Jump to content
Bananas

Eh ma cribbio però...

Recommended Posts

4 ore fa, guitarGlory dice:

Il Drybell V2 ce l'ho tutt'ora.

Il problema di fondo (oltre all'estetica molto poco D&G) è che di fabbrica non è settato bene come profondità... cioè l'hanno settato in base a un utilizzo live in modo che non sparisca mai nel mix, ma dall'altro lato quando lo provi da solo,  confrontandolo ad esempio con uno tipo il Supra, dà la sensazione di modulare meno.

L'altro problema è che non è facile da settare per farlo suonare giusto se uno vuole quella modulazione più profonda e con le onde che si accavallano, perché hanno voluto mettere tutto regolabile con trimmer e spippolini vari, molti dei quali interattivi tra loro... e di conseguenza molto più stronzi da settare.

 

I pro, che poi sono i motivi per cui ce l'ho ancora da quando è uscito:

- se si sa come regolarlo per farlo suonare giusto (e si ha la pazienza di perderci abbastanza tempo), gli elementi per farlo suonare come uno di quelli "boni-di-default" ci sono tutti;

- pedalboard friendly assoluto: è l'unico che mi starebbe in pedaliera da quando ho imposto il limite di dimensioni della board... anche con il footswitch esterno per il ramping tra due velocità (piccolissimo e posizionabile in qualunque buco libero di 4x4 cm), l'ingombro complessivo è minimo;

- anche dopo averlo settato giusto, si può sempre evitare di sparire nel mix, anche con modulazione molto profonda, perché si può impostare un volume molto alto di output ad effetto acceso.

 

Grazie Lorenzo, sempre carino, competente e spiegatorio completo. Una manna per gli ignorantoni come me. Di piccolini apparentemente ben suonanti ci sarebbe anche il Viberator di Dawner Prince, oltre al Vibronaut di Lovepedal, ma non sembra averlo preso in considerazione o provato nessuno su RC. Potrebbe essere un'alternativa al Drybell per chi vuole salvare spazio ma non ama lo spippolamento approfontito di millemila trimmini vari...

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Viberator ha avuto la sfortuna di uscire dopo i due Drybell v1 e v2, e di ricordare molto anche il v2 come estetica.

 

Poi anche dalle demo non fa gridare al miracolo (forse non sono fatte bene eh, magari dal vero è diverso)... e gli manca comunque una funzione che dal vivo mi è sempre piaciuta, ovvero il footswitch per il ramping tra due velocità tipo Leslie, motivo per cui non avevo preso neanche il drybell vV

1.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, guitarGlory dice:

Il Drybell V2 ce l'ho tutt'ora.

Il problema di fondo (oltre all'estetica molto poco D&G) è che di fabbrica non è settato bene come profondità... cioè l'hanno settato in base a un utilizzo live in modo che non sparisca mai nel mix, ma dall'altro lato quando lo provi da solo,  confrontandolo ad esempio con uno tipo il Supra, dà la sensazione di modulare meno.

L'altro problema è che non è facile da settare per farlo suonare giusto se uno vuole quella modulazione più profonda e con le onde che si accavallano, perché hanno voluto mettere tutto regolabile con trimmer e spippolini vari, molti dei quali interattivi tra loro... e di conseguenza molto più stronzi da settare.

 

I pro, che poi sono i motivi per cui ce l'ho ancora da quando è uscito:

- se si sa come regolarlo per farlo suonare giusto (e si ha la pazienza di perderci abbastanza tempo), gli elementi per farlo suonare come uno di quelli "boni-di-default" ci sono tutti;

- pedalboard friendly assoluto: è l'unico che mi starebbe in pedaliera da quando ho imposto il limite di dimensioni della board... anche con il footswitch esterno per il ramping tra due velocità (piccolissimo e posizionabile in qualunque buco libero di 4x4 cm), l'ingombro complessivo è minimo;

- anche dopo averlo settato giusto, si può sempre evitare di sparire nel mix, anche con modulazione molto profonda, perché si può impostare un volume molto alto di output ad effetto acceso.

Ottima analisi, condivido con te i pregi che hai descritto. In effetti è un pedale per chi vuole smanettare con i controlli. Si possono raggiungere onde asimmetriche e molto presenti con il controllo symmetry; altro trimmer molto interessante è poi il grit.. A me ad essere sincero non sono dispiaciute le impostazioni di fabbrica: dopo aver smanettato parecchio mi sono trovato a modificare esclusivamente il chorus e il grit mettendoli entrambi ad ore 12 circa. Mi piacerebbe conoscere l'esperienza di un altro smanettone, giusto per confronto, se ne hai voglia e tempo. In caso puoi scrivermi un pm per non tediare gli altri 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, dr.pitch dice:

Qualcuno ha provato il lovepedal vibronaut? 

Mai provato.. Però a sentire le demo non mi prende.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante le arruffolate polemiche qui sul Radiochitarra con l'italico produttore,  a mio parere i pedaletti Formula B restano interessanti. Il Vibe cercherò di provarlo. Manca ancora quel pelo di coolness nel look degli scatoli in grado di creare un hype senza ritorno ma a mio parere siamo sulla buona strada. Non c'è cazzi, dai videi sembrano suonare:

 

http://www.formulab.it/store/it/

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Bananas dice:

Nonostante le arruffolate polemiche qui sul Radiochitarra con l'italico produttore,  a mio parere i pedaletti Formula B restano interessanti. Il Vibe cercherò di provarlo. Manca ancora quel pelo di coolness nel look degli scatoli in grado di creare un hype senza ritorno ma a mio parere siamo sulla buona strada. Non c'è cazzi, dai videi sembrano suonare:

 

http://www.formulab.it/store/it/

 

 

 

 

 

Nonostante nella comparsata qui su RC non fosse stato particolarmente simpatico (cioè, si vedeva lontano un chilometro stesse qua solo per interesse), ho provato diversi suoi pedali da amici che li hanno... cercando di non farmi influenzare da voci e preconcetti, me li son provati con calma, e suonano tutti molto bene, vibe e fuzzface in testa.

 

Mi azzardo a dire che il suo FF è uno dei mejo provati, e con delle piccole migliorie che lo rendono usabile sempre e senza troppi sbatti... niente di esoterico, sono tutte mods collaudatissime a un circuito classico, ma la messa a punto era perfetta ed è quello che conta di più.

 

Sull'estetica, quelli con il box inclinato a me non dispiacciono neanche come look, solo poco pratici se si ha una pedaliera già inclinata e magari devono andare in seconda fila.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
Nonostante nella comparsata qui su RC non fosse stato particolarmente simpatico (cioè, si vedeva lontano un chilometro stesse qua solo per interesse), ho provato diversi suoi pedali da amici che li hanno... cercando di non farmi influenzare da voci e preconcetti, me li son provati con calma, e suonano tutti molto bene, vibe e fuzzface in testa.
 
Mi azzardo a dire che il suo FF è uno dei mejo provati, e con delle piccole migliorie che lo rendono usabile sempre e senza troppi sbatti... niente di esoterico, sono tutte mods collaudatissime a un circuito classico, ma la messa a punto era perfetta ed è quello che conta di più.
 
Sull'estetica, quelli con il box inclinato a me non dispiacciono neanche come look, solo poco pratici se si ha una pedaliera già inclinata e magari devono andare in seconda fila.

Questa imparzialità, questo saper distinguere è una dote rara fra i chitarristi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto bello, soprattutto lo scatolo ma sembra super sugo anche il suono eh. ottocentocinquanta dolla e te lo porti a casa. Bananas approved.

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 3/2/2021 at 3:39 PM, gigixl84 said:

Riappo per segnalare 'sto qua.

Dopo lo scherzetto che mi hanno combinato dai polacchi non prendo nemmeno un set di asciugamanetti marroni.

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Giorgè dice:

Dopo lo scherzetto che mi hanno combinato dai polacchi non prendo nemmeno un set di asciugamanetti marroni.

Hahahahaha... Giorgè,  come si chiamava quel pedale ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo non l'ho mai provato. Non si è conquistato un posticino tra i top s*ulan*er vibes probabilmente perché suona da schifo, non lo so, o perché Dunlop non ci è molto simpatica forse perché appiattita sul marketing globalista di massa. Eppure qualche nomone lo usa, Kenny Wayne Sheperd ad esempio. Qui vediamo pure come è fatto dentro. Qualcuno lo ha mai posseduto? Lo diamo ar gatto insieme alla mostarda?

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

i miei commenti nell'altra discussione erano riferiti proprio a questo Vibe (ho scoperto ora di aver confuso le sigle ma credo che la sostanza non cambi).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco, di Jam ho il Rattler, un pedaletto che avevo preso usato per sbaglio e da scambiare un tanto al chilo 10 anni fa e che invece non mi ha più lasciato. Un ratto come si deve, marcatamente vintage, con ottimi componenti alla vecchia e che suona proprio bellino e convincente. Ne ho provati altri di pedaletti Jam e devo ammettere che nelle loro tipologie sono tutti molto ben suonanti. Sostanzialmente cloni dichiarati salvo qualche orginale o reinterpretazione, piuttosto ben fatti. Nel caso dei cloni, giusto qualche piccola mod per ottenere quel suonino lì al meglio possibile oggi. Mediamente costosi, magari non bellissimi a vedersi, io li trovo carini, ma a mio parere valgono abbastanza i soldi che costano rispetto a tanta altra buticcheria molto orientata al marketing, poi chiaro, la pedaleria esoterica che ogni tanto vediamo apparire sul Radochitarra è un'altra storia. Questo Retrovibe Mk2 devo ammettere che intriga. Non posso metterlo nell'altro 3D "Vibe poca spesa, tanta resa", perchè nuovo costa 300 pippi. Forse non degno della profumeria massima elencata qui ma a mio parere merita una menzione:

 

https://www.jampedals.com/retrovibe/

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Retrovibe, nella sua estrema semplicità, è uno dei vibe più belli che ho provato... fa solo una cosa, zero spippoli, ma quella cosa la fa molto bene.

La margherita è il motivo per cui non ho mai considerato l'acquisto manco di striscio :sorrisone:

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di JAM ho il Tube dreamer 88. Le grafiche a volte sgargianti dal vivo sono  meglio che in foto (fortunatamente).

 

Sulla qualità siamo ad alti livelli, il fatto che siano ottimi cloni di pedali famosi per me è un pro poiché quello cerco 😀

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Raffus dice:

Di JAM ho il Tube dreamer 88. Le grafiche a volte sgargianti dal vivo sono  meglio che in foto (fortunatamente).

 

Ehehe io quel pedale lo prenderei anche solo per la grafica. Quanti pedali avete avuto che hanno una margheritona stampata sopra?

Tube Dreamer già sentito, forse me ne avevi parlato proprio tu. E' un Tube Driver senza gli sbatti del Tube Driver? E i due canali sono uguali o leggermente diversi?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un canale è un tube screamer con lo switch per more gain.

L'altro lo chiama trasparent drive, se sia o meno un clone del tube drive o un incrocio col BB non saprei, cmq non mi fa impazzire, ma è sfruttabilissimo come boost

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×