Jump to content
Sign in to follow this  
*juanka78*

Siamo nel 2019: miglior set up per l’home recording?

Recommended Posts

Ad oggi, nel 2019, con lo scatto in avanti fatto dalla tecnologia, qual’è secondo voi il metodo più efficace per registrare la chitarra in uno studio casalingo (non totalmente insonorizzato)?

Io sono passato attraverso vari step, dalle prime microfonazioni vere (a 0.5 di volume chiaramente) ai software di emulazione, dai cab-sim analogici al Kemper, “stabilizzandomi” infine con la soluzione ibrida load box + impulsi di cassa. Non ho mai avuto nessuna esperienza con isobox e/o isocab e ultimamente mi sta prendendo una certa GAS per le isocab di ultima generazione, dato che promettono di risolvere tutti i problemi che affliggono le isocab tradizionali, prodotti tipo Grossmann SG Box, Box of Doom e Rivera Silent Sister. C’è qualcuno che ha esperienze significative a riguardo? Personalmente sono molto contento dei suoni che ottengo col Fryette Power Load e gli IR della Celestion, però non nascondo che l’idea di avere a che fare con un suono “vero”, dato da un vero cono microfonato, mi intriga non poco ultimamente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minutes ago, Giorgio V. said:

Io penso che per praticità sia dura battere il kemper in una scheda audio.

 

Senza dubbio. Avuto e apprezzato...ma non mi ha mai “appassionato”, gli preferisco nettamente la mia soluzione attuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minutes ago, marcoexplorer said:

Qualcuno ha provato l'OX AMP top box?

 

Chi lo ha fatto ne parla benissimo. Per me hanno sbagliato 2 cose:

1) la storia dell’ipad;

2) troppo vintage-oriented.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, *juanka78* dice:

 

Chi lo ha fatto ne parla benissimo. Per me hanno sbagliato 2 cose:

1) la storia dell’ipad;

2) troppo vintage-oriented.

Si hai ragione, chi non possiede Apple (come me) ho fortemente frenato all'acquisto. Perchè Vintage oriented?

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minutes ago, marcoexplorer said:

Si hai ragione, chi non possiede Apple (come me) ho fortemente frenato all'acquisto. Perchè Vintage oriented?

 

Perchè se vai a leggerti la lista della casse quella più rockettara è la 4x12 Marshall coi GB. Nulla che abbia dei coni prodotti dopo gli anni ‘70 mentre ci sono un sacco di casse vintage 1x12 e 2x12 con coni anni ‘50/‘60. Lo rendessero compatibile con altre piattaforme e ci mettessero anche un po’ di roba moderna ci farei davvero un pensierino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi infilo a ruota con una domandina che c'entra solo in parte.

A me non piacciono parecchie delle registrazioni che sento fare anche da youtuber grossi perché si sente che il suono è ripreso dal cono o dal OX Amp eventuale e rimane parecchio più sgranato e asciutto, non mi da affatto l'idea di quello che sentirei nella stanza con l'ampli davanti.

Volendo proprio il suono che si sente nell'ambiente dove si sente, si riescono ad ottenere buoni risultati? Ci sono buoni prodotti o microfoni che riescono a farlo? Conviene comunque mixare l'ambientale con un microfono al cono per ottenere un risultato vicino a quello che si sente in prima persona?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, A wild Manni dice:

Mi infilo a ruota con una domandina che c'entra solo in parte.

A me non piacciono parecchie delle registrazioni che sento fare anche da youtuber grossi perché si sente che il suono è ripreso dal cono o dal OX Amp eventuale e rimane parecchio più sgranato e asciutto, non mi da affatto l'idea di quello che sentirei nella stanza con l'ampli davanti.

Volendo proprio il suono che si sente nell'ambiente dove si sente, si riescono ad ottenere buoni risultati? Ci sono buoni prodotti o microfoni che riescono a farlo? Conviene comunque mixare l'ambientale con un microfono al cono per ottenere un risultato vicino a quello che si sente in prima persona?

 

Beh per far quello che dici, solo per registrazioni, ti serve una stanza isolata e trattata acusticamente, insomma una sala di registrazione. Tanti strumenti da lavoro e soprattutto studio, è impensabile.. comunque si, il mic room si miscela con i closed mic. 

l'altra è affidarsi al digitale e quindi agli impulsi, le loadbox partendo dal torpedo live e finendo all' OX cercano di riprodurre anche il suono del mic lontano dalla cassa, così da avere l'effetto suono nella stanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, *juanka78* dice:

 

Chi lo ha fatto ne parla benissimo. Per me hanno sbagliato 2 cose:

1) la storia dell’ipad;

2) troppo vintage-oriented.

Sto provando ad organizzarmi per andarlo a provare dal buon Ema/Tilt. Mi frena tantissimo sta cosa che funziona solo con Apple. Io in pratica ai 1200 che costa l'ox dovrei aggiungere i 400 per l'iPad di cui non me ne farei niente.. Cmq quello che ho sentito sul tubo non mi ha convinto moltissimo. Suona con più attacco ed è più brillante del kemper, cosa che mi piace molto, ma lo sento strano sulle medie.. Boh, sono curioso di sentirlo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, A wild Manni said:

Mi infilo a ruota con una domandina che c'entra solo in parte.

A me non piacciono parecchie delle registrazioni che sento fare anche da youtuber grossi perché si sente che il suono è ripreso dal cono o dal OX Amp eventuale e rimane parecchio più sgranato e asciutto, non mi da affatto l'idea di quello che sentirei nella stanza con l'ampli davanti.

Volendo proprio il suono che si sente nell'ambiente dove si sente, si riescono ad ottenere buoni risultati? Ci sono buoni prodotti o microfoni che riescono a farlo? Conviene comunque mixare l'ambientale con un microfono al cono per ottenere un risultato vicino a quello che si sente in prima persona?

 

 

Hai detto niente...è il problema che affligge i chitarristi da decenni. Posto come l’hai posto tu è un problema irrisolvibile: nessuna soluzione, per quanto sofisticata, riuscirà a restituirti il suono che senti tu nella stanza mentre suoni il tuo ampli, è impossibile. Solitamente si cerca di andarci vicino usando vari mic in combinazione, tipicamente un dinamico e un nastro vicini al cono e una coppia di condensatori a distanza per ricreare l’ambiente e dare profondità e tridimensionalità al suono. Ma ripeto, ci vai solo vicino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, *juanka78* said:

 

Hai detto niente...è il problema che affligge i chitarristi da decenni. Posto come l’hai posto tu è un problema irrisolvibile: nessuna soluzione, per quanto sofisticata, riuscirà a restituirti il suono che senti tu nella stanza mentre suoni il tuo ampli, è impossibile. Solitamente si cerca di andarci vicino usando vari mic in combinazione, tipicamente un dinamico e un nastro vicini al cono e una coppia di condensatori a distanza per ricreare l’ambiente e dare profondità e tridimensionalità al suono. Ma ripeto, ci vai solo vicino.


Sì, in effetti l'ho posta male. Ovvio che non penso di poter riottenere quella cosa precisa. Però se devo scegliere tra tante registrazioni casalinghe "pro" ed alcune fatte con gli zoom, ultimamente preferisco le seconde.

Share this post


Link to post
Share on other sites
49 minutes ago, newsound said:

Sto provando ad organizzarmi per andarlo a provare dal buon Ema/Tilt. Mi frena tantissimo sta cosa che funziona solo con Apple. Io in pratica ai 1200 che costa l'ox dovrei aggiungere i 400 per l'iPad di cui non me ne farei niente.. Cmq quello che ho sentito sul tubo non mi ha convinto moltissimo. Suona con più attacco ed è più brillante del kemper, cosa che mi piace molto, ma lo sento strano sulle medie.. Boh, sono curioso di sentirlo 

 

Sentito nei video non convince neanche me, ma chi l’ha provato di persona ne è entusiasta, il che mi dà da pensare. Comunque sì, sta storia dell’ipad è veramente inspiegabile, visto da fuori sembra un suicidio commerciale ma magari sono io che non capisco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minute ago, A wild Manni said:


Sì, in effetti l'ho posta male. Ovvio che non penso di poter riottenere quella cosa precisa. Però se devo scegliere tra tante registrazioni casalinghe "pro" ed alcune fatte con gli zoom, ultimamente preferisco le seconde.

 

Capisco perfettamente, è lo stesso motivo per cui molto spesso preferisco un sample fatto con l’iphone ad uno fatto con l’SM57. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E dire che il closed mic è il sistema più usato dagli anni 80, cioè da quando hanno inventato apparecchiature che restituivano la spazialità, il suono d'ambiente, senza dover riprendere con il mic il suono nella stanza. 

 

A me per esempio il suono closed mic piace tanto, ma ascoltarsi in diretta attraverso monitor piccoli o cuffie invece di avere la cassa dietro, è come se stai solo 'giocando', che poi è la realtà 😁

 

Alla fine qualsiasi tecnica di registrazione non ti può restituire il suono della cassa cruda perché appunto stai utilizzando i microfoni. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

..e questo è sacrosanto. Però noto proprio che il suono registrato spesso ha una pasta completamente diversa (li sento sempre tanto asciutti, sgranati ed incolori; senza ciccia), tanto che un cellulare nel suo essere una merda ti restituisce davvero un'idea più vicina a quello che puoi sentire dal vivo rispetto a parecchi sistemi più elaborati che sento in giro. Il discorso diventa completamente diverso quando parliamo di registrare un pezzo vero e proprio e si ha bisogno di un altro tipo ti pulizia.
Però rimango dell'idea che un qualcosa tipo zoom h/q dove posso magari settare il gain del microfono e non avere saturazioni potrebbe darmi molte più soddisfazioni per dei sample casalinghi che impazzire tra microfoni ed altro da quello che sento. Quindi mi chiedo: esiste qualcosa di concettualmente simile allo zoom h4n (per dirne uno) ma che restituisca risultati migliori?

Per dire, anche un Pete Thorn per quanto bravo mi rimane taanto sciapetto sui suoni che registra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, A wild Manni said:

..e questo è sacrosanto. Però noto proprio che il suono registrato spesso ha una pasta completamente diversa (li sento sempre tanto asciutti, sgranati ed incolori; senza ciccia), tanto che un cellulare nel suo essere una merda ti restituisce davvero un'idea più vicina a quello che puoi sentire dal vivo rispetto a parecchi sistemi più elaborati che sento in giro. Il discorso diventa completamente diverso quando parliamo di registrare un pezzo vero e proprio e si ha bisogno di un altro tipo ti pulizia.
Però rimango dell'idea che un qualcosa tipo zoom h/q dove posso magari settare il gain del microfono e non avere saturazioni potrebbe darmi molte più soddisfazioni per dei sample casalinghi che impazzire tra microfoni ed altro da quello che sento. Quindi mi chiedo: esiste qualcosa di concettualmente simile allo zoom h4n (per dirne uno) ma che restituisca risultati migliori?

Per dire, anche un Pete Thorn per quanto bravo mi rimane taanto sciapetto sui suoni che registra.

 

Io spesso uso uno Shure MV88 attaccato all’iphone e mi ci trovo molto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×