Jump to content
Bananas

Ma MJT & compagnia cantante?

Recommended Posts

Parlando da profano totale della cosa, io mi domando anche, nella totale ignorantitudine che mi contraddistingue: al di là del fatto che una partscaster non puoi sapere come suona ( e se suona) finché non ce l'hai in mano fatta e finita... è mica un pensiero per nessuno come sta sacrosanta "si lasci suonare"? No perché io ammetto di averne provate pochissime e sempre da amici che son più bravi a fare a maglia che non a montare strumenti, ma ho sempre trovato setup poco gestibili, con corde che frustavano e sfrittegavano seppur con un action più alto di quel cui sono abituato io, e problemi di curvatura del manico in genere non se ne vedevano. 

Voglio dire, credo che il setup finale e la gestione dei tasti di uno strumento montato sia un valore che valga la pena pagare, soprattutto se si ha un'impostazione con lo strumento un po' corsaiola. 

Cioè io non so un cazzo ma una piallata ai tasti con coronatura, lucidatura e ciccette varie io non mi metterei a farle eh, poi magari son mona io, anzi sicuro quello.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

io feci fare un setup/capotasto/controllo tasti dopo averla messa insieme, comunque un setup base per action e ottavatura non serve in liutaio per farlo.

 

Di base credo che il percorso assemblata abbia senso se ci cercano caratteristiche precise che non si trovano così facilmente sul catalogo fender, altrimenti non conviene più già da un bel pezzo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Zado dice:

Parlando da profano totale della cosa, io mi domando anche, nella totale ignorantitudine che mi contraddistingue: al di là del fatto che una partscaster non puoi sapere come suona ( e se suona) finché non ce l'hai in mano fatta e finita... è mica un pensiero per nessuno come sta sacrosanta "si lasci suonare"? No perché io ammetto di averne provate pochissime e sempre da amici che son più bravi a fare a maglia che non a montare strumenti, ma ho sempre trovato setup poco gestibili, con corde che frustavano e sfrittegavano seppur con un action più alto di quel cui sono abituato io, e problemi di curvatura del manico in genere non se ne vedevano. 

Voglio dire, credo che il setup finale e la gestione dei tasti di uno strumento montato sia un valore che valga la pena pagare, soprattutto se si ha un'impostazione con lo strumento un po' corsaiola. 

Cioè io non so un cazzo ma una piallata ai tasti con coronatura, lucidatura e ciccette varie io non mi metterei a farle eh, poi magari son mona io, anzi sicuro quello.

Considerazione interessante secondo me. Io ad esempio finché la chitarra non me la porto a casa e non la setto come voglio io con le corde che dico io non la "capisco" fino in fondo. Certo è che se me la suono "stock" così come la trovo per 5 minuti e sento che qualcosa non mi convince "a pelle" mollo il colpo. Chi assembla comunque ha un minimo di dimestichezza con setup ecc... altrimenti si appoggia a liutai e derivati.

Anche le stesse MJT ti arrivano con tutta l'elettronica da inserire e con un bel setup da fare. Non ho mai sentito di partcaster "plugnplay" per capirci.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, A wild Manni dice:

io feci fare un setup/capotasto/controllo tasti dopo averla messa insieme, comunque un setup base per action e ottavatura non serve in liutaio per farlo.

 

Di base credo che il percorso assemblata abbia senso se ci cercano caratteristiche precise che non si trovano così facilmente sul catalogo fender, altrimenti non conviene più già da un bel pezzo.

 

No, chiaro, il setup base è una boiata da fare, ma anche quello avanzato (al netto che un liutaro dei quei giusti te lo farà sempre meglio), ma quando metti assieme un manico e un body che non si son mai presentati, ci sta che qualcosa da registrare a livello di tasti ci sia, e lì è una roba che fanno in pochi per conto loro. Poi appunto anche il capotasto potresti volerlo limato in funzione dello strumento completo, e se provo a limarlo io mi resta in mano la paletta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Na volta presi pezzi a muzzo e ci uscii una strato coi contro, merito anche di una mascherina cablata ottima e del liutaio che sistemo il tutto

Va sempre a culo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non ricordo male fini a Maurizio Giani che ne cambio il colore

Questo per dire che spacciavo roba buona

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Bananas dice:

 

Nel caso delle Strato, solo per capire se i legni sono belli risonanti e l'accoppiata è riuscita, le provo prima da spente. Le prendo per il corno superiore e do una bella botta di corde a vuoto. Se mi arriva sulla mano una bella vibrazione potente e il volume è già imponente da spente, mi passano la prima selezione grezza e posso passare alla seconda prova: mi siedo, le imbraccio e tiro un blusaccio ignorante grattuggiato texan con qualche sfriso pentatonico che va da solo senza attenzione al suonaggio. Se le vibrazioni passano belle grasse dal body della chitarra alla panza, posso finalmente provarle da accese, dove mi entrano in gioco  anche i pup che se non mi piacciono li posso sempre cambiare mentre i legni no. Se anche con dei pup che non mi piacciono il suono mi pare comunque rotondo ed equilibrato, le valuto seriamente. Tutte cagate empiriche ovviamente ma io faccio così...

Anch'io le provo prima da spente. Però ascolto più le frequenze che il volume. Spesso una chitarra molto leggera ha tanto volume da spenta ma come frequenze è scavata sulle medie, ha un eccesso di estremi banda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, newsound dice:

Anch'io le provo prima da spente. Però ascolto più le frequenze che il volume. Spesso una chitarra molto leggera ha tanto volume da spenta ma come frequenze è scavata sulle medie, ha un eccesso di estremi banda.

Non nominarmi gli stremi di banda sennò a @Uilliman Coscine Terzo gli si accendono gli occhietti rossi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto ti ho trovato la chitarra giusta per @toplop. Probabilmente la vedremo presto tra le braccia di Giorgetto:

 

https://www.fendercustomshop.com/guitars/telecaster/limited-edition-violinmaster-telecaster-relic-bosnian-aaaa-flame-maple-neck-with-ebony-fingerboard-aged-antique-natural/

 

 

 

 

Non è che puoi dirgli niente, numeri uno assoluti sul marketing. Mi stupisco sempre: nonostante la liuteria la sia abbia sostanzialmente inventata noi, come praticamente anche tutto il resto, oggi stiamo messi così...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono stato chiaro

Sono servito da anni ormai

E poi non mi ci avvicino proprio più alla chitarra

Un giorno forse ...

Vi leggo come un'insegna pubblicitaria 😅

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×