Jump to content
Jimmy

Modificare una Marshall Origin 20W

Recommended Posts

Ho preso questa testatina un anno e mezzo fa con la precisa idea di modificarla e farne una mini 800 all'inizio, poi ho deciso di spingerla un po' di più. 

Trasformatori, componentistica, ecc. sono infatti abbastanza simili per non dire uguali nelle testatine marshall (mini 800 e mini plexi) ma la Origin si trova con un po' di fortuna a prezzi molto convenienti (la mia l'ho presa a 200£ circa 230euro all'epoca) come nuova.
L'ampli stock a me non piace, forse ha un senso come base per i pedali (che non uso in genere) ma altrimenti ha un suono un po' come dire...scemo. 
Ha 3 valvole di pre ma una e' usata per un loop valvolare che nel nuovo millennio dovrebbe esser considerato illegale a favore di un neutro e semplice solid state (in genere a base di LND150). 
Ho pensato quindi di farne una base per delle cose birbanti. 
Le modifiche son state:
- riconfigurar la valvola del loop V2 per esser terzo stadio e cathode follower e il tonestack é stato infilato subito dopo ossia 100k di anodo 820Ohm di catodo e il cathode follower con la classica 100k. 
- la prima valvola V1 ha ora il primo stadio classico jcm800 paro paro ossia 100k di anodo, 2.7k e 0.68u al catodo e il classico coupling cap e tutto il circuito che ne segue simile ad una jcm800. 
Il loop é stato rimpiazzato da uno a stato solido visto che la valvola é ora usata per altro. 

Sulla base di questo 800 ho modificato il preamp come la SIR#34, ampli usato da Slash su use your illusion I e II perché ero curioso di sentire come suonasse.
Ho poi aggiunto un clipping con dei diodi switchabile che strizza l'occhio a quelle modifiche tanto famose di Jose Arrendondo (idea questa presa da Jason di Headfirst).
Ho poi cambiato il presence mettendone uno standard (nella 20W sembra piu' qualcosa di derivazione Vox) e ho aggiunto un depth, non perché servisse sul serio ma perché avendo buttato via il circuito del Tilt originariamente sulla Origin (scusate il gioco di parole) avevo un buco da riempire.

Ho ottenuto un ampli che strizza l'occhio agli anni 80-90 e che non pesa nulla, con molto volume ma sfruttabile anche in appartamento soprattutto in modalità low power e con i diodi attivati, non pesa nulla. 
Certo rispetto alla sorella 2204 che ho in giro per casa ha un po' di limiti soprattutto nell'apertura in basso ma di suo suona davvero bene. 
Il video che allego  l'ho fatto per alcuni amici inglesi un annetto fa, scusate la pronuncia Fantozziana 

P.S. poco dopo le prime modifiche ho scoperto l'esistenza di Headfirst Amplification cercando su youtube che le origin le ha fritte e rifritte in ogni modo (ci ha fatto sia una 800 con modifica Jake e Lee molto carina che una plexina). Vi consiglio di dar direttamente un'occhiata ai suoi video se volete veder come si modificano questi ampli, Jason é simpatico oltre che preparato e disponibilissimo.
N.B. La modifica é abbastanza (molto direi) invasiva e non é assolutamente qualcosa che possa fare qualcuno senza nozioni ed esperienza quindi vi invito a NON cimentarvici da soli 🙂
 

 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Giorgio V. dice:

Giro questo video a un amico che sta pensando di vendere il suo, magari cambia idea.

Quando l’ho preso ho detto al tizio che me l’ha venduto che l’avrei modificato mi ha detto :”Mandami un video!” Quando gli ho mandato il video mi fa:”Mi son pentito me lo rivendi?” 😂😂
se vuole poi info su come fare glielo posso dire, ho diverse foto ad alta risoluzione di alcuni passaggi chiave che ho seguito 🙂 . Io ovviamente non la faccio perché non son manco in zona e poi a parte un paio di amici non metto mano agli ampli di altri ma non ho problemi ad aiutare uno a farla 🙂
Headfirst nei suoi video spiega anche come fare ma non concordo su tutte le cose che ha fatto (infatti ci ho chiacchierato un paio di volte a riguardo) ci vuole un po’ di tempo la prima volta per farla perché è abbastanza invasiva e bisogna levar un sacco di roba ma é concettualmente semplice una volta che é chiaro cosa fare :). 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rubava gli autoradio a Napoli, è partito dal mettere in corto l'allarme, staccare il 12volts e con un cacciavite forzare il blocco a sterzo per facilitare gli amici che passavano dopo a prendere la macchina.

Tutto questo mentre mangiava gli spaghetti con le mani

  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, newsound dice:

Vale ma come hai imparato a fare ste cose? hai una base di elettronica?

Si' la avevo dall'uni, avevo fatto tre esami, ma non avevo mai "praticato".  
Poi visto che nel 2016 son rimasto senza lavoro un anno,  ho preso la cattiva abitudine di andar a letto alle 5 di mattina e svegliarmi alle 14... quindi da mezzanotte alle 4-5 in genere studiavo un po' di tutto, elettronica inclusa. 😂
Poi mi son messo a pasticciar e poco a poco ho imparato, alla fine con le giuste basi teoriche e con un po' di pratica, il resto son solo i 2000 esperimenti e letture che ho fatto nel tempo.
Ho fatto anche cosine carine, tipo mi son disegnato da solo la PCB e l'alimentazione per un pedale in due versioni SLO o Marshall 800  a valvole, tutte cose che con un po' di pazienza e musica nelle orecchie si posson fare.
Mi son divertito per un periodo anche a simular con LTspice sti circuiti per veder cosa ottenevo stadio per stadio, come cambiavan le frequenze durante la saturazioen di ogni stadio cambiando i componenti ecc., ecc. poi mi son reso conto che, a parte qualche idea di massima, era impossibile trasformarle chiaramente in un risultato in termini di "musica" e ho sperimentato direttamente.

28 minuti fa, Uilliman Coscine Terzo dice:

Rubava gli autoradio a Napoli, è partito dal mettere in corto l'allarme, staccare il 12volts e con un cacciavite forzare il blocco a sterzo per facilitare gli amici che passavano dopo a prendere la macchina.

Tutto questo mentre mangiava gli spaghetti con le mani

Ovvio gli spaghetti servono ad isolare e non prender la corrente 😂... poi se sei braccato dalla polizia puoi sempre tirarglieli dietro all'improvviso spaventandoli.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel suono, a differenza delle molteplici mod che si vedono nel web mantiene una bella pasta ariosa e Marshallosa,con le giuste medie, senza troppa compressione, senza le alte assassine che molti modders vogliono nei loro ampli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/9/2022 at 18:01, Zado dice:

Bel suono, a differenza delle molteplici mod che si vedono nel web mantiene una bella pasta ariosa e Marshallosa,con le giuste medie, senza troppa compressione, senza le alte assassine che molti modders vogliono nei loro ampli.

Grazie, di base é una 800 di pre con un finale un po’ più tranquillo ma comunque con EL34 e tipicamente marshall… viste le tensioni (oltre 100VDC in meno sul finale) rispetto alla sorella grande suona un po’ più spongy e più vuota in basso. Però ecco é una 800 un po’ pimpata tutto qui :)… la compressione si aggiunge (specialmente con i diodi) ma non diventa mai quel tipo di compressione di molti ampli moderni (stile friedman, Fortin ecc) che a me piacciono poco quando si sale di gain (personalmente si intende). La stessa compressione con i diodi la puoi ovviamente esasperar o meno e render simmetrica o asimmetrica (meglio é meno piatta nel risultato) o anche usar degli MPSA o altri transistor per ottenere tagli ancora più squadrati … a me piace che aiuti un pelo l compressione, altrimenti tagli con diodi a 12V o anche meno e ottieni un metal zone 😂

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dipende sempre dal contesto, un po' di compressione la gradisco anche io soprattutto nei contesti metal un po' più cazzuti, e tutto sommato non mi dispiace la filosofia di Friedman che oltre a comprimere smussa un pelo in alto, a volte ci può stare, anche se nel contesto band trovo si perda un po' di più di una 800 pimpata giusta. Trovo molti fighe mod di questo tipo, rispetto a, chenesò, un Hopkins che rende tutto un coltello sulla lavagna (che pare essere un po' il trend del momento 😁)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, Zado dice:

Dipende sempre dal contesto, un po' di compressione la gradisco anche io soprattutto nei contesti metal un po' più cazzuti, e tutto sommato non mi dispiace la filosofia di Friedman che oltre a comprimere smussa un pelo in alto, a volte ci può stare, anche se nel contesto band trovo si perda un po' di più di una 800 pimpata giusta. Trovo molti fighe mod di questo tipo, rispetto a, chenesò, un Hopkins che rende tutto un coltello sulla lavagna (che pare essere un po' il trend del momento 😁)

 

Si, la Origin che ho modificato e' proprio SIR34 + i diodi perche' non ho voluto aggiungere una valvola in piu' (la board é molto piu' estesa sulla origin che sulla mini plexi o 800 e non c'e' spazio per metterla in modo pulito). 
La 34 e' stata tirata componente per componente dal tizio che ha lavorato alla AFD di Slash guardando dentro all'ampli di slash (c'e' pure un video a riguardo). Non e' segreto ormai cosa sia (a parte che son 5 componenti in croce).
Sulla 36 (che ho messo come switchabile sulla mia 2204) ci sono diverse scuole di pensiero, alcuni aggiungono sostanzialmente uno stadio di cold clipping aggiuntivo (100k di anodo bypassato con 500pf o meno e 10k al catodo NON bypassato) dopo quello della 800 (quindi dopo il secondo stadio). Il risultato a me piace ma non suona come il disco AFD manco un po', ha molto piu' gain e anche compressione. 
Pradossalmente il suono AFD mi pare ottenerlo piu' con la 34 con gli alti un pelo sotto controllo.
Sulla 36 ognuno ottiene la propria formula ho visto. 
Si' Lenz lo "conosco", alla fine dopo aver bazzicato su metroamp ha cominciato a far ste due modifiche che ripeto son abbastanza semplici. 
Comunque se suoni con una 800 ed una LP i suoni di quel disco escon quasi sempre ecco anche senza modifiche... se metti in una 800 stock il Q-zone della MXR di fatto arrivi allo stesso risultato perche' tiri su il contenuto di alte principalmente. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma hopkins intendi David Hopkins?

Questa e' una 800 split che ho convertito in un lead 800 classico con attivabili 34/36 e clipping a diodi per un amico (il video e' suo).
Mentre la 34 suona aspra e molto slash con la 36 si va in altri territori.
Come vedi la 36 per come si legge in giro crea piu' compressione (qui mi sa pero' che aveva pure i diodi on).
https://www.facebook.com/100016882729012/videos/3158366604426312/
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×