Jump to content
robben

Ancora corde. Quali le più morbide? Aggiornamento 2019

Recommended Posts

Ernesto palla 10-46 da anni, ho tentato di passare a scalatura 9-42 ma non c'è storia, a me piace zappare con forza e con le altre mi pare di suonare una chitarra giocattolo.

 

Provato altri brand ma rimasto fedele a EB che tra l'altro spesso si trovano in offerta. Ho recenetemente comprato la versione per acustica, vi saprò dire come sono quando le martin EC fosforo bronzo si ossideranno.

 

Capitate anche a me qualche muta con qualche corda con i punti di ruggine ma erano anni che le avevo da parte, e comunque me ne sbatto l'uccello e le suono uguale.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, pino dice:

Questo. 

 

Da sempre ho usato EB gialle, che se da nuove suonano alla grande, da vecchie no. Allora, seguendo il consiglio di Lory ho voluto provare queste Elixir Optiweb, anche con un certo scetticismo se devo esser sincero, visto che avevo provato le Nanoweb che sono orride per me. Ebbene, il suono è praticamente lo stesso delle EB, e i bending sono molto più morbidi.  

 

Mi sa che devo provare queste Optiweb...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uso le EB 10/46 da decenni, il mese scorso tanto per provare qualcosa di nuovo senza spendere un capitale (quindi dovendo escludere una nuova chitarra, un nuovo amplificatore e nuovo pedalame ho dovuto scegliere fra plettro e corde 🙂) ho montato sulla strato delle Fender 10/38... sono rimasto sbalordito, la chitarra, oltre ad essere più morbida, suona... meglio (non trovo parola più adatta). È non mi sembra affatto che il suono sia più sottile. Se vi capita provatele, costano pure poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per un periodo quando ero accordato in SI usavo le D'addario baritone LIGHT 013/062.... ecco, quelle erano corde per veri uomini! :sorrisone:

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, Mlex dice:

Per un periodo quando ero accordato in SI usavo le D'addario baritone LIGHT 013/062.... ecco, quelle erano corde per veri uomini! :sorrisone:

A Cortina sono sicuro non ti volessero perché temevano gli ciulassi i cavi della funivia

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Avark dice:

Uso le EB 10/46 da decenni, ......  ho montato sulla strato delle Fender 10/38... sono rimasto sbalordito....

 

10/38?

Ma che roba è? mai viste in giro... 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, gianimaurizio dice:

 

10/38?

Ma che roba è? mai viste in giro... 

 

Teoricamente è una replica della scalatura mista che sembra usasse Hendrix, almeno secondo roger Mayer. L’ho trovata della Fender e della GHS, sia su thomann che Amazon 

Share this post


Link to post
Share on other sites

10/38 è una scalatura per uomini convinti che fino a che non si toccano le palle, non è gay. 🤣

  • Like 1
  • Haha 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mlex dice:

Per un periodo quando ero accordato in SI usavo le D'addario baritone LIGHT 013/062.... ecco, quelle erano corde per veri uomini! :sorrisone:

 

pure io ho avuto quella scalatura nel mio "periodo" in SI  🤘

tanta roba 🤩

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, ciubo dice:

 

Mi sa che devo provare queste Optiweb...

Oh io mi sono ricreduto solo dopo averle montate. Adesso c'è da vedere quanto durano rispetto alle EB.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 5/8/2019 at 12:34 PM, guitarGlory said:

Dopo averle odiate da sempre, sono passato di recente a Elixir: le vecchie Nanoweb e Poliweb mi fanno sempre cagare eh, sis al tatto che come suono... ma le nuove Optiweb sono strepitose.

 

Più morbide delle Ernie Ball sui bending, tengino l'accordatura meglio, non sento differenze sostanziali a livello tattile da una corda normale, e suonano molto simili alle EB da nuove... solo che lo fanno per 6 mesi, mentre le EB dopo 20 giorni sono completamente lifeless.

Me ho montate 4 mute finora da dicembre su varie Strat e LesPaul, non torno indietro.

 

Io pure. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/5/2019 at 13:37, gianimaurizio dice:

 

10/38?

Ma che roba è? mai viste in giro... 

 

Adesso Fender è anche tornata a fare le 9-40 utilizzate in passato da evh 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/5/2019 at 14:22, mbrown dice:

10/38 è una scalatura per uomini convinti che fino a che non si toccano le palle, non è gay. 🤣

No va beh, se avessi una firma ci andrebbe dentro.

Eroe.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, DC® dice:

No va beh, se avessi una firma ci andrebbe dentro.

Eroe.

 

Eroe non italiano, però.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/5/2019 at 19:25, A wild Manni dice:

Thread provvidenziale.

Da 3 settimane ho preso le Dogal Carbonsteel e messe su una chitarra passando da 9-42 Rotosound a 10-46.
Ho utilizzato negli anni Ernie Ball normali, D'addario, GHS, Elixir, Dean Markley, Pyramid (buste arancioni, blu e verdi mi sembra?), DR Blues, D'angelico?? (non ricordo il nome preciso, confezione rossa) trovata una bustina erano R. Cocco e, per l'appunto, Rotosound.

Sono rimasto parecchio sorpreso da queste Dogal perché non avevo mai trovato una simile differenza passando tra un brand e l'altro. Costano 13 a muta, che ho sempre pensato essere troppi, ma qui per me ne vale effettivamente la pena.
La differenza di tensione tra le 9-42 Rotosound e le 10-46 Dogal è stata veramente minima; per capirsi i cantini sono leggermente più duri (neanche lontanamente quanto ho trovato di solito cambiando misura) ed i bassi sono più morbidi tanto che alla fine ho dovuto allentare il truss rod perché rispetto alle 9-42 precedenti il manico era andato leggermente all'indietro.
Ma aldilà della morbidezza hanno un suono che adoro; credo sia la lega differente senza nickel che a mio orecchio suona meglio. Mi sembrano avere tanto più attacco delle altre marche provate ma suonano belle grosse. Rispetto alle ernie ball per esempio mi suonano tanto più ciccione ma con più frustata sull'attacco, senza quel picco sulle medio alte delle EB.
Non so, a me fanno impazzire. Magari a qualcun altro potrebbero risultare scure.
Ora vediamo quanto durano però, perché a 13 euro a muta non sono pochi.
Per ora le ho tenute un 3 settimane (questo periodo riesco a suonare tra le 3-4 ore al giorno) e sono ancora in ottime condizioni ma io sudo poco e in maniera poco acida, per cui difficilmente le rovino in un mese (tranne le EB che mi duravano massimo un mese).

 

Com'è andata poi con la durata delle Dogal Carbonsteel? Da un anno uso Elixir Optiweb che durano veramente una generazione, ma il suono pur essendo decente non mi entusiasma più di tanto. Potrei valutare l'esperimento Dogal Carbonsteel .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso esclusivamente le carbonsteel. Morbidissime, durano tanto, hanno molto volume ma hanno dei contro: sono scurette, costano parecchio, e consumano i tasti più velocemente delle altre per via del materiale. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, robben dice:

Io uso esclusivamente le carbonsteel. Morbidissime, durano tanto, hanno molto volume ma hanno dei contro: sono scurette, costano parecchio, e consumano i tasti più velocemente delle altre per via del materiale. 

 

Ok grazie mille per le info. Il costo è simile a quello delle Elixir, e se la durata è simile per me varrebbe la spesa. Il consumo dei tasti non è un problema, ragione in più per sostituirli prima e provare alternative ai medium jambo in dotazione alle mie chitarre. La morbidezza non è un problema. Il fatto che siano scurette questo, si, non rientra tra quel che cerco. A sto punto potrei fare un tentativo con le Nickelsteel, quel che cerco è una corda che duri parecchio, ma che abbia un timbro un pò più "vivo", crisposo, più personalità delle Elixir. Si, lo ammetto, mi piacerebbe il suono delle Ernie Ball con una durata pari a quella delle Elixir! 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pure io sarei tentato da queste Dogal Carbonsteel, mi frena appunto il suono scuretto, non so se possa andare bene su una simil 335 e poi dovrei anche rifare il setup perché hanno una tensione inferiore a quanto ho potuto capire🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites

Palissandro si mentre su chitarre con tastiera in ebano metterei le nickel. Sono molto più morbide. Diciamo che 0.10 sono quasi come le 0.09 d'addario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo, Dogal Carbonsteel molto morbide, quasi come avere un set di spessore inferiore, fantastiche da suonare.

Io le ho messe sulla tele, il suono mi è piaciuto molto, non le ho trovate tanto scure.
Sulla durata penso che vadano paragonate a corde "non coated", le Elixir durano davvero tantissimo, da questo punto di vista non centrano una mazza con le Carbonsteel Dogal.

Recentemente sulla strato ho messo un set di DR con su una foto di un metallaro, classico set 010-046. Sono corde avvolte con anima tonda, suono e feeling spettacolari, una figata, sulla strato forse tra le corde migliori che ricordi

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, robben said:

Palissandro si mentre su chitarre con tastiera in ebano metterei le nickel.

 

Ma in teoria il palissandro è meno brillante dell' ebano o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tastera in ebano e corpo in mogano sono caratteristici di suoni scuri (vedi Les Paul Custom). Personalmente sulla Les Paul standard con tastiera in palissandro suonano bene mentre con la custom sono un pò scure. Provatele. Per me ormai sono insostituibili perchè cercavo corde molto morbide e queste, per via del materiale, sono quanto di meglio c'è sul mercato. Per ciò che concerne la durata, sulla Custom le ho montate da 3 mesi. Suono ancora bellissimo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, allora le proverò sicuramente, ma a parità di scalatura, cioè mantenendo ad esempio una 010 - 046, bisogna rifare il setup anche su una chitarra a ponte fisso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×