Jump to content
Dado

I chitarristi con il SUONO più bello

Recommended Posts

questo è vero per molti grandi suoni. anche quello di Jimmy Page isolato non è il massimo, ma nel mix è perfetto per esempio

 

idem il primo van halen

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, jettojet dice:

 

Rigorosamente post, prima non sarebbe credibile😂

In effetti... diciamo periodo pollo/Natale del male.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, -Oby- dice:

Oh il suono di Santana lo reputo riconoscibile...ma bello dai è un altra cosa per me.

Secondo me il suo suono in questo periodo è bellissimo 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riferito al solo suono/"tone" ed all'uso esclusivo di comodini e affini:

1) Greg Martin (Top Assoluto)
2) Billy Gibbons
3) Warren Haynes
4) Eric Clapton (Beano docet)
5) Gary Moore (last but not least con menzione alla memoria

 

-----mi fermo perchè altrimenti non mi fermo più-----------
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, -Oby- dice:

Oh il suono di Santana lo reputo riconoscibile...ma bello dai è un altra cosa per me.

 

Devi collocarlo nel suo contesto: può piacere o no (anche a me molte cose che ha fatto non piacciono) ma di certo a metà degli anni sessanta, insieme a Hendrix, Clapton e pochi altri ,Carletto è stato a modo suo un pioniere del suono della chitarra elettrica come la conosciamo qui... tra l'altro ha il merito di aver "scoperto" Mesa Boogie e Paul Reed Smith

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, PinkFlesh dice:

Strano che non vi piace il suono di Eric Johnson, considerato che usa tutta roba per cui sborrate solo al pensiero

 

17b594cc564d06a3c5ce157cd364424d.jpg

 

Manca la mano 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi ricordo 30 o 40 anni fa di aver visto a Torino un concerto di John Mayall, alla chitarra c’era Mick Taylor che usava uno standard, penso del ‘59, attaccato a non so quale dei tre ampli che aveva sul palco, Fender, Marshall e Mesa Boogie.

Forse il più bel suono che abbia mai sentito.

 

Naturalmente poi aggiungo i soliti che avete già menzionato.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

EVH (su Van Halen)

Angus/Malcom Young

Tremonti/Kennedy (Alter Bridge) sui primi due dischi

Adam Jones (su 10.000 days)

Zakk Wylde (su No More Tears)

Slash

John Mayer

Frusciante

 

e poi un pò inaspettati:

 

Lee Malia, Bring me the horizon (su that's the spirit)

Noel Gallagher

Justin/Dan Hawkins, The Darkness, dal vivo

Tom Morello, con gli Audioslave

Wes Borland

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte tutti gli stracitati aggiungo un alcuni che piacciono a me ma non è detto che piacciano a tutti.

 

Frank Zappa - Soprattutto fino agli anni 70. Suono fuori dal comune e volutamente molesto come uno stupro di massa.

Ollie Halsall - Suono grezzo come una pietra con fraseggio raffinato. Unico.

 

Poi se passiamo ai chitarristi jazz non ne usciamo più...

Share this post


Link to post
Share on other sites

per non citare sempre gli stessi dico:

 

zakk wilde ma ai tempi di pride & glory

Justin David Hawkins (o comunque i suoni dei primi due album dei darkness)

Nalle Colt  (chitarrista dei Vintage trouble... sentiti dal vivo ad Imola prima degli ac/dc)

John Cameron Fogerty (secondo me nei CCR e dopo ha sempre avuto un suono della madonna!)

Lynyrd Skynyrd  (metto tutto il gruppo perchè su 3 chitarre non ho mai capito chi suona cosa...)

David  Grohl (negli album dei foo fighters è riconoscibilissimo!)

Keith Nelson (buckcherry)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Greg dice:

Poi se passiamo ai chitarristi jazz non ne usciamo più...

 

Eh si, perché dai chitarristi rock invece ne siamo usciti? 😁 😁 😁 Dai almeno butta giù qualche nome se non una lista. Io sono curiosissimo perché a parte tre/quattro nomi scontati come Metheny, Frisell, Scofield, Nels Cline non ho mai fatto una attenta valutazione sul suono della chitarra nel jazz. Forse perché nell'ascolto del jazz, alla chitarra ho sempre preferito altri strumenti come basso, batteria, piano e ottoni. Ma sono curioso di conoscere la tua opinione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Greg dice:

Poi se passiamo ai chitarristi jazz non ne usciamo più...

 

Dai giusto un paio...

Io dico Wes Fr...hem...Montgomery e John Schofield

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, The Rover dice:

 

Eh si, perché dai chitarristi rock invece ne siamo usciti? 😁 😁 😁 Dai almeno butta giù qualche nome se non una lista. Io sono curiosissimo perché a parte tre/quattro nomi scontati come Metheny, Frisell, Scofield, Nels Cline non ho mai fatto una attenta valutazione sul suono della chitarra nel jazz. Forse perché nell'ascolto del jazz, alla chitarra ho sempre preferito altri strumenti come basso, batteria, piano e ottoni. Ma sono curioso di conoscere la tua opinione.

 

 

7 ore fa, dr.pitch dice:

 

Dai giusto un paio...

Io dico Wes Fr...hem...Montgomery e John Schofield

 

Dei moderni non citati dico:

 

Peter Bernstein

Kurt Rosenwinkel 

Julian Lage

Gilad Hekselman

Jonathan Kriesberg

Mike Moreno

 

Menzione speciale a due pazzi che suonano esclusivamente la chitarra classica in contesti jazz o giù di lì. 

 

Ralph Towner

Nelson Veras

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gary Moore quando suono' red house con la fiesta red; il Timmons di resolution(deliver us, lydia, resolution, ghost of you), il jeff beck di big block, il van halen di Panama(spaventoso, massacrante, tutt'ora futuristico), eric johnson di cliffs of dover(i suoi pezzi in realta' mi annoiano), billy gibbons fino alla fine dei 70's(i wanna drive you to home e' per me il piu bel pezzo dei 70), steve vai di building the church, joe satriani di satch boogie, bryan may di innuendo, tutto l'harvest di neil young, il rick parfitt di down down e di 20 wild horses, chet atkins tutto, santana quando dorme, anche io tutto Buon compleanno Elvis(bellissimi suoni fender) e chissa' cos'altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/1/2021 at 22:09, PinkFlesh dice:

Brian May (nominato da nessuno finora), capolavoro di ricercatezza, overdubs, armonie. Votato come miglior chitarrista dai lettori di Total Guitar. Vi dichiarate tutti froscioni, ma poi non amate Freddie Mercury :facepalm:

Ti lovvo 

il sound su certi pezzi é innegabilmente clamoroso. livelli altissimi per tutta la carriera, ma sopra di tutti per me quelli dell’album Innuendo (e di The Miracle, concepiti in parte assieme ma poi divisi e completati in tempi diversi). Armonie e delay che hanno fatto scuola, ricercatezza e finezza, riffs che col loro sound hanno arricchito le canzoni senza apparire mai sfacciati. Ha pure Usato la chitarra come vìolini... riesce ad avere  un playing commovente (ogni volta che ascolto These are The Days of Our Lives mi sale il magone). E comunque distintivo, si sente subito il marchio di fabbrica.

Invece post Made in Heaven mi fa un po’ cagare (non so se centri il fatto che da allora ha abbandonato il buon vecchio Pete Cornish)

 

il panza (che poi di panza ne ha di meno di quella della metà di noi, ma siete vecchie perpetue invidiose)... Danzica è inarrivabile. 

 

mayer perché ha il potere di attirare gnocca a profusione

 

prince troppo underrated come chitarrista (e come sound)

 

poi vabbè tutti i solito che avete detto...

 

Come extra potrei includere il chitarrista dei Monster Truck

e Burns nel live del Vasco all‘Heineken di Imola nel ‘99

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Billy Gibbons (ovunque)

Randy Rhoads (ovunque)

Zakk Wylde (pride and glory ed il primo Ozzy)

Adam Jones (10.000 days)

Mark Tremonti (su Blackbird)

Jerry Cantrell (ovunque)

James Hetfield (soprattutto quello anni '90)

Tony Iommi (ovunque)

Justin/Dan Hawkins (primi due)

Matthew Bellamy (ovunque, ma soprattutto i primi 4/5 album)

John Petrucci (Awake)

John Frusciante (Stadium Arcadium)

I due tizi dei Coheed and Cambria

I due tizi degli Strokes

 

Menzione d'onore per chi non ha proprio il canonico "bel suono":

Jack White

St. Vincent

Josh Homme/Troy Van Leeuwen (soprattutto su ...Like Clockwork)

 

E mi fermo, o vado avanti due giorni...

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×