Jump to content
PinkFlesh

Walrus Audio ACS1: l'anti-Iridium

Recommended Posts

Sento una bella cazzimma sul breakup e crunch, mi sembra di intuire che però si fermi lì senza andare sul saturo.

 

Anyway, esteticamente non è che si siano impegnati troppo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là delle features del pedale, dall'ascolto delle demo ho come l'impressione che la simulazione degli amps non regga il confronto con i diretti concorrenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

The Rover proprio te aspettavo 🤣 Era un'esca per sabotare il tuo conto in banca

Lui l'ha provato fianco a fianco con Iridium, e dice che il paragone lo regge alla grande, anzi sulla sim Fender preferisce l'ACS-1. A tratti lo sento pure io più "amp-in-the-room".

Sulla simulazione Vox preferisco Iridium, e lo preferisce pure lui, pur non dicendolo apertamente. La simulazione Marshall è imparagonabile perchè uno si ispira al BluesBreaker, l'altro alla Plexi/JTM45.

 

 

Comunque, ragassuoli miei, avendo sia Iridium sia la versione a valvole dei russi, vi dico (è arrivato capitan ovvio!) che queste demo lasciano il tempo che trovano e le cose vanno toccate con mano.

Ad esempio nella demo di John Natan Chordy, sembrava che i due pedali fossero identici al 99%, invece alla prova dei fatti sono due mondi all'opposto. Lo scorso weekend ho fatto una prova a 3, Iridium, Twin MK3s, Kemper con caricato il profilo clean di un'Hiwatt DR103, una manciata di OD e fuzz tra cui Skreddy P19, Buffalo Evolution, Keeley Red Dirt Germanium, Boss DS1 Keeley, per capire pro e contro di ogni soluzione.

Iridium bello, sempre al suo posto, ma a tratti chirurgico, "overpolished" se mi passate il termine. Il Twin MK3s è più sporco, raw, odora dannatamente di analogico. Provate a metterci lo stesso overdrive o fuzz davanti, otterrete due suoni diversissimi. Nella demo di Cordy con l'Ethos Overdrive davanti, pare che suonino uguali, ma non so se è colpa della compressione youtube, dell'Ethos in sè che appiattisce le differenze tra Iridium e Twin MK3s, o del fatto che abbia una vecchia Lexicon da 99€ come scheda audio.

Meglio o peggio non saprei, ci sono casi in cui preferisco Iridium che mette la traccia di chitarra subito al suo posto nel mix e la fa uscire benissimo, dandogli anche quel tocco di pancia in più, altri in cui preferisco il carattere più grezzo e analogico del Twin MK3s e l'Iridium sembra spompo a confronto. Anche l'overdrive che ci si mette di fronte ha il suo peso nel far pendere la bilancia verso l'uno o verso l'altro.

 

Anche in questa demo i 2 pedali sembrano suonare molto simili, al di là dei diversi IR e del diverso gain che raggiungono i due pedali, ma dal vivo?!

ACS1 ha dalla sua il boost, i 3 presets salvabili direttamente sul pedale (con Iridium ci vuole il Mini Switch da prendere a parte), e il dual amp/cab stereo (Fender su left, Marshall su right ad esempio). Iridium esce di fabbrica con degli IR migliori (per forza...sono tutti Celestion, Valhallir e Ownhammer), oltre ad avere più gain sulle sim Vox e Marshall.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, Uilliman Coscine Terzo dice:

E il Neunaber Neuron?

È sceso di prezzo e per me si candida in pole.

Ma sembra se lo fili poca gente, forse perché non pretende di emulare Vox Fender, Marshall o altre icone che fanno parte del nostro immaginario e quindi ci attizzano di più. Mi decidessi a dare una chance a uno di questi amp+cab, prenderei proprio il Neuron.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, PinkFlesh dice:

The Rover proprio te aspettavo 🤣 Era un'esca per sabotare il tuo conto in banca

😁 Eh! Ma non sai che hai a che fare con un brutto pesce!

La dimensione della mia gas è inversamente proporzionale al conto in banca.

Comunque grazie per il raffronto tra i due pedali che stai provando!

Delle demo su youtube l'ultima cosa da ascoltare, a mio parere, sono proprio i pareri dei dimostratori che non servono a nulla. Meglio ascoltarne i suoni, certo filtrati e post prodotti ma almeno un minimo comparabili tra di loro.

👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, The Rover dice:

Delle demo su youtube l'ultima cosa da ascoltare, a mio parere, sono proprio i pareri dei dimostratori che non servono a nulla. Meglio ascoltarne i suoni, certo filtrati e post prodotti ma almeno un minimo comparabili tra di loro.

👍

 

Certo, ma il fatto è che proprio ascoltando i suoni, ho avuto l'impressione che i 2 pedali fossero praticamente uguali, e invece...

 

Andando all'ACS1, non mi ha fatto scattare la scintilla. Sulla sim Fender sembra fare un po' meglio, ma su Vox e Marshall vince Iridium. Poi magari sotto le dita è tutt'altra storia, ma stando a quanto sentito finora...

Sicuramente nei prossimi giorni uscirà l'immancabile demo di pittorn, dove tirerà fuori un suonone della madonna pure dalle sim Vox e Marshall, ma lui farebbe suonare bene pure una scatola di tonno Rio Mare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
Certo, ma il fatto è che proprio ascoltando i suoni, ho avuto l'impressione che i 2 pedali fossero praticamente uguali, e invece...
 
Andando all'ACS1, non mi ha fatto scattare la scintilla. Sulla sim Fender sembra fare un po' meglio, ma su Vox e Marshall vince Iridium. Poi magari sotto le dita è tutt'altra storia, ma stando a quanto sentito finora...
Sicuramente nei prossimi giorni uscirà l'immancabile demo di pittorn, dove tirerà fuori un suonone della madonna pure dalle sim Vox e Marshall, ma lui farebbe suonare bene pure una scatola di tonno Rio Mare.

I demo dei dimostratori saranno belli da vedere ma non servono a una cippa: sono professionisti pagati per far suonare bene l’oggetto del demo, qualunque cosa sia. Ora, essendo generalmente l’oggetto in questione solo una piccola parte della “catena” capite bene che questi farebbero suonare bene qualunque cosa, il pedale boutique come lo scopino per pulire il cesso. Guardare sti video per farsi un’opinione è come chiedere all’oste se il vino è buono.
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sapevo neppure cosa fosse l'Iridium... e verderli così sembrano una cagata di questi tempi 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, *juanka78* dice:


I demo dei dimostratori saranno belli da vedere ma non servono a una cippa: sono professionisti pagati per far suonare bene l’oggetto del demo, qualunque cosa sia. Ora, essendo generalmente l’oggetto in questione solo una piccola parte della “catena” capite bene che questi farebbero suonare bene qualunque cosa, il pedale boutique come lo scopino per pulire il cesso. Guardare sti video per farsi un’opinione è come chiedere all’oste se il vino è buono.

Verissimo e infatti viva i video registrati a cazzo in cameretta!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Verissimo e infatti viva i video registrati a cazzo in cameretta!

Esattamente. Capisci molto più dai video a cazzo (devi vederne tanti però) piuttosto che dai demo iperprodotti dei vari PT, Burg, Andy e compagnia bella.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo ed è la stessa cosa che ho detto ad un mio amico che stava vedendo delle demo di alcune chitarre. Gli ho detto che tra le sue mani e con la sua strumentazione non avrebbe mai suonato come sentiva nei video.

Sia chiarò non reputo le demo dei dimostratori professionisti inutili, spesso e volentieri sono l'unico modo per dare un'occhiata in antemprima a dei prodotti e per capire cosa offre di nuovo il mercato, ma reputo che l'ascolto di demo amatoriali a volte sia indispensabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, *juanka78* dice:

I demo dei dimostratori saranno belli da vedere ma non servono a una cippa: sono professionisti pagati per far suonare bene l’oggetto del demo, qualunque cosa sia. Ora, essendo generalmente l’oggetto in questione solo una piccola parte della “catena” capite bene che questi farebbero suonare bene qualunque cosa, il pedale boutique come lo scopino per pulire il cesso. Guardare sti video per farsi un’opinione è come chiedere all’oste se il vino è buono.

 

Ci sono dimostratori e dimostratori però. Andy Martin, Burg, Thorn, ci aggiungo pure Andertons, Rabeea Massad e il pelatone col difetto di pronuncia più imbarazzante della storia di Youtube, sono tutti stipendiati più o meno direttamente dalle aziende. Sono l'equivalente maschile delle modelle influencers di Instagram, gente che coi loro video sposta da una parte o dall'altra i desideri di migliaia di chitarristi.

 

Uno che mi sta piacendo molto ultimamente è lui

https://www.youtube.com/watch?v=Cq1dd3iCBkE

https://www.youtube.com/watch?v=TpaREJMzlHk

non sento una post-produzione esagerata sui suoi video. E' molto basic, anche perchè avendo solo una Lexicon I/O 42, e non il rack di compressori valvolari e equalizzatori di Thorn, non è che può fare i miracoli...

Anche lui ha pochissima post-produzione, e avendo sia il Deco che il Dover Driver, garantisco che i 2 pedali suonano proprio come in questi video.

https://www.youtube.com/watch?v=WAKmOXjKO88

https://www.youtube.com/watch?v=P2aA_2qxWOU

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×