Jump to content
molokaio

A 38 anni ho ascoltato Ten per la prima volta...

Recommended Posts

37 minuti fa, A wild Manni dice:


ma che i Green Day abbiano avuto un impatto significativo sulla musica boh? Su chi? Sugli emo che sono venuti dopo?

 

Uno pochissimi gruppi non youtube driven che riempie gli stadi e certamente una delle voci principali degli ultimi venti anni.

Boh.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, Andy_Azz dice:

eh si @cash ti quoto in pieno 

ci sarebbe da distinguere i gusti personali (per fortuna ognuno ha i suoi ) e i dati oggettivi 

 

ci sono dischi che possono non piacere ma che sono diventati distintivi ed entrati nella storia della musica

mi viene in mente Ten per i PJ , Nevermind per i Nirvana , Appetite per i GnR , Dookie per i Green Day

e quanti altri ?

 

 

 

Mi batto per un mondo in cui "Six litanies for heliogabalus" di John Zorn sia ascoltato nei Lounge Bar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molok al posto del cuore ha uno strymon bigsky, capitelo.. 😋

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè ragazzi, non volevo offendere gli emo originali, intendevo quelli che giravano una decina di anni fa e parlavo per iperbole, senza offesa per nessuno.
Che c'entra youtube su un gruppo venuto fuori nella prima metà degli anni '90? Il teorema dello stadio lo vedo poco veritiero, quindi Britney Spears ha cambiato la storia della musica?
Io fatico proprio tanto a sentirci questa grossa cosa nei green day, ma non m'è mai piaciuta tutta quella scuola di punk rock californiano che mi è sempre sembrato un fenomeno abbastanza limitato a se stesso. Ci stà che non c'abbia capito un cazzo.

Comunque mi sono espresso in maniera troppo sommaria, chiedo scusa se ho urtato qualcuno, non prendo questi discorsi troppo seriamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma figurati io non mi sono offeso, solo mi fa strano che si parli del grunge (genere stramorto di cui oggi non fotte più un cazzo a nessuno) con un'accuratezza storiografica che manco tucidide, e poi si liquidi l'emocore (la cui influenza si percepisce in un sacco di musica mainstream moderna) con due parole sprezzanti, come se emo fossero solo le myspace scene queen con le ciuffe del 2006

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes ago, Lurch said:

ma figurati io non mi sono offeso, solo mi fa strano che si parli del grunge (genere stramorto di cui oggi non fotte più un cazzo a nessuno) con un'accuratezza storiografica che manco tucidide, e poi si liquidi l'emocore (la cui influenza oggi si percepisce in un sacco di musica mainstream) con due parole sprezzanti, come se emo fossero solo le myspace scene queen con le ciuffe nel 2006


Ma guarda su questo alzo proprio le mani, io di emo sono entrato in contatto solo con quel periodo tipo Tokyo Hotel. Ne sono completamente ignorante e neanche sapevo ci fosse dell'altro quindi il mio commento è assolutamente superficiale e volendo parlarne con cognizione di causa posso solo tacere ed ascoltare.
Sui Green Day devo dire che sì, sono sprezzante perché non ce la posso fa' ne a farmeli piacere ne ad associarli a qualcosa di storico (che nella mia mente traduco in cose come Beatles, Pink Floyd, Zeppelin, Davis, Ella Fitzgeralt and such). Però ripeto, ci stà che sia troppo chiuso mentalmente su questa cosa.
Trovo molto più interessante Ed Sheeran per dire qualcosa di moderno e mainstream.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma sì figurati non volevo fare la lezioncina sull'emo lol, ma ovviamente da bravo emo sono una checca isterica quindi ne parlo con trasporto per quello (e sì, anche perché oggi lo sento abbastanza rilevante).

sui green day mah, opinione assolutamente personale ma per me devono troppo ai ramones, ai teenage head e agli screeching weasel per rappresentare un'influenza davvero autonoma e riconoscibile.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Lurch said:

sui green day mah, opinione assolutamente personale ma per me devono troppo ai ramones per rappresentare un'influenza veramente autonoma e riconoscibile.

 


Infatti mi sembra si stia passando al "chiunque ha avuto molto successo è un'influenza storica", lettura socialmente comprensibile ma che di base trovo sbagliata.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 1991 uscì un sacco di robbabbona, in ordine sparso tra i miei preferiti Spiderland, Goat, Sailing the Seas of Cheese, Spine of God, Laughing Stock, Heretic, Steady Diet of Nothing, Strangeitude (meglio i due prima ma non fa ancora cagare), Wretch (il contrario direi), Blood Sugar Sex Magik, Loveless, Ask the Ages, Reality of My Surroundings, anche White Noise spaccava abbastanza, Green Mind niente male anche se non al livello dei precedenti come Uncle Anesthesia e quello dei mudhoney, ho anche un vinile fuori di testa di Helios Creed, Mr Bungle fico

sui Green Day mi auguro che stiate scherzando

mai sentito neanch'io Ten, adesso ci provo ma non vi assicuro niente

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, cash dice:

Ciascuno ha le prorpie predisposizioni ideologiche e psicologiche per piegare il successo meritato o immeritato a questo e quello, ma cioè che è rimasto oggettivamente nella storia lo ha fatto in merito a virtù evidentemente più forti di un semplice lavaggio di cervello. Non si può affermare che alcune pagine scritte siano frutto di equivoco.

A me non piacciono e hanno sempre fatto cagare i Deep Purple (Black night e gli shuffoloni in 12/8 mi fanno cagare), ma il loro status di leggenda è meritato altrochè, e la mia opinione di certo non intacca il mito.

 

 

La cosa dei Deep Purple che mi fanno cagare ma hanno obiettivamente il loro importantissimo ruolo nella musica l'ho sempre detta io e mi farebbe piacere di essere citato come fonte, me lo sono meritato con anni di post inutili.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, A wild Manni dice:

Vabbè ragazzi, non volevo offendere gli emo originali, intendevo quelli che giravano una decina di anni fa e parlavo per iperbole, senza offesa per nessuno.
Che c'entra youtube su un gruppo venuto fuori nella prima metà degli anni '90? Il teorema dello stadio lo vedo poco veritiero, quindi Britney Spears ha cambiato la storia della musica?
Io fatico proprio tanto a sentirci questa grossa cosa nei green day, ma non m'è mai piaciuta tutta quella scuola di punk rock californiano che mi è sempre sembrato un fenomeno abbastanza limitato a se stesso. Ci stà che non c'abbia capito un cazzo.

Comunque mi sono espresso in maniera troppo sommaria, chiedo scusa se ho urtato qualcuno, non prendo questi discorsi troppo seriamente.

Considera che i Green Day sono in sostanza la colonna sonora dell'infanzia/adolescenza di un'intera generazione, praticamente chiunque sia nato alla fine degli anni 80 e buona parte dei 90 li ha avuti in cuffia. Cioè io no perché volevo fare lo pseudo alternativo e andavo di Social Distortion e Misfits, ma tutti i tosi normali di quegli anni ci sono cresciuti, come qualche anno prima ne son venuti su con i Ramones, che non é poco, soprattutto per gli anni supersaturi di musica ggggiovane in cui sono splosi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minutes ago, Zado said:

praticamente chiunque sia nato alla fine degli anni 80 e buona parte dei 90 li ha avuti in cuffia.


Boh, io sono del '91 e non li ho percepiti così capillari (pur essendo famosissimi sia chiaro), ma anche se fosse ripeto che per me il successo è sicuramente un requisito ma non implica di per se l'influenza storica sulla musica successiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza entrare in discorsi (che non mi interessano e lasciano il tempo che trovano) di se/quando è finita la musica...

...I Pearl Jam:

1) Sono l'incarnazione di che cosa è il Rock (mostri sacri a parte, per carità)

2) Sono una delle migliori live-band in assoluto degli utlimi 35 anni, persino ora che Vedder non ce la fa più con la voce

3) Hanno una storia del tutto particolare, aldilà della musica, diversa da tutte le band fino a quel momento

 

Possono non piacere, per carità (a me non piacciono i Queen, per dire), ma meritano a pieno titolo il loro posto nel gotha della storia del rock.

 

Sono fan, ma non fanboy: secondo me Ten non è il loro miglior disco e, dopo il 2006, non hanno più prodotto nulla di decente. 

Backspacer da buttare nel cesso e Lighting bolt alterna pezzi carini a canzoni imbarazzanti.

 

E' logico che la voce di Vedder sia stata determinante (come tutte le band con un frontman di un certo tipo), ma questo non toglie nulla alla band.

Mc Cready è uno dei chitarristi più sottovalutati del rock, Ament e Gossard hanno scritto pezzi pazzeschi e hanno un gusto incredibile e Cameron che ve lo dico a fare.

 

Ten ha avuto un successo planetario per vari fattori:

- bei pezzi adattissimi alla radio, cioè trasmettono emozioni molto nette: o malinconia estrema o energia spinta, niente vie di mezzo

- sonorità perfette per fare il trapasso dall'hard rock degli 80s al il Rock dei 90s

- la scena di Seattle ha fatto da "moltiplicatore"

- la voce di Vedder ha un po' "spaccato il mercato" di quegli anni: in un momento di voci che andavano molto in alto arriva questo con sto vocione profondo

- il culo del "posto giusto al momento giusto", mai assente in qualsiasi storia di successo

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, A wild Manni dice:


Boh, io sono del '91 e non li ho percepiti così capillari (pur essendo famosissimi sia chiaro), ma anche se fosse ripeto che per me il successo è sicuramente un requisito ma non implica di per se l'influenza storica sulla musica successiva.

Ormai essere storicamente influenti é diventato impossibile in ambito di rock e affini, é stato detto, fatto, suonato di tutto, tanto che il genere é andato persino un po' in disuso e dobbiamo ringraziare il cielo se ci capitano i cloni dei led zeppelin.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premesso che dovreste essere polpottizzati nelle fosse comuni

vi rammento gli Skunk Anansie

Altro non mi viene

Il grunge breve parentesi tollerata nel bene e nel male.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, A wild Manni dice:


Boh, io sono del '91 e non li ho percepiti così capillari (pur essendo famosissimi sia chiaro), ma anche se fosse ripeto che per me il successo è sicuramente un requisito ma non implica di per se l'influenza storica sulla musica successiva.

 

Hai pienamente ragione. 

Dal 1996 al 2009 (da No Code a quando è uscito Into The Wild), in Italia i Pearl Jam non se li inculava nessuno. Solo lo zoccolo duro dei fan.

Qualcosina si era smosso nel 2006 quando hanno fatto il tour in Italia dopo tanti anni, ma fino a Into The Wild (in Italia eh) erano una band considerata "di nicchia".

Share this post


Link to post
Share on other sites

io li adoro, andrò a vederli ancora tutte le volte che potrò e ten è un capolavoro (anche se alterna la scelta di mio preferito con vs.), ma tutta sta influenza non ce la vedo

concordo con il posto giusto al momento giusto anche se come già scritto c'è molto di più, ma dai anche da nostaligicogrungiano che sono insieme ad alcuni di voi, diciamoci la verità , potevano smettere di far dischi dal 97 che nulla sarebbe cambiato

stiamo parlando di uno dei miei gruppi preferiti in assoluto, ma non sono nè i sabbath nè i king crimson nè i kraftwerk intesi come esempi di impatto sulla musica che è venuta dopo di loro 

 

leggo con piacere però che non son l'unico a cui fanno cagare sia nirvana che deep purple

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 hours ago, Event Horizon said:

 

Hai pienamente ragione. 

Dal 1996 al 2009 (da No Code a quando è uscito Into The Wild), in Italia i Pearl Jam non se li inculava nessuno. Solo lo zoccolo duro dei fan.

Qualcosina si era smosso nel 2006 quando hanno fatto il tour in Italia dopo tanti anni, ma fino a Into The Wild (in Italia eh) erano una band considerata "di nicchia".

 

Ah no, scusa mi riferivo ancora ai green day ma ho portato tutto vistosamente off topic, chiedo venia.

C'è da dire che essendo del 91 tutta questa roba l'ho ripescata di seconda mano perché non ascoltavo dischi a 3 anni, il che ha sicuramente cambiato la mia percezione della cosa, ma i Pearl Jam li vedo belli importanti anche io. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Fra dice:

io li adoro, andrò a vederli ancora tutte le volte che potrò e ten è un capolavoro (anche se alterna la scelta di mio preferito con vs.), ma tutta sta influenza non ce la vedo

concordo con il posto giusto al momento giusto anche se come già scritto c'è molto di più, ma dai anche da nostaligicogrungiano che sono insieme ad alcuni di voi, diciamoci la verità , potevano smettere di far dischi dal 97 che nulla sarebbe cambiato

stiamo parlando di uno dei miei gruppi preferiti in assoluto, ma non sono nè i sabbath nè i king crimson nè i kraftwerk intesi come esempi di impatto sulla musica che è venuta dopo di loro 

 

leggo con piacere però che non son l'unico a cui fanno cagare sia nirvana che deep purple

 

 

Per carità, ognuno ha i suoi gusti e ci mancherebbe 🙂

Ma se ci si ferma al 97 ci si perdono Yield, Binaural, Riot Act e Pearl Jam. 

Tutti grandi Album. PJ in particolare mi piace moltissimo. Anzi, a me piacciono più questi dischi di Ten.  Gusti eh! 

Dal 2006 in poi son d'accordo con te. Potevano pure non registrare più nulla. 

 

Diciamo che non hanno avuto quell'impatto sui posteri anche perché, da un certo punto in poi, hanno consapevolmente rifiutato un certo tipo di percorso. 

 

Però trasudano rock.

C'è un video in cui ament va alle prove in bicicletta. Pure quello lo fa in un modo dannatamente rock. 

 

Poi tutti parlano della voce di vedder, ma avete letto i testi? Alcuni sono da pelle d'oca. Ci si emoziona senza nemmeno sentire la musica. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

I pearl jam sono immensi. Tutti per motivi diversi tra loro, a parte lightning Bolt che davvero non mi è piaciuto. 

Li vedo dal 92 al Sorpasso ( so’ anziano) e come i 4 horsman li vedrò fino a che le gambe mi reggono. 

Yeah!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/5/2019 at 15:48, marco_white dice:

 

ci sto ripensando, e chi allora?

Prendiamo il 1991 come spartiacque. Escono Nevermind, Temple of the Dog, Dirt, Ten e Badmotorfinger. Muore Freddie Mercury. Gli U2 cambiano strada con Achtung Baby. Esce Blood Sugar Sex Magic. Screamadelica. I Gun's si infighettiscono con Use Your Illusion dopo un esordio allucinante. Out of Time dei REM.

Da allora cosa? Gli album del, sempre sia lodato, 1994? 

I Tool? Con un album ogni 15 anni e gli ultimi due identici? I QOTSA? 

Ma chiaramente ora in molti mi diranno i Radiohead. Che adoro anche io capiamoci, ma quel potenziale da gruppo rivoluzionario che avrebbe dovuto portarli ad essere i nuovi Pink Floyd lo hanno perso.

Non c'è nessuno come i Pearl Jam. Sono stai punk, coerenti, un po' santoni, politicizzati il giusto, hanno sostenuto cause più o meno a ragione. Neil Young li ha voluti al proprio fianco per anni (basterebbe questo). E soprattutto coerenti con un certo modo di intendere il rock senza cadere nel cliché.

Diobono mi sembri la Maugeri

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Event Horizon dice:

 

Per carità, ognuno ha i suoi gusti e ci mancherebbe 🙂

Ma se ci si ferma al 97 ci si perdono Yield, Binaural, Riot Act e Pearl Jam

Tutti grandi Album. PJ in particolare mi piace moltissimo. Anzi, a me piacciono più questi dischi di Ten.  Gusti eh! 

Dal 2006 in poi son d'accordo con te. Potevano pure non registrare più nulla. 

 

Diciamo che non hanno avuto quell'impatto sui posteri anche perché, da un certo punto in poi, hanno consapevolmente rifiutato un certo tipo di percorso. 

 

Però trasudano rock.

C'è un video in cui ament va alle prove in bicicletta. Pure quello lo fa in un modo dannatamente rock. 

 

Poi tutti parlano della voce di vedder, ma avete letto i testi? Alcuni sono da pelle d'oca. Ci si emoziona senza nemmeno sentire la musica. 

 

si è proprio questione di gusti e qui ri-usciamo il famoso gatto  ... [cit]

in quei dischi ci sono pezzi bellissimi, ma sono perlopiù episodi sporadici. facendo un merge di 10-12 pezzi dagli album 97-06 secondo me non ci tiri fuori UN disco all'altezza dei primi, ma neanche un lontano parente

e tieni conto che ai tempi dell'uscita di vitalogy e ancora di più no code la "fissa" del grunge mi era già scesa, ma continuo a riconoscere che siano dischi di altissimo livello

se gli album successivi non ci fossero a me non cambierebbe assolutamente nulla . credo di non averne ascoltato uno per intero di fila da 10 giorni dopo le  rispettive pubblicazioni e per i miei parametri questo è abbastanza significativo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

è vero, i dischi post Yield non sono all'altezza dei primi cinque. Yield lo inserisco nella serie.

Lo hanno sempre detto anche loro, è da quel periodo lì che iniziano a separarsi e a fare le proprie vite. Non vivono nemmeno più tutti a Seattle, e da allora non hanno più registrato un album chiudendosi qualche settimana in studio, chiaro che quello che ne è venuto fuori non abbia la coesione dei precedenti lavori. Sono session, pochi giorni di registrazioni, ognuno porta i suoi riff/pezzi finiti e ci lavorano poco. Di perle ce ne sono, ma album con un suono e un'intenzione omogenee purtroppo no.

Qualcuno di loro dice che se non avessero fatto così si sarebbero sciolti.

Aggiungici scelte strane sui produttori, soprattutto per Binaural e Rioct Act. Ma Brendan O'Brien è tornato (VS, Vitalogy, No Code e Yield, ma anche Superunknown, Ratm, Black Crowes ecc), e gli ultimi due album sono dei dischi niente male.

 

Vi invito a vedere qualche live degli ultimi anni, non hanno mai avuto un sound così bello.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×