Jump to content
Bananas

Ah ma fanno anche la Tele!

Recommended Posts

Ecco quando vedo sti titoloni tipo tele killer, game changer etc di sti 4 (e magari) prezzolati rimpiango il medioevo. Che già sarebbe da rimpiangere per 1000 altri motivi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I manici in acero o legno chiaro non verniciati e così bianchi sono di quanto più brutto ci possa essere su una chitarra

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me non piacciono, però oh se le fanno qualcuno se le accatterà

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Che roba oscena… già la strato con la paletta Prs é da crimini contro l’umanità … sta tele é na cosa disgustosa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non cominciamo neh, le PRS sono tutte bellissime, anche quelle brutte. Io non le prendo solo perché non piacciono a Giorgetto ecco. :sorrisone:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma a me piacciono le PRS, ne ho avute tante!

Per me la PRS perfetta resta la McCarty uscita negli anni 90.

Purtroppo devo ammettere che l'hardware prodotto da PRS stesso esteticamente mi fa parecchio cacare, anche perchè di estetica stiamo parlando, no? Il suono sono sicuro che sia ottimo.

Forme e dimensioni dei pickups, dei ponti, battipenna vari, sono tutti tremendi.

Appoggio completamente la logica dietro, non pagare terze parti è un ulteriore risparmio per un'azienda ma cazzo assumete qualcuno che le sappia anche disegnare decentemente.

 

Io poi per questi modelli ispirati a cose più classiche scarterei la paletta della custom e utilizzerei quella della Santana.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
a me non piacciono, però oh se le fanno qualcuno se le accatterà
 

Oh c’è Colombo che da quando è uscita usa praticamente solo quella…male non suonerà. Da vedere però non è un granché.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, *juanka78* dice:


Oh c’è Colombo che da quando è uscita usa praticamente solo quella…male non suonerà. Da vedere però non è un granché.

 

Sarà forse perché come endorser deve spingere anche i modelli più recenti che devono conquistarsi la loro fettina nel mercato? 

 

13 minuti fa, Giorgè dice:

Ma a me piacciono le PRS, ne ho avute tante!

Per me la PRS perfetta resta la McCarty uscita negli anni 90.

Purtroppo devo ammettere che l'hardware prodotto da PRS stesso esteticamente mi fa parecchio cacare, anche perchè di estetica stiamo parlando, no? Del suono sono sicuro che sia ottimo.

Forme e dimensioni dei pickups, dei ponti, battipenna varie, sono tutti tremendi.

Appoggio completamente la logica dietro, non pagare terze parti è un ulteriore risparmio per un'azienda ma cazzo assumete qualcuno che le sappia anche disegnare decentemente.

 

Io poi per questi modelli ispirati a cose più classiche scarterei la paletta della custom e utilizzerei quella della Santana.

 

Certo. A me PRS piace quando fa le PRS, molto meno sui modelli "ispirati". Comunque se riprendessi una Tele mi ispirerei alle tue, se volessi una Les Paul prenderei una Les Paul. In generale a parte le Santana o quella di Optimus Juanka, esteticamente di PRS non mi piace nulla. Poi oh, saranno grandi chitarre più pro dei pro ma io le compro per guardarle in cameretta, mica per suonarle. Come i pedaletti e gli amp del resto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che sull’estetica apprezzata dal chitarrista medio si potrebbe fare una tesi universitaria. Diciamocelo: al chitarrista, specie se un po’ attempato, piace quello che è abituato a vedere, fine. Trova bella una Tele tradizionale (che ammettiamolo, sembra veramente un tagliere), sbava sulla paletta di una Les Paul (che sinceramente dai, c’è di meglio) ma appena gli fai vedere la paletta di una Heritage (che ok, non sarà un granché…ma non è che quella Gibson normale sia tanto meglio) ha un mezzo mancamento. Personalmente trovo sta Tele PRS non molto riuscita ma già la Silver Sky non mi dispiace per nulla, non fosse per il radius a mazza da baseball c’avrei fatto più di un pensierino. Il design classico loro (tipo Custom o McCarty) lo trovo un capolavoro.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va beh ma zio Optimus, non c'è niente di male a essere fan boy di Hamer e PRS e hater di Fender e Gibson, cioè noi ti vogliamo bene lo stesso e ci guardiamo sempre con gioia tutte le tue prove. Sulle palette ci sono principi e precetti di geometria sacra che parlano chiaro, non la metterei sul conflitto generazionale boomer contro resto del mondo ecco.:banana:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Va beh ma zio Optimus, non c'è niente di male a essere fan boy di Hamer e PRS e hater di Fender e Gibson, cioè noi ti vogliamo bene lo stesso e ci guardiamo sempre con gioia tutte le tue prove. Sulle palette ci sono principi e precetti di geometria sacra che parlano chiaro, non la metterei sul conflitto generazionale boomer contro resto del mondo ecco.:banana:


Ma io non sono né fanboy né hater di nessuno. Semplicemente ho una mia “teoria” che mi porta ad evitare i marchi storici per motivi prettamente economici, nulla più. Esteticamente parlando, per me là Strato è un capolavoro e pure a livello sonoro, avessi fondi illimitati, una bella custom shop me la farei più che volentieri. Non ne faccio neanche una questione generazionale, dico solo che il chitarrista medio tende ad amare quello che ha sempre visto e che giudica “classico” e senza tempo. Insomma, del giudizio estetico del chitarrista mi fido molto poco, non credo meriti grande considerazione.
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

due prs ho avuto, una McCarty del '95 (ancora di quelle con il modello scritto a mano dietro la paletta) e una custom 24, 10top, del 97, Santana yellow con pure i puppi della Santana zebra. una roba da pasticciarsi solo a vederla.

meravigliose, entrambe meravigliose, QUELLA McCarty la riprenderei immediatamente se la trovassi, ma al momento avendo un numero ridotto di chitarre prima di cercare in casa prs andrei ad accattarmi una tele, una Gibson (a me piace pure la DC standard, che è molto "PRS-iana") e almeno un'altra ibba (possibilmente una 565 anni 90 perché vorrei la configurazione HS) 

 

ma le prs come erano fino agli anni 00 erano quasi tutte bellissime, poi è iniziata sta deriva di fare chitarre antagoniste della bellezza e siam messi a dover vedere dei catorci degni degli amici della merda.

 

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma se non erro lui in live non usciva con una semplice SC24 ? almeno con gli alter bridge mi pareva fosse così ...con slash niente signature direi che canta e basta 😂.

 

Comunque al di là dell'operazione di marketing lui lo reputo un gran cantante, con slash mi piace da paura ...con tremonti a parte il pezzo metalingus direi che il resto possiamo tralasciare...

 

PS OT: sto guardando su prime un grand film con Matt Demon & Ben Affleck dal titolo "AIR" che racconta la storia della nike con Michael Jordan e direi che sia assolutamente trasportabile al mondo chitarristico. In poche parole far diventare marchio/moda qualcosa che prima non si filava nessuno... e che all'improvviso costa parecchi dolla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro bisogna dire che anche PRS ormai è un brand da boomer. In origine nasceva per fondere il meglio dei mondi Fender e Gibson con prodotti di grande qualità e finitura, mettendo a disposizione i suoni di entrambe su un unico strumento; l'esigenza era di dare un prodotto evoluto ma classicheggiante per rispondere proprio a quel chitarrista un po' attempato dotato di piccioli a cui si riferiva lo zio Optimus Juanka, il quale non voleva sentir parlare di shredding e Super Strat, eh. Il problema è che PRS come brand non ha la tradizione storica per mettersi a "relicare" le sue chitarre e quindi, non avendo più nulla da inventare come glia altri, prende un endorser e gli fa la Strata o la Tele PRS. Una cosa piuttosto triste a mio parere perché sempre di marketing e piccioli si tratta. I Super Giovani guardano comunque altrove e ormai la sfida sarebbe su ergonomia e materiali innovativi per sostituire il legname. Io aspetto la prima chitarra in grafene con AI integrata che mi guida i diti come fossi Hendriz, eh. Cioè, eh, ormai gli esoscheletri che vedevamo nei film di fantascienza oggi sono già nelle fabbriche in catena di montaggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne brutta ne bella, non mi dispiacerebbe però averla (come qualsiasi cosa). Apprezzo più sta roba qua che la solita santana/custom24 che appunto, come dice il bananone, e' roba di metà anni 80 per gente che voleva " il meglio dei due mondi"..cioè, mi sa di vecchio proprio il concetto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PRS, quando aveva Knaggs, faceva le Chesapeake Choptank, Private Stock. A mio gusto queste si che erano belle

dc099d2c00d0935f354cecec3389929d.jpg
c941c0541764d09a1a0a97157b0ff007.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, se vogliamo parlare di prodotti contro natura rispetto al brand, queste non erano male e neanche bruttissime, paletta compresa. Non è da escludere che abbiano dato qualche spunto a PRS quando Robben Ford imperava sul finire degli Ottantas:

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ne brutta ne bella, non mi dispiacerebbe però averla (come qualsiasi cosa). Apprezzo più sta roba qua che la solita santana/custom24 che appunto, come dice il bananone, e' roba di metà anni 80 per gente che voleva " il meglio dei due mondi"..cioè, mi sa di vecchio proprio il concetto. 

Secondo me la storia del “meglio dei due mondi” se la sono inventata i fanboy, Paul Reed Smith era semplicemente un liutaio appassionato di strumenti vintage che a un certo punto ha sviluppato e portato avanti la sua idea di chitarra: inevitabilmente non poteva che combinare elementi presi qua e là dai modelli storici con alcuni spunti personali. Nulla di eclatante, c’hanno provato in tanti: il punto essenziale qui è che c’è sintesi e sintesi, lui mi pare abbia fatto un PELINO più centro degli altri, al punto che oggi come oggi modelli come la Custom o la McCarty sono considerati “classici” quasi quanto una Strat o una Les Paul. Nel mondo ULTRACONSERVATORE dei chitarristi rock mi pare un successo non da poco. Altra cosa da notare: non si è adagiato sugli allori, ha continuato a sperimentare sia sui materiali che sui processi produttivi, tanto che è mia opinione (condivisibile o meno) che le PRS attuali siano addirittura migliori di quelle vecchie da molti punti di vista. A livello di magneti, ad esempio, credo che il miglioramento negli anni sia stato veramente netto e oserei dire oggettivo.
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minutes ago, Bananas said:

Beh, se vogliamo parlare di prodotti contro natura rispetto al brand, queste non erano male e neanche bruttissime, paletta compresa. Non è da escludere che abbiano dato qualche spunto a PRS quando Robben Ford imperava sul finire degli Ottantas

 

Aborro anche questa infatti, mancanza di gusto tanta quanta la silver sky

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×