Jump to content

superfuzz

Members
  • Content count

    1,522
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

superfuzz last won the day on May 6 2019

superfuzz had the most liked content!

Community Reputation

381 Excellent

1 Follower

About superfuzz

  • Rank
    bigmuff

Profile Information

  • Gender
    Not Telling
  • Location
    Treviso

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. superfuzz

    Voglio un flanger

    Infatti mi sembrava di averlo scritto chiaramente nel mio post. Mi sembrava anche che chi ha aperto la discussione parlasse di aeroplano/aeroplanino. Parlo per esperienza diretta, perchè l'Hartman ce l'ho in pedaliera e se gli metti davanti un overdrive o un booster fa l'aeroplanino. Ho anche un chorus e non fa nemmeno l'aeroplano di carta, qualsiasi cosa gli butti dentro.
  2. superfuzz

    Voglio un flanger

    Io ho l'Hartman, che è molto ricchione sotto tanti punti di vista. Però è grande, però è simil Electric Mistress... In ogni caso, non potrei non consigliarlo, perchè il suono è davvero bello.
  3. superfuzz

    Jaguar e Jazzmaster fan cagare.

    Ho due Jaguar e una Jazzmaster. Non fanno cagare, ma sicuramente non vanno bene per i generi che hai citato. La Jaguar è una chitarra con poco sustain e un attacco "particolare". Per quanto tu possa modificarla (intendo pickup e ponte), non perde queste due caratteristiche. Il suono è molto brillante, ma lo puoi bilanciare meglio passando dai pot da 1000 (stock) a 500 o anche 250. Queste sue peculiarità la rendono adatta a generi in cui si usano effetti tipo riverbero lungo (surf rock) o chorus (post punk/new wave), questo non vuol dire che non vada bene anche per altri generi tipo funk (puliti secchi e strangle switch attivato) o garage (quindi distorti con il fuzz). La Jazzmaster è diversa. Ha un suono meno secco, più dolce e pieno, quasi "diffuso". Puoi sempre modificarla (pickup, ponte e pot) per renderla più vicina ai suoni classici e si presterebbe meglio della Jaguar. I generi cui si presta meglio sono il pop, ambient, post rock per la capacità di avere sempre un pulito dolce e aperto allo stesso tempo. Se ci aggiungi un overdrive o un fuzz puoi suonare alternative rock (vedi ad esempio i Dinosaur Jr.). Per la cronaca: Su una Jaguar ho messo i SD Antiquity e i pot da 250k, sull'altra i SD Hot e i pot da 500k. Entrambe con ponte Mastery. Sulla JM ho messo i SD Antiquity e i pot da 250k. Ponte Staytrem. Sono modifiche che migliorano la risposta della chitarra, ma il carattere resta sempre quello originale.
  4. superfuzz

    Superfuzz

    Il 1981... ce l'ho da una settimana. La prima impressione è stata negativa. L'avevo portato direttamente in sala prove senza provarlo a casa, pensando che funzionasse come un Rat. Infatti l'altro chitarrista mi surclassava ogni volta che lo accendevo. Entrambi con la Les Paul con i P90, lui dritto in una 1987x, io con il 1981 dentro una 1959slp. Poi l'ho provato con calma a casa dentro il Twin Reverb e l'AC30. Il suono con poco/pochissimo gain è superiore al Rat , idem con il gain a palla (molto bello). Il controllo CUT è precisissimo. Nel senso che, una volta impostato il DRV (gain), c'è una posizione precisa del CUT che suona bene. Se ti sposti di un millimetro in qua o in là, si sputtana tutto. Quindi, dopo aver imparato la lezione, l'ho portato in sala con una testata/cassa Orange ed è andata molto meglio, anche se il suono del pedale è molto più figo con Marshall/Fender/Vox. Con l'Orange è un po' "troppo"... Questo ce l'ho da un po' ormai. E' una figata. Ho venduto tutti gli altri delay. Non ci trovo nessun punto debole, ci fai qualsiasi cosa e funziona anche da looper. L'ho uso anche con il Moog e spacca. Molto di più del Capistan.
  5. superfuzz

    Superfuzz

    Ultima pedalboard: Ultime due chitarre:
  6. superfuzz

    Clean da paura, con due pedali.

    Ragazzi, credetemi, un buon klon settato da clean boost lo conosciamo tutti, ma con il giusto compressore messo prima ho trovato il pulito perfetto. Era uno stack che non avevo mai provato prima, pensando che un pedale escludesse l’altro.
  7. Ieri sera a prove ho provato qualcosa di diverso dal solito. Ampli: Vox AC30 anni 90, coni Blue Alnico, ingresso Top Boost ponticellato con il Normal. L'ampli era settato in pulito con il volume al minimo, quindi un po' "morto". Chitarra: Fender Jaguar AVRI62, pickup Seymour Duncan Antiquity I, potenziometri da 250k, ponte Mastery. Primo pedale in catena: Diamond Compressor. COMP ore 10:00, EQ flat, VOL appena sopra lo unity gain. Secondo pedale in catena: Archer Ikon. GAIN ore 9:00, EQ ore 1:00, VOL appena sopra lo unity gain. Il compressore aggiungeva sustain e brillantezza al suono, senza compromettere la dinamica. Il klon metteva la "pancia" e faceva bilanciare tutte le frequenze, aggiungendo una leggera saturazione sulle pennate più decise. Fantastico. Non avevo mai avuto un pulito del genere con il Vox. Se avessi alzato il volume dell'ampli avrei ottenuto lo stesso risultato? No. Per ottenere un risultato simile sarebbe stato necessario alzare molto di più il volume.
  8. superfuzz

    Superfuzz

    Le prime impressioni sono ottime. L'ho provato un po' a casa, dove non avevo dubbi suonasse bene. L'ho portato una volta a prove e mi ha impressionato. Con un pedale solo ho sostituito il Polymoon (per i delay lunghi di ambiente) e il Dig (delay ritmico con una ripetizione sui quarti e una sugli ottavi puntati). Oltre alla comodità di fare tutto con un pedale, la qualità del risultato finale mi sembra superiore a quella precedente. La modalità drum ha molta presenza sulle medio basse, tape è più morbida ed equilibrata, e studio parte da un segnale ad alta fedeltà. Una volta deciso il suono di partenza poi aggiungere gain e modulazione oppure togliere bassi e alti. Il riverbero è figo e il buffer non lo sento. Senza dimenticare che fa anche da looper con o senza decadimento della frase registrata.
  9. superfuzz

    Superfuzz

    Ho provato il Volante un paio di volte a casa, giusto per capire i settaggi da usare in sala prove. La prima impressione è stata impressionante. Stasera prova del fuoco con la band.
  10. superfuzz

    Superfuzz

    Forse qualche link è saltato... mi dispiace. Di solito copio la URL dell'immagine da Instagram.
  11. superfuzz

    Superfuzz

    Il Polymoon proprio non mi piaceva, a differenza del Mercury7. Magari non faceva per me, o non ho capito come usarlo, ma risultava sempre "finto", soprattutto a prove e dal vivo. Ho venduto Polymoon, Dig e Capistan. Con il Volante direi che sono a posto per qualche mese.
  12. superfuzz

    Superfuzz

    Qualcuno lo doveva pur fare.
  13. Dopo un anno di Twin Reverb la JTM45 dentro quattro Greenback.

    1. madmax63

      madmax63

      Tanta roba... 😀

    2. gianimaurizio

      gianimaurizio

      E' un pò come risorgere.... 

  14. superfuzz

    Il vostro pedale dell'anno che fu

    L'ho usato con successo in sala prove e dal vivo. Quando lo spingo con l'Hotcake fa ancora più paura. Se ci fosse scritto sopra Skreddy o D*A*M potrebbe essere venduto a 200/300€. E molti scriverebbero che li vale. Ripetto a questi ultimi ha forse un po' di "note articulation" in meno a parità di volume, ma in un mix è difficile distinguere le cose. Vedo che tanti lo comprano e lo rivendono... boh per 70€ non so davvero cos'altro si possa desiderare.
  15. superfuzz

    Il vostro pedale dell'anno che fu

    L'ho preso pensando di usarlo per fare cose ambient e alla fine mi sono stupito di quanto bene suonasse con un settaggio plate "standard". Intendo che ha una bella eq che esce bene nel mix della band, inoltre puoi controllare eq, modulazione, pitch e decay a tuo piacimento. Come profondità e "bellezza" del suono lo trovo migliore ai miei due preferiti: Wet e Flint. Questo però è soggettivo... Lo switch per lo swell è usabilissimo e credibile.
×