anche da 50 euro, vedrai come ti diverti

ma va bene anche cosi

se vuoi ho delle registrazioni della Taylor fatte col telefonino con varie configurazioni te le posso mandare via whatsapp

3343184635

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, giovanni70 dice:

vai sicuro poi se vuoi un po di corpo in più ci metti un magnetico vicino anche da 50 euro, vedrai come ti diverti

ma va bene anche cosi

se vuoi ho delle registrazioni della Taylor fatte col telefonino con varie configurazioni te le posso mandare via whatsapp

3343184635

Ok grazie mille!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28/5/2019 at 18:47, giovanni70 dice:

😁

Siccome sarei lì lì per comprarlo, tu lo usi ancora?

Dove hai posizionato il sistema di controllo? Perché io suono da seduto senza tracolla, e non ho ben chiaro dove potrei posizionarlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, davideblues dice:

Siccome sarei lì lì per comprarlo, tu lo usi ancora?

Dove hai posizionato il sistema di controllo? Perché io suono da seduto senza tracolla, e non ho ben chiaro dove potrei posizionarlo

Ne ho uno nel cassetto, lo usavo con la LL16

Lo agganciavo ai pantaloni

Bel suono; ma esce basso di segnale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il segnale esce un po' basso é vero ma ci ho fatto molti live senza problemi, il suo pre lo metti dove vuoi, in tasca, su uno sgabello, ovunque, il suono é il più naturale con cui abbia avuto a che fare, si sente proprio l'aria del tuo strumento con armonici e riverberi naturali della chitarra

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho capito, quindi il cavetto piccolo che parte dal microfono è almeno un paio di metri di lunghezza giusto?

Altra domanda: di solito le DI costose (vedi lr baggs venue, session, ecc...) sono descritte per rendere bene con  con il classico piezo. Usarle con un mic a condensatore ha senso?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cavetto del mic non ci arriva a 2 Mt ma é sufficientemente lungo da poterlo poggiare in uno sgabello vicino se suoni seduto. Non va d'accordo assolutamente con la mia venue Di, ti basta il suo pre, ho anche comprato un jack-Canon per entrare nel canale bilanciato del mixer per avere maggior volume ma non l'ho mai provato visto che nel frattempo é entrata in famiglia una gibson sj100 walnut provvista di lr baggs anthem e sto usando quella per i live, ma a livello di feeling con il suono il multimedia mi piace di più. Però la gibson ha un sistema più comodo, infili il Jack e vai😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, giovanni70 dice:

Il cavetto del mic non ci arriva a 2 Mt ma é sufficientemente lungo da poterlo poggiare in uno sgabello vicino se suoni seduto. Non va d'accordo assolutamente con la mia venue Di, ti basta il suo pre, ho anche comprato un jack-Canon per entrare nel canale bilanciato del mixer per avere maggior volume ma non l'ho mai provato visto che nel frattempo é entrata in famiglia una gibson sj100 walnut provvista di lr baggs anthem e sto usando quella per i live, ma a livello di feeling con il suono il multimedia mi piace di più. Però la gibson ha un sistema più comodo, infili il Jack e vai😁

Della serie ti piace vincere facile eh?! :lol:

Intanto grazie per i preziosi feedback, a buon rendere :hug:

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, davideblues dice:

ho capito, quindi il cavetto piccolo che parte dal microfono è almeno un paio di metri di lunghezza giusto?

Altra domanda: di solito le DI costose (vedi lr baggs venue, session, ecc...) sono descritte per rendere bene con  con il classico piezo. Usarle con un mic a condensatore ha senso?

 

Il cavetto e' lungo 1,50

L' IK non va daccordo con la Venus; ma se hai un ampli con 2 entrate ne usi una per l'IK e l'altra per la chitarra

La Venus e' perfetta con i pu mic

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siccome siamo due chitarre e una voce, lavoriamo sempre PA, per cui voglio arrivare al mixer con un suono già "pronto".

19 minuti fa, Giulio60 dice:

La Venus e' perfetta con i pu mic

 pu mic sta per...? 🙏

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, davideblues dice:

Siccome siamo due chitarre e una voce, lavoriamo sempre PA, per cui voglio arrivare al mixer con un suono già "pronto".

 pu mic sta per...? 🙏

mic a condensatore... e non solo, eì una macchina da guerra e se vuoi entrare nel mix col suono gia' pronto diventa quasi obbligatoria

Io l'ho dismessa ssolo grazie alla sezione pre dello Schelterer David e dei pu della Cole Clark eccellenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, chiarissimo!

Sto valutando il Pb01 della Eko come alternativa all'iRig, e sembra un prodotto davvero molto interessante - magnetico + mic a condensatore miscelabile.

Mi rendo conto che sarebbe un po' sprecato sulla mia chitarra, ma stavo riflettendo che è inutile lavorare con mille effetti o DI stratosferiche se il suono di base esce da un piezo economico. 🤔

Parlando poi di DI box sofisticate, mi ispira tantissimo la LR Baggs session :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse il pick up della eko potrebbe essere una valida alternativa per le tue esigenze, non l'ho mai provato però. Se ti fa impazzire il suono della tua chitarra nudo e crudo e vorresti riprodurre tale suono, ariosita', e feel sotto le dita allora vai di ik multimedia, se invece vuoi un suono bello e pronto senza troppi smadonnamenti vai di eko. Il multimedia é un sistema valido se "suoni per te", l'eko é per il "pubblico" che ascolta. Non so se mi sono spiegato. Ho messo le virgolette per dirti che queste sono solo le mie sensazioni. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, davideblues dice:

Ok, chiarissimo!

Sto valutando il Pb01 della Eko come alternativa all'iRig, e sembra un prodotto davvero molto interessante - magnetico + mic a condensatore miscelabile.

Mi rendo conto che sarebbe un po' sprecato sulla mia chitarra, ma stavo riflettendo che è inutile lavorare con mille effetti o DI stratosferiche se il suono di base esce da un piezo economico. 🤔

Parlando poi di DI box sofisticate, mi ispira tantissimo la LR Baggs session :rolleyes:

Il PB01 ce l'ho montato sulla EKO Ranger 6... si, se proprio vuoi dire di avere un'elettroacustica puoi anche provarlo; ma... meglio l'IK

Il PB01 esce piu' alto... stop.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per le spiegazioni! 🤗🤗

Per una questione di prezzo, andrei quasi quasi sull'ik, ma mi è rimasta qualche riserva sulla compatibilità con pedali e altri effetti.

Voi andate sempre e solo in diretta al mixer?

Perchè io solitamente uso un boost, delay, il flint per il riverbero e l'accordatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, davideblues dice:

Grazie per le spiegazioni! 🤗🤗

Per una questione di prezzo, andrei quasi quasi sull'ik, ma mi è rimasta qualche riserva sulla compatibilità con pedali e altri effetti.

Voi andate sempre e solo in diretta al mixer?

Perchè io solitamente uso un boost, delay, il flint per il riverbero e l'accordatore.

L' IK l'ho provato con un chorus Oneer ed un compressore Dav9Rock e si e' comportato bene, una prova "culturale" non usando piu' pedali

Non entro nel mixer; ma solo nell'ampli essendo un camerettista strimpeller man

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×