Jump to content
Zado

Vernici e differenze sonore: ancora.

Recommended Posts

Visti i giorni di afflizione del forum dovuti a problematiche varie che ben conosciamo, propongo come distrattore un classico che fomenta sempre abbastanza, ossia le differenze sonore fra vernici.

 

In genere io non seguo molto gli youtuber italiani, trovo ci sia sempre un accenno di velata presunzione in molti di essi, ma questo qui non mi dispiace, e lo linko volentieri

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi è capitato di vedere alcuni suoi video in passato, ma non mi entusiasma come youtuber. Non che gli altri youtuber italiani siano meglio...

Alla fine però dice cose condivisibili. Una chitarra viene comprata per essere usata tale e quale, non per chiedersi come suonerebbe da riverniciata. Gli upgrade più comuni riguardano pickup, ponte, elettronica, a volte il manico, ma la riverniciatura...?? E' una interessante curiosità, ma che non sposta di una virgola la decisione dell'acquisto. Non penso che dopo aver visto questo video qualcuno comprerebbe una Harley Benton con l'intenzione di spenderci sopra 2-300€ di riverniciatura.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando parla di tecnica non è male, il problema è che spesso si lascia andare a video banalotti su slash e Kirk hammet che sono acchiappaclick ma non sono nulla di nuovo sotto al sole

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tralasciando il discorso youtuber volevo esprimere come sempre la mia personale opinione ovviamente non richiesta da nessuno:

Le vernici cambiano il suono eccome. Il punto però non è rincorrere la vernice o il tipo di finitura che fa vibrare al massimo il legno. La scelta della vernice è in base a quanto vogliamo che la chitarra vibri e in che modo. Nitro, Truoil, poliuretanica e poliestere proteggono tutte ugualmente il legno ma lo fanno vibrare in modi differenti e non ultimo restituiscono un feeling differente specialmente per quanto riguarda il manico. Ho potuto sentire la stessa chitarra verniciata poliuretanica rifatta a nitro suonare diversamente (come anche priva di finitura suonava completamente diversa).

Quindi la scelta, oltre che essere soggettiva, è anche dettata dal tipo di risultato che vogliamo ottenere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me la vernice giusta è una delle componenti del suono vintage da non sottovalutare.

 

A mio (personalissimo) parere infatti la mia explorer suona come una chitarra vecchia anche perchè è verniciata in un certo modo. E questa cosa l'ho realizzata mettendo a confronto diretto un'altra dwight con una junior del 59 originale ma riverniciata. La dwight suonava e aveva un feel più "corretto".

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Giorgio V. dice:

Per me la vernice giusta è una delle componenti del suono vintage da non sottovalutare.

 

A mio (personalissimo) parere infatti la mia explorer suona come una chitarra vecchia anche perchè è verniciata in un certo modo. E questa cosa l'ho realizzata mettendo a confronto diretto un'altra dwight con una junior del 59 originale ma riverniciata. La dwight suonava e aveva un feel più "corretto".

Quoto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Uilliman Coscine Terzo dice:

Poli con sparkle e passa la paura. No chitarre marroni.

E no pelosi. Vero @nova?

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Uilliman Coscine Terzo dice:

Poli con sparkle e passa la paura. 

Ce l'ho e suona benissimo, saranno i flakes scintillanti che riflettono le armoniche in giro per l'ambiente. 
Il discorso sulla vernice trova il tempo che trova secondo me.
Il corpo in sé é uno dei fattori che pesa meno in una chitarra elettrica (specialmente avvitata come nel tagliere del video).
La vernice é un fattore di quel fattore, ha la sua importanza dopo la scelta del giusto manico, dei giusti PU, del giusto ponte e del giusto legno per il corpo.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente la meccanica della vibrazione è influenzata dalla vernice, che sia un fattore "piccolo" o meno dipende molto dallo spessore, le poli moderne se stese bene in spessori corretti, ovvero sottili, sono assolutamente equiparabili alle vecchie nitro, ecc...  

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che tutto influenza il comportamento dello strumento, se proprio vogliamo far la punta al cazzo, come si dice...

 

Non voglio aprire un dibattito poly vs nitro perché personalmente non penso che ci sia la vernice giusta come non penso che ci sia il suono giusto..

 

Però secondo la mia (limitata) esperienza se lo scopo è quello di ottenere uno strumento che suona e si comporta come uno "vecchio", allora anche la vernice gioca un ruolo. Tant'è che uno strumento vintage riverniciato - cosa che si trova abbastanza spesso - sarà distinguibile da uno strumento identico con la vernice originale, a meno che chi non ha fatto il lavoro sia veramente esperto di restauri.

 

Questo non per dire che le chitarre vintage sono meglio, ma semplicemente che anche la vernice è, per me senza dubbio, uno dei tanti fattori che portano il risultato finale in una direzione o nell'altra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, hivez dice:

Sicuramente la meccanica della vibrazione è influenzata dalla vernice, che sia un fattore "piccolo" o meno dipende molto dallo spessore, le poli moderne se stese bene in spessori corretti, ovvero sottili, sono assolutamente equiparabili alle vecchie nitro, ecc...  

Esatto (e lo dicoavendo piu' chitarre con la nitro che poly eh...)

20 minuti fa, Giorgio V. dice:

Diciamo che tutto influenza il comportamento dello strumento, se proprio vogliamo far la punta al cazzo, come si dice...

 

Non voglio aprire un dibattito poly vs nitro perché personalmente non penso che ci sia la vernice giusta come non penso che ci sia il suono giusto..

 

Però secondo la mia (limitata) esperienza se lo scopo è quello di ottenere uno strumento che suona e si comporta come uno "vecchio", allora anche la vernice gioca un ruolo. Tant'è che uno strumento vintage riverniciato - cosa che si trova abbastanza spesso - sarà distinguibile da uno strumento identico con la vernice originale, a meno che chi non ha fatto il lavoro sia veramente esperto di restauri.

 

Questo non per dire che le chitarre vintage sono meglio, ma semplicemente che anche la vernice è, per me senza dubbio, uno dei tanti fattori che portano il risultato finale in una direzione o nell'altra.

Certo tutto influenza tutto, facevo solo una scala (personale) di importanza. 
Se poi con entrambe le vernici stendi un velo di 5mm sopra al corpo ne risentirai in ogni caso. 
Se ti metti a pasticciare con vari manici, PU, corpi e ponti strato ti accorgi come il corpo non sia il principale dei fattori a prescindere, tutto qui :). 
(A parte che dopo il video di quello che suona le corde fra due tavoli, comincio a pensare di soffrire di psicoacustica da 30 anni 😂).
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, Jimmy said:

Se ti metti a pasticciare con vari manici, PU, corpi e ponti strato ti accorgi come il corpo non sia il principale dei fattori a prescindere, tutto qui :). 
(A parte che dopo il video di quello che suona le corde fra due tavoli, comincio a pensare di soffrire di psicoacustica da 30 anni 😂).
 

 

He he. il tizio degli esperimenti secondo me ha dimostrato una cosa importante ma limitata. Ovvero che all'atto pratico i fattori che cambiano il suono di una chitarra elettrica registrata sono pochi. Però non tiene conto di come tante cose cambiano la risposta e il feel dello strumento.

 

Se lo scopo fosse solo quello di avere una chitarra per registrare allora tutti ce la caveremmo con 300 euro di spesa.

 

Ma al contempo è innegabile che anche cambiare il ponte modifica molto il comportamento di uno strumento.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me è lo spessore, e non la composizione, che possono fare la differenza tra le vernici. Ma non credo che approfondirò ulteriormente 😄

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Ric dice:

fe12abfc198fe952f87e6686f5e16a88.jpg.f3cb1029875d24fc9a48c1f7f83abd72.jpg

😂

 

Quello che gli americani chiamano "hairy sound" 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Jimmy dice:

Ce l'ho e suona benissimo, saranno i flakes scintillanti che riflettono le armoniche in giro per l'ambiente. 
Il discorso sulla vernice trova il tempo che trova secondo me.
Il corpo in sé é uno dei fattori che pesa meno in una chitarra elettrica (specialmente avvitata come nel tagliere del video).
La vernice é un fattore di quel fattore, ha la sua importanza dopo la scelta del giusto manico, dei giusti PU, del giusto ponte e del giusto legno per il corpo.
 

Vabbè ma la vernice la dai anche sul manico 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, evol dice:

Vabbè ma la vernice la dai anche sul manico 😄

Ora la levo pure dall’auto con la carta vetrata, magari vado più veloce 😂.
 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Jimmy dice:

Ora la levo pure dall’auto con la carta vetrata, magari vado più veloce 😂.
 

Mettici il teflon come gli F117 😂

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io una piccola osservazione la farei comunque, per quanto forse ovvia e piuttosto balorda considerato che sempre di giudizio attraverso un video si parla - anche se il fatto che già così si percepiscano discrepanze è forse molto indicativo: a prescindere dal motivo per cui esiste una differenza reale fra prima e dopo ( che sia la composizione della vernice, lo spessore della stessa o entrambe), la chitarra con l'upgrade non suona "meglio" rispetto al punto di partenza. Si sposta l'Eq, si apre in alto, ma non direi che diventa preferibile in modo oggettivo.

 

Torno a sedermi sul cesso.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

non so decidere se mi riesco a convincere o meno dell'urgenza di avere tutte le componenti "al top" per migliorare il suono di uno strumento 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Fra dice:

non so decidere se mi riesco a convincere o meno dell'urgenza di avere tutte le componenti "al top" per migliorare il suono di uno strumento 

Ottima osservazione, ci pensavo anche io. Direi che la soluzione come sempre è trovare la somma delle parti giusta per il suono che vogliamo ottenere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×