Jump to content

Recommended Posts

Sia in peggio che nel meglio, cioè sia namm (erda) che top (che gioggetto lo rivende subito dopo la recensione), fuori i pedali che avete estirpato a suon di spigoli di comodino dalla pedaliera o che avete portato con voi alle terme per un week-end romantico, cercando di convincere il vano batteria ad aprirsi che tanto avete il pisello zinco carbone.

Nomi, marchi, endorser fuorvianti, spacciatori dei navigli con la dritta sicura, questo è il vostro momento per un ben augurante coming out!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quest’anno devo citarne almeno un paio:

- Revival Drive, il primo pedale che non mi fa rimpiangere gli ampli veri;

- Empress Echosystem, fa tutto e dannatamente bene.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

StompUnderFoot Civil War limited edition.

Un casino per averlo, fatto in 10 esemplari, l'ho dovuto prendere dagli USA.


Suono gigantesco. Per ora non credo proprio lo smuoverò dalla board.

 

unyidtxhl2xjr9ow4txm.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, StratoBobbb dice:

StompUnderFoot Civil War limited edition.

Un casino per averlo, fatto in 10 esemplari, l'ho dovuto prendere dagli USA.


Suono gigantesco. Per ora non credo proprio lo smuoverò dalla board.

 

unyidtxhl2xjr9ow4txm.jpg

 

Io ho avuto l'originale ed è uno di quei pedali che rimpiango di aver venduto: tantissima roba… nel 2018 l'unica novità per quanto riguarda la mia pedaliera è che il Voodoo Labs Bosstone, pedale che mi è sempre piaciuto molto, è stato scalzato dal più gestibile DAM Sonic Titan Blues Edition e che quindi al suo posto per l'anno nuovo vorrei piazzare un pedale tipo octavia...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’errore dell’anno è stato dare via il jan ray, per il resto ho praticamente rivoluzionato la pedaliera mettendo roba strymon: Riverside( demodè ma veramente efficace) e brigadier! 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Elektron Analog Drive, fa tutto discretamente bene, non eccelle in nulla, anche se il Boost ed il TS non sono affatto male, midi, completamente programmabile, ingombrante ma efficace.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il pedale che mi ha rivoluzionato il sound è la replica di Ampeg Scrambler che mi ha fatto Kuro. Usato per ingrossare il sound degli overdrive è perfetto. Gli fa anche quello slabbrato da fuzz che non mi dispiace affatto.

Forse l'ho preso nel 2017 ma è quest'anno che nel (poco) tempo che ho avuto per suonare l'ho apprezzato sul serio.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

TOP:

- Revival Drive Custom

 

FLOP:

- non so se definirlo proprio flop, perché  suona benissimo ed è molto stiloso... comunque è quello che mi è durato meno è stato il Jackson Audio Prism... il motivo per cui l'ho bocciato è la latenza nell'attivazione, un buco fastidioso di pochi millisecondi che per me lo rendeva fastidioso da usare dal vivo senza uno switcher che eliminasse quella latenza.

 

P.S. Estendiamo il thread: buoni propositi per l'anno nuovo in fatto di pedalanza? Io ho una mezza idea di rifarmi una pedalboard full vintage: Vox wah, FuzzFace (e\o Bender?), TS808 (o TS9), ShinEi Univibe, Klon... tutto rigorosamente originale... e vaffanculo a sti 7k :facepalm: :lol:

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

...In ordine sparso:

- Revivaldrive custom (pedale all'inizio difficile, ma completissimo);

- Ryra klon;

- Lazy J;

- Hudson broadcast;

- Nabla 1987 

TS 808HW

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quest'anno ho ricevuto ottimi complimenti dal tecnico del suono quando ho fatto date diretto nell'ampli...Quindi nessun pedale direi? Però stavo usando il bad cat unleash, che un pochino colora lo stesso.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravi

- Sonus fuzz jimi mod

- bmf fat boost

 

cattivi

- tom’s line 

non sono malaccio soprattutto per quei 20/40 euro al pezzo, il problema è che dopo un po’ non ti viene voglia di accenderli, se hai alternative più valide

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra i migliori acquisti di quest'anno, Malekko Charlie Foxtrot - divertentissimo! - e OCD v2 nero.... non sopporto i pedali bianchi ☺️

 

Tra le delusioni, Moog Minifooger Boost.

 

Tra i buoni propositi, nessun pedale purtroppo. Se tutto va bene è in arrivo una chitarra nuova.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marshall bluesbreaker, quello vecchio, mi piace tantissimo 

 

Fulltone 69 big box, non mi è piaciuto per niente. Ma forse a questo punto non mi piacciono i fuzz

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, newsound dice:

 

Fulltone 69 big box, non mi è piaciuto per niente. Ma forse a questo punto non mi piacciono i fuzz

 

Sicuramente non c hai capito un cazzo quello è il preferito di Gioggetto, non può esse brutto!

  • Like 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gioggetto una volta disse:

”non so tutti boni i fulltone 69”

 

gli sara capitato un esemplare scarso

 

a me ne è capitato uno bellino, ma esteticamente non mi piace e quindi fiondato pure lui

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

TOP:  Spaceman Voyager and Menatone Fish Factory first version

 

FLOP: Zvex FuzzFactory (2 versioni differenti)

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, guitarGlory dice:

P.S. Estendiamo il thread: buoni propositi per l'anno nuovo in fatto di pedalanza? Io ho una mezza idea di rifarmi una pedalboard full vintage: Vox wah, FuzzFace (e\o Bender?), TS808 (o TS9), ShinEi Univibe, Klon... tutto rigorosamente originale... e vaffanculo a sti 7k :facepalm: :lol:
 

 

1 ora fa, Raffus dice:

ma esteticamente non mi piace e quindi fiondato pure lui

 

Vi lovvo.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pedalozzo 2018...JHS Morning Glory.

Sono stato vicino a prenderlo diverse volte negli anni scorsi, ma quando mi sono trovato ad aver bisogno di un low-drive non ho esitato a prenderlo. Mi piace un bel po'!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell’ultimo anno:

 

Top:

- Cornish NG-3 ancora lo rimpiango, ma “sossoldi” e mi stanno meglio in tasca, per quel che suono io...

- DD-2 modificato e modulato, mi ha fatto dimenticare ogni altro delay

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultimo anno

 

Geisha Drive Way Huge: è il retake del SD9 Maxon, dall'od al gain sgranato. Sicuramente c'è Landau dietro. Non è piaciuto a Gioggetto, ma lui vuole essere l'unica donna sul palco. Pedale figo top.

 

Pedale namm: ne ho comprati 5 che devo ancora provare, non escludo possa essere uno di quelli. Al momento, per la capacità di sparire, direi il Caline Orange qualcosa clone BB preamp, però per i 23 euro spedito della Cina è comunque un pedale che ci può stare, anche solo a far colore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehx nano big muff opamp 

Mxr dist II del fra

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×