Jump to content
*juanka78*

Quad Cortex: finalmente una demo ben fatta.

Recommended Posts

Il capturing del Princeton gli è venuto bruttino in effetti, anche se il 90% dei chitarristi in circolazione non si accorgerebbe della differenza. Quella del Soldano invece gli è uscita benissimo.

/13 ok, anche se sembrano mancare un po' di alti rispetto all'ampli reale (poco male, anche il Kemper negli A/B contro l'amp reale taglia un pelo gli alti).

A circa 21:00 però dice che gli sono venuti meglio i capture fatti in auto dalla QC, piuttosto che quelli fatti da lui in modalità manuale. Non ho ben capito se sul Princeton ha usato l'auto o la modalità manuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

arrivato anche il buon Paul Davids che a me piace un sacco (come suona).

 

 

Alla fine il vecchio tostapane ne esce bene, il Quad è più nuovo ha lo schermo grande si spippola bene, ma ha gli effetti un pò gne gne e nel capture/profiling non mi sembra sopravanzare il KPA.

Ho capito male? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riassumendo: Quad-Cortex per l'interfaccia, Kemper per i suoni.

La messa è finita, andate in pace.

:priest:

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, PinkFlesh dice:

Riassumendo: Quad-Cortex per l'interfaccia, Kemper per i suoni.

La messa è finita, andate in pace.

:priest:

 

Mmh, il kemper si salva per gli effetti nel discorso che fa Paul, (parlo solo del timbro) che sembrano niente di che sulla QC, buoni, ma non al livello dei concorrenti (lo dice anche Rhett Shull), ma il capture, seppur differente dall'ampli, per me è più vicino (e anche Rhett la pensa così e nel suo video si sente bene). I capture di Thorn sono molto belli, a parte il Princeton, nel quale però non ha utilizzato la procedura di autoconfigurazione, e lui stesso dice che può aver sbagliato i livelli.

Il vero valore lo vedremo con i captures di Tone Junkie e Britt e professionisti simili, gente che sa come si fanno profili professionali. 

Lo stesso Davids ammette di fare profili di merda e di usare quelli di altri.

 

Di sicuro ci sono delle sorprese. Ci si aspettava un modeler che battagliasse con Fractal, invece gli effetti non sbalordiscono, il modeling buono, ma non certo del livello Fractal ed invece se ne esce fuori più come un anti-kemper.

 

PS:lo sviluppo è già ad uno step successivo, non ha aggiornato la macchina quando gli è arrivata: il cambio scene e stomps è seamless e senza i "pop" che si sentono nel video di Davids. Così come quando parla della difficoltà di riconoscere una icona di un capture di un ampli, da quello di un pedale, essendo uguali. Le icone possono essere personalizzate nei colori. Interessanti invece i suggerimenti di mettere un global out  a cascata su tutti i preset e di adottare delle "gesture" in stile apple che evitino di dover cliccare sul touch 2/3 volte per operazioni semplici come spegnere un block,. 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me hanno un po’ esagerato a voler creare hype attorno al prodotto. Capisco l’utilità commerciale della cosa ma se poi si creano aspettative eccessive diventa difficile non deluderle, con il rischio che un ottimo prodotto venga stroncato ancor prima di poter esprimere appieno le proprie potenzialità. D’altronde che la potenza di calcolo pura e semplice non sia automaticamente garanzia di suono migliore è una lezione che ci arriva direttamente dagli anni 80: quante macchine di quegli anni, oggettivamente obsolete dal punto di vista tecnologico, vengono usate ancora oggi in studio dai pro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Battute a parte, da quello che ho sentito da questa demo (per quanta valga una demo YT prodotta un guitar influencer), sui profili degli ampli clean noto un certo discostamento tra KPA, che sembra più naturale, e QC che introduce qualche artefatto sulle alte. Sento un po' il gelo del campionamento digitale. La morbidezza e musicalità delle alte un po' si perde.

Stranamente quando rifà i profili con KTR e KOT, le differenza si assottigliano e suonano più simili tra loro.

Vedremo appunto cosa faranno i profilatori di professione (Britt, TJ, ecc..) perchè non penso che Davids con tutto il popò di roba che ha in coda, abbia perso molto tempo nel fare i profili. Si sarà preso giusto quei 15 minuti per capire dove mettere il microfono e via.

Quel che è certo è che non fa solo l'higain come si era pensato al lancio. Resta da vedere se davvero lascia 3 giri al Kemper. La mia impressione è che nonostante i profili professionali, saranno all'incirca allo stesso livello e la battaglia si giocherà sul particolare profilo/capture utilizzato di volta in volta. Staremo a vedere...

 

33 minuti fa, *juanka78* dice:

D’altronde che la potenza di calcolo pura e semplice non sia automaticamente garanzia di suono migliore è una lezione che ci arriva direttamente dagli anni 80: quante macchine di quegli anni, oggettivamente obsolete dal punto di vista tecnologico, vengono usate ancora oggi in studio dai pro?

 

Assolutamente. Un rack Eventide o Lexicon di quegli anni spazza via molti delay e reverb attuali. Ma lo vediamo anche nei synth. Ci sono macchine vecchie di 30 anni (Roland e Kurzweil, tanto per fare 2 nomi noti) con soli 2MB di campioni audio e che girano coi floppy-disk, che hanno suoni da far impallidire i prodotti più recenti con quantitativi di memoria pantagruelici, USB e app.

A proposito, visto che in quel parco giochi casalingo ne hai una 🤣, che ne pensi del capturing della SLO?

 

 

Tornando indietro al clean della Kraken, qui sembra vincere il QC. Più naturale e pieno, anche nel modo in cui comprime la nota (24:50) quando si plettra più forte, più amp-like, però torniamo a quanto detto sopra: chi ha profilato cosa, e come lo ha profilato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Battute a parte, da quello che ho sentito da questa demo (per quanta valga una demo YT prodotta un guitar influencer), sui profili degli ampli clean noto un certo discostamento tra KPA, che sembra più naturale, e QC che introduce qualche artefatto sulle alte. Sento un po' il gelo del campionamento digitale. La morbidezza e musicalità delle alte un po' si perde.
Stranamente quando rifà i profili con KTR e KOT, le differenza si assottigliano e suonano più simili tra loro.
Vedremo appunto cosa faranno i profilatori di professione (Britt, TJ, ecc..) perchè non penso che Davids con tutto il popò di roba che ha in coda, abbia perso molto tempo nel fare i profili. Si sarà preso giusto quei 15 minuti per capire dove mettere il microfono e via.
Quel che è certo è che non fa solo l'higain come si era pensato al lancio. Resta da vedere se davvero lascia 3 giri al Kemper. La mia impressione è che nonostante i profili professionali, saranno all'incirca allo stesso livello e la battaglia si giocherà sul particolare profilo/capture utilizzato di volta in volta. Staremo a vedere...
 
 
Assolutamente. Un rack Eventide o Lexicon di quegli anni spazza via molti delay e reverb attuali. Ma lo vediamo anche nei synth. Ci sono macchine vecchie di 30 anni (Roland e Kurzweil, tanto per fare 2 nomi noti) con soli 2MB di campioni audio e che girano coi floppy-disk, che hanno suoni da far impallidire i prodotti più recenti con quantitativi di memoria pantagruelici, USB e app.
A proposito, visto che in quel parco giochi casalingo ne hai una , che ne pensi del capturing della SLO?
 
 
Tornando indietro al clean della Kraken, qui sembra vincere il QC. Più naturale e pieno, anche nel modo in cui comprime la nota (24:50) quando si plettra più forte, più amp-like, però torniamo a quanto detto sopra: chi ha profilato cosa, e come lo ha profilato.

Premesso che non ho una SLO ma un HR (per quanto moddata in quel senso), per quello che si può sentire da un video YT a me pare che il classico suono Soldano ci sia al 95%.
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno ha però parlato della differenza sostanziale e di certo più importante. Sto affare è bello, tutto metallicoso, dimensioni contenute, con lo schermo bello bello che pare na nintendo switch. Io ad oggi non avrei dubbi.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Micantino dice:

Da una macchina del 2021 ci si aspettava altro. Il kemper ha 10 anni.

 

Ma non esisteva un'altra macchina che profilasse, quindi era ed è il riferimento, concordi? 🙂

 

I Kemperisti sono 10 anni che scrivono che suona come l'ampli vero, quindi come si può fare di meglio? (ammesso che sia una affermazione veritiera). 

Hanno fatto meglio sicuramente sul sistema operativo, sul harware, sul routing complesso, monitor, wifi ecc ecc, quindi c'è molto altro rispetto al prodotto crucco. E sulla profilazione?

Suona meglio, almeno nei profili visti. Anche nel nuovo video di Bea, per quanto lui sia uomo Neural e di parte, si sente proprio quelle mediobasse nel kemper che rendono il suono più "muddy", che nell'ampli vero non ci sono proprio, il QC ha più "ricchezza" armonica, che è la stessa osservazione di Rhett Shull non a caso.

Gli effetti sono niente di entusiasmante sembra, sono meglio quelli del kemper? Direi di si, in attesa di un buon demo su Reverb/Dly. Menzione a parte la sezione overdrive che in QC può essere profilata, nel kemper no (altro step).

Partendo da zero hanno tirato fuori uno strumento che il giorno 1 già può competere e sfangarla anche bene col digitale numero uno al mondo.

 

Fortuna che è deludente, sennò...

🤣

 

  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Greg dice:

Nessuno ha però parlato della differenza sostanziale e di certo più importante. Sto affare è bello, tutto metallicoso, dimensioni contenute, con lo schermo bello bello che pare na nintendo switch. Io ad oggi non avrei dubbi.

 

Le minne

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho trovato appagamento con il captor X dopo un paio d'anni di Helix, ma se dovessi fare "l'acquisto" oggi, sarei molto  indeciso.

 

Il QC riesce ad unire un sacco di cose che si sono già dimostrate vincenti su sistemi rivali:

 

- costa molto meno dell'axe fx3;

- ha più switch dell'fm3;

- dimensioni contenute;

- profila gli ampli;

- profila i pedali (a quanto pare, senza bisogno di avere un super studio a disposizione);

- ci sta in una pedalboard a fianco di pedali non profilabili (o difficilmente profilabili) tipo wha, whammy, volume, microsynth, fuzz vari;

- l'interfaccia sembra semplicissima da usare;

- ci si possono scambiare profili/patch/preset via app-wifi;

- IR loader;

 

Credo che tutte queste cose riescano a rendere più facile, intuitivo e immediato un mondo a cui alcuni utenti nemmeno si avvicinano perché non hanno intenzione di perdere tempo a regolare mille parametri.

 

Per rubare una fetta di mercato agli altri, credo debba "solo" suonare decentemente...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, *juanka78* dice:


Minchia, che inglesoneemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.png

 

pensa che lo capisco anch'io!😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, *juanka78* said:


Minchia, che inglesoneemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.pngemoji23.png

 

i suoi video non riesco a vederli per questa ragione, mi urta in un modo indicibile.

Ma l'assurdo è che l'inglese lo sa anche bene, ha vocabolario, è fluente, usa modi di dire, fa pochissimi errori grammaticali. Ma l'ha imparato leggendo. Ci si è messo proprio di impegno al punto da padroneggiarlo, però la pronuncia è allucinante.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, marco_white dice:

 

i suoi video non riesco a vederli per questa ragione, mi urta in un modo indicibile.

Ma l'assurdo è che l'inglese lo sa anche bene, ha vocabolario, è fluente, usa modi di dire, fa pochissimi errori grammaticali. Ma l'ha imparato leggendo. Ci si è messo proprio di impegno al punto da padroneggiarlo, però la pronuncia è allucinante.

 

 

..non riesco a capire se è italiano..

al di là della pronuncia il video forse è però troppo semplificativo per capire veramente le differenze tra le due macchine e le rispettive potenzialità 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io l’ho ordinato da Thomann, si aprono le scommesse sulla data di consegna reale. Secondo me non prima di febbraio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×