Jump to content

Recommended Posts

1 ora fa, mbrown dice:

Ma il porno non era vietato su RC?

Solo quello etero.

 

Bellissima comunque, ti manca solo il cadavere di Les Paul nell'armadio.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Giorgè dice:

Bravo Lorè, un cuoricino solo non basta, P90 tutta la vita!

 

Mi sono dato da fare pure sul versante humbucker :sorrisone: 

 

Anche se ammetto che il p90 è stata la vera rivelazione... l'ho sempre un po' snobbato in passato, e solo di recente ho capito il perché: gli unici che avevo avuto fino all'anno scorso erano montati su chitarrine economiche prese tanto per sfizio, ma i p90 sono pickup che non mascherano niente e se una chitarra è mediocre, il p90 ti restituirà un suono mediocre nudo e crudo, senza imbellettarlo.

Al contrario, se la chitarra è buona come le ultime che ho preso, i p90 sono pickup eccezionali: grossi e grassi ma con attacco croccante sempre in faccia; dinamici, con una reattività al tocco anche superiore ai single coil puri per certi versi... tutte caratteristiche che li rendono tra l'altro molto versatili.

 

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti, non ho altre parole. Hai dei pezzi di storia della musica, goditele e soprattutto suonale.

 

Muoio d'invidia pensando che non potrò mai permettremi dei capolavori simili 😪

 

 

 

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, guitarGlory dice:

 

... o diminuito della metà, come accadde intorno al 2008. Nessuno ha la sfera di cristallo, quindi non si può sapere ;)

 

Una chitarra per me resta sempre uno strumento da suonare... ovvio quando si sborsano tanti soldi gli si fa il pelo e contropelo e si guarda anche alla possibilità di riprenderceli quei soldi, un domani che ci sarà necessità di venderla.

Ma personalmente faccio sempre fatica a considerare una chitarra un "investimento"... se lo facessi, mi sarei risparmiato il refret, l'avrei messa in custodia e tenuta lì in attesa di rivenderla a di più.

E invece da quando è arrivata non vedevo l'ora di refrettarla per spupazzarmela tutti i giorni con soddisfazione :lol:

 

 

Guarda condivido e approvo in pieno, il discorso economico una volta verificata la sostenibilità è una cosa squisitamente secondaria, mi spiego, sarà forse che la nostra passione è considerata di nicchia ai più e quindi la spesa è tante volte è vista come non giustificata.

Tempo fa ho avuto con confronto/scontro con una mia amica che saputo il valore della mia umile R8 ha iniziato a coglionarmi, e nulla è valso il confronto che ho fatto con la sua di passione il ciclismo, e quanto da lei speso per l'ultima bici (quasi il triplo della mia chitarra), la sua risposta è stata che è pieno di gente che compera bici.

Solo questo a giustificazione, nulla è valso il paragone delle reciproche passioni e che io non sono Gary Moore ma che lei non è Nibali...

 

Goditela, tra l'altro in privato con un altro utente tempo fa stavamo discutendo delle Gold e devo dirti che se dal vero la tua è come in foto per me questo Gold è il benckmark!

Ciao

Ale 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ce ne hai messo per postarla!

 

Grande acquisto, il ponte mojoaxe è una manna perché fa salve chitarre che altrimenti, senza modifiche più invasive, sarebbero difficilmente suonabili.

 

Domandona: quanto stabile é? Non essendo ancorato avrei comunque paura di spostarlo suonando, è infondata?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Lefty dice:

 

Guarda condivido e approvo in pieno, il discorso economico una volta verificata la sostenibilità è una cosa squisitamente secondaria, mi spiego, sarà forse che la nostra passione è considerata di nicchia ai più e quindi la spesa è tante volte è vista come non giustificata.

Tempo fa ho avuto con confronto/scontro con una mia amica che saputo il valore della mia umile R8 ha iniziato a coglionarmi, e nulla è valso il confronto che ho fatto con la sua di passione il ciclismo, e quanto da lei speso per l'ultima bici (quasi il triplo della mia chitarra), la sua risposta è stata che è pieno di gente che compera bici.

Solo questo a giustificazione, nulla è valso il paragone delle reciproche passioni e che io non sono Gary Moore ma che lei non è Nibali...

 

Goditela, tra l'altro in privato con un altro utente tempo fa stavamo discutendo delle Gold e devo dirti che se dal vero la tua è come in foto per me questo Gold è il benckmark!

Ciao

Ale 

 

Esatto, alla fine io ho semplicemente convertito e non è che ci abbia messo sopra chissà cosa. Ero arrivato al punto di avere troppe chitarre (tutti pezzi comunque belli tra i 7 e i 12k più o meno)... alla fine ho deciso di darne via un po' e ogni 2-3 vendute ne ho presa una vintage, quindi qualcosa ci ho aggiunto sì, ma tutto sommato è stata una spesa economicamente sostenibile.

 

Riguardo al Gold, questa è in uno stato di conservazione veramente buonissimo, la chitarra è appartenuta a un jazzista per la maggior parte della sua vita ed è sempre stata usata con molta cura e - ipotizzo - conservata in custodia, visto che non c'è quasi traccia di pickguard shadow più chiaro sotto il battipenna (ve lo farò vedere prossimamente sull'altra new entry) e con pochissima ossidazione, solo nel punto di appoggio del braccio.

È molto probabile che sia un Gold restato molto simile a quello originale dell'epoca.

 

 

37 minuti fa, Giorgio V. dice:

Ce ne hai messo per postarla!

 

Grande acquisto, il ponte mojoaxe è una manna perché fa salve chitarre che altrimenti, senza modifiche più invasive, sarebbero difficilmente suonabili.

 

Domandona: quanto stabile é? Non essendo ancorato avrei comunque paura di spostarlo suonando, è infondata?

 

Il Mojoaxe (e prima ancora i bridge modificati da Glaser) sono il motivo per cui le Les Paul 52-53 trapeze sono state riscoperte negli ultimi anni.

Faccio una digressione per chi magari è interessato a un po' di storia: queste prime Les Paul hanno l'angolo del neck con inclinazione di 1⁰, quindi uscivano con un ponticello particolare ancorato al trapezio, in cui le corde vengono montate bottom-wrap (ovvero le corde passano sotto il tailpiece, l'opposto dei successivi ponti  wraptail) per avere un'action ottimale. questo ovviamente, se andava bene comunque per un jazzista degli anni 50, oggi renderebbe difficile qualunque forma di palm-muting o tecnica similare, ed è per questo motivo che le "trapeze Les Paul" erano considerate più difficili da suonare.

 

Il Mojoaxe in sostanza è un ponticello che si monta in 10 minuti al posto del bottom-wrap, sul trapezio originale, sfruttando le due viti originali... nessuna modifica, nessuna perdita di valore, ed essendo top-wrap dà una suinabilita perfetta e moderna (anzi, se devo dirla tutta, lo trovo anche molto più comodo dei ponti 54-55 come appoggio della mano destra).

 

Fine digressione, veniamo alla tua domanda Giorgio :lol:

Il ponte per un periodo veniva fornito con due set di viti per la regolazione dell'altezza, un set con le basi flat che si appoggiano sul top come il ponticello originale, e un altro con delle viti più appuntite, che in pratica fanno una tacca sul top da cui poi non si muovono più (risolvendo il problema del possibile movimento laterale)... la tacca rimarrebbe esattamente sui segni lasciati dal ponte originale, quindi non visibile anche riportandola tutta originale.

Io ho optato per una via conservativa, ovvero ho usato le viti con base flat, ma ho applicato sotto ognuna un invisibile cerchietto di biadesivo... in questo modo il ponte non si muove neanche a volerlo spostare apposta (io poi non ho proprio una mano leggera) e ho lasciato il top intatto ;)

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Lefty dice:

 

Tempo fa ho avuto con confronto/scontro con una mia amica che saputo il valore della mia umile R8 ha iniziato a coglionarmi, e nulla è valso il confronto che ho fatto con la sua di passione il ciclismo, e quanto da lei speso per l'ultima bici (quasi il triplo della mia chitarra), la sua risposta è stata che è pieno di gente che compera bici.

Solo questo a giustificazione, nulla è valso il paragone delle reciproche passioni e che io non sono Gary Moore ma che lei non è Nibali...

 

Le dovevi fa presente che fra un paio d' anni il suo telaio da 6 kappa euro varrà quanto la Graziella de mi nonna.😏

Complimentoni per l' acquisto.

È davvero in condizioni eccellenti!

La 54 comunque  come estetica resta sempre una spanna sopra tutte le altre Goldtop per i miei gusti.

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, guitarGlory said:

Riguardo al Gold, questa è in uno stato di conservazione veramente buonissimo, la chitarra è appartenuta a un jazzista per la maggior parte della sua vita ed è sempre stata usata con molta cura e - ipotizzo - conservata in custodia, visto che non c'è quasi traccia di pickguard shadow più chiaro sotto il battipenna (ve lo farò vedere prossimamente sull'altra new entry) e con pochissima ossidazione, solo nel punto di appoggio del braccio.

È molto probabile che sia un Gold restato molto simile a quello originale dell'epoca.

 

 

Grandissimo acquisto! 

Mi interessa di più della storia di questo strumento, non sai altri aneddoti? Di dov'era questa jazzista? Era uno che suonava a casa oppure ha calcato palchi importanti? 

Ottima!

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissima Lorenzo! Le foto sono mozzafiato. Avevo visto il video su YT prima di leggere il tuo post e mi ero chiesto se fosse una 52 originale o meno. Mi sono risposto da solo, ehe hee.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ric dice:

 

Grandissimo acquisto! 

Mi interessa di più della storia di questo strumento, non sai altri aneddoti? Di dov'era questa jazzista? Era uno che suonava a casa oppure ha calcato palchi importanti? 

Ottima!

 

Non so molto altro in più della sua storia, se non quello che ho detto sopra.

Da quello che mi ha raccontato il precedente proprietario è stata 65 anni negli USA, unico proprietario che ci suonava jazz... poi acquistata dal collezionista da cui l'ho presa io che l'ha tenuta 4 anni, e infine venduta a me per finanziare un'altra Les Paul ben più "pesante". 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/4/2021 at 19:22, guitarGlory dice:

Buona Pasquetta a tutti ❤️

È un po' di tempo che scrivo poco, anche se leggo quasi sempre... tra lavoro e impegni familiari, DAD, videolezioni, il tempo è sempre più scarso purtroppo.

 

Nell'ultimo anno, come già sapranno tutti quelli con cui mi sento tramite whapp, facebook ecc, ho fatto un po' di cambiamenti al parco chitarre... "un po' " è un leggerissimo eufemismo, visto che in pratica ne ho vendute un buon 60%, sacrificate sul dispendioso altare del vintage :lol:

 

Oggi ve ne presento una, l'ultima arrivata: è una Les Paul goldtop del 1952, tutta originale custodia compresa, in condizioni praticamente mint sia esterne che interne... non c'è neanche una saldatura rifatta.

 

IMG-20210329-171938-02-01-01.jpg


IMG-20210329-172059-01.jpg


IMG-20210329-172004-01.jpg


IMG-20210329-171950-01.jpg


IMG-20210330-132729.jpg


IMG-20210319-151809.jpg

 

Il ponte montato adesso (e visibile nelle foto) è un Mojoaxe, ideale per donare una suonabilità "moderna" a queste prime Les Paul che avevano un angolo di 1⁰ per il manico, ed è anche compensato per un'intonazione perfetta lungo tutta la tastiera; il suo bridge originale è conservato in custodia ed in qualunque momento può essere rimontato (anche se onestamente non trovo nessun motivo valido per farlo), perché il mojoaxe si installa senza nessuna modifica alla chitarra.

Quando è arrivata aveva i anche i suoi tasti originali, ormai agli sgoccioli, così ho preferito refrettarla con un classico tasto Jescar 45100, la misura classica montata nelle '59.

 

IMG-20210329-172042-01.jpg

 

Per finire... un piccolo video, nato come sempre per essere condiviso tra pochi amici, ma che penso possa essere interessante per tutti, anche solo per far vedere come una chitarra di questo periodo - a volte poco considerata negli anni passati per via di una suonabilità un po' più laboriosa - possa diventare uno strumento mostruoso con pochi semplici accorgimenti.

 

Il setup utilizzato nel video è:

Chitarra: Les Paul 1952

Ampli: GloryLuxe

Overdrive: Kingtone Duellist e BluesPower

Fuzz: Spaceman Titan II

Delay: HX stomp

 

Nel video specifico via via cosa sto usando di volta in volta ;)

Enjoy!

 

 

questa goldtop mi ricorda quella utilizzata da Gilmour!Bellissima😍

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 4/6/2021 at 1:15 PM, guitarGlory said:

Fine digressione, veniamo alla tua domanda Giorgio :lol:

Il ponte per un periodo veniva fornito con due set di viti per la regolazione dell'altezza, un set con le basi flat che si appoggiano sul top come il ponticello originale, e un altro con delle viti più appuntite, che in pratica fanno una tacca sul top da cui poi non si muovono più (risolvendo il problema del possibile movimento laterale)... la tacca rimarrebbe esattamente sui segni lasciati dal ponte originale, quindi non visibile anche riportandola tutta originale.

Io ho optato per una via conservativa, ovvero ho usato le viti con base flat, ma ho applicato sotto ognuna un invisibile cerchietto di biadesivo... in questo modo il ponte non si muove neanche a volerlo spostare apposta (io poi non ho proprio una mano leggera) e ho lasciato il top intatto ;)

 

 

Ineccepibile Lorenzo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro sarei curioso di sapere che altri pezzi da 90 ha preso, visto il livello mi sa che sono altre bombe!

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, francè dice:

Più che altro sarei curioso di sapere che altri pezzi da 90 ha preso, visto il livello mi sa che sono altre bombe!

 

Photo-collage... queste sono le Gibson che ho adesso, non tante come qualche tempo fa, ma... fanno più festa :lol:

Tutte vintage, tranne le due burst.

 

img1618097198030.jpg

  • Like 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×