Jump to content
newsound

Gibson T-Top versioni

Recommended Posts

Mi sto informando per prendere 2 T-Top. Vedo che ci sono 2 versioni, una con lo sticker ed una con il codice impresso sul metallo. Ci sono differenze sonore tra le due versioni?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, newsound dice:

Mi sto informando per prendere 2 T-Top. Vedo che ci sono 2 versioni, una con lo sticker ed una con il codice impresso sul metallo. Ci sono differenze sonore tra le due versioni?

Assolutamente sì.

Dei T-Top patent sticker ci sono almeno tre versioni:

- quelli con lo sticker e le viti in che tengono le bobine in ottone con testa a taglio, cavo con schermatura in metallo a vista

- come sopra ma con cavo in plastica a due conduttori grigio

- come la prima versione ma con viti in ottone a croce

Queste tre versioni suonano praticamente identiche, produzione abbastanza costante. Ogni tanto me ne è capitato qualcuno con una EQ più spostata sulle medio alte

 

Dei T-Top NON sticker (o patent number o patent stamped) ci sono queste versioni:

- quelli con la basetta con il Pat. viti a croce in ottone e cavo schermato. Cover (se presente) più arrotondata ai bordi tipo i patent sticker.

- come sopra ma con cover (se presente) più profonda e stampo ad inchiostro con data di produzione

- come sopra ma con basetta con 12 fori viti anziché 6 (anche se ci sono solo 6 viti. Le 12 viti venivano usate sui Dirty Fingers)

Sempre T-top ci sono anche i Velvet Brick che sono identici ai patent stamped ma non sono i patent stamped. Venivano montati sulle The Paul e The Sg (e la serie Firebrand) ma (forse) si riescono a distringuere solo dall'uscita in KOhm.

Queste versioni mi sembrano piutosto più tonde e "cafone" con più medio-basse della versione sticker.

 

Si fa presto quindi a dire T-top...

 

Menzioni onorevoli senza T-top ma con ancora il patent:

 

- Patent number con bobine affogate nella resina epossidica nera (detti anche Tar Back, alcuni non hanno nemmeno più il patent. Tecnicamente potrebbero pure essere T-top le bobina ma non si può verificare)

- Patent number con codici a caratteri grandi solitamente a 6 cifre stampati ad inchiostro (Tim Shaw era)

- come sopra ma con viti bobine a testa grossa a croce in acciaio (fine'80-primi'90)

 

 

  • Like 3
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, evol dice:

Assolutamente sì.

Dei T-Top patent sticker ci sono almeno tre versioni:

- quelli con lo sticker e le viti in che tengono le bobine in ottone con testa a taglio, cavo con schermatura in metallo a vista

- come sopra ma con cavo in plastica a due conduttori grigio

- come la prima versione ma con viti in ottone a croce

Queste tre versioni suonano praticamente identiche, produzione abbastanza costante. Ogni tanto me ne è capitato qualcuno con una EQ più spostata sulle medio alte

 

Dei T-Top NON sticker (o patent number o patent stamped) ci sono queste versioni:

- quelli con la basetta con il Pat. viti a croce in ottone e cavo schermato. Cover (se presente) più arrotondata ai bordi tipo i patent sticker.

- come sopra ma con cover (se presente) più profonda e stampo ad inchiostro con data di produzione

- come sopra ma con basetta con 12 fori viti anziché 6 (anche se ci sono solo 6 viti. Le 12 viti venivano usate sui Dirty Fingers)

Sempre T-top ci sono anche i Velvet Brick che sono identici ai patent stamped ma non sono i patent stamped. Venivano montati sulle The Paul e The Sg (e la serie Firebrand) ma (forse) si riescono a distringuere solo dall'uscita in KOhm.

Queste versioni mi sembrano piutosto più tonde e "cafone" con più medio-basse della versione sticker.

 

Si fa presto quindi a dire T-top...

 

Menzioni onorevoli senza T-top ma con ancora il patent:

 

- Patent number con bobine affogate nella resina epossidica nera (detti anche Tar Back, alcuni non hanno nemmeno più il patent. Tecnicamente potrebbero pure essere T-top le bobina ma non si può verificare)

- Patent number con codici a caratteri grandi solitamente a 6 cifre stampati ad inchiostro (Tim Shaw era)

- come sopra ma con viti bobine a testa grossa a croce in acciaio (fine'80-primi'90)

 

 

Minchia... grazie mille! Ecco perche vedo tutta questa differenza di prezzo tra sticker e non. Ma quindi i non sticker suonano più grossi? mi potrebbe far comodo

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, evol dice:

Assolutamente sì.

Dei T-Top patent sticker ci sono almeno tre versioni:

- quelli con lo sticker e le viti in che tengono le bobine in ottone con testa a taglio, cavo con schermatura in metallo a vista

- come sopra ma con cavo in plastica a due conduttori grigio

- come la prima versione ma con viti in ottone a croce

Queste tre versioni suonano praticamente identiche, produzione abbastanza costante. Ogni tanto me ne è capitato qualcuno con una EQ più spostata sulle medio alte

 

Dei T-Top NON sticker (o patent number o patent stamped) ci sono queste versioni:

- quelli con la basetta con il Pat. viti a croce in ottone e cavo schermato. Cover (se presente) più arrotondata ai bordi tipo i patent sticker.

- come sopra ma con cover (se presente) più profonda e stampo ad inchiostro con data di produzione

- come sopra ma con basetta con 12 fori viti anziché 6 (anche se ci sono solo 6 viti. Le 12 viti venivano usate sui Dirty Fingers)

Sempre T-top ci sono anche i Velvet Brick che sono identici ai patent stamped ma non sono i patent stamped. Venivano montati sulle The Paul e The Sg (e la serie Firebrand) ma (forse) si riescono a distringuere solo dall'uscita in KOhm.

Queste versioni mi sembrano piutosto più tonde e "cafone" con più medio-basse della versione sticker.

 

Si fa presto quindi a dire T-top...

 

Menzioni onorevoli senza T-top ma con ancora il patent:

 

- Patent number con bobine affogate nella resina epossidica nera (detti anche Tar Back, alcuni non hanno nemmeno più il patent. Tecnicamente potrebbero pure essere T-top le bobina ma non si può verificare)

- Patent number con codici a caratteri grandi solitamente a 6 cifre stampati ad inchiostro (Tim Shaw era)

- come sopra ma con viti bobine a testa grossa a croce in acciaio (fine'80-primi'90)

 

 

@newsound Ale, io ho avuto solo 2 set  di T-Top del tipo che ho messo in grassetto, non avevano cover i miei... potrei dire che più che "grossi" suonavano più dolci ..un pelo meno attacco sulle medie rispetto al PAF classico. A me piacevano molto.. poi li ho venduti una decina di anni fa credendo di fare un affare.... (bella cazzata).

Capisco che la mia testimonianza numericamente non faccia statistica, ma questo posso dirti

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Ric67 dice:

@newsound Ale, io ho avuto solo 2 set  di T-Top del tipo che ho messo in grassetto, non avevano cover i miei... potrei dire che più che "grossi" suonavano più dolci ..un pelo meno attacco sulle medie rispetto al PAF classico. A me piacevano molto.. poi li ho venduti una decina di anni fa credendo di fare un affare.... (bella cazzata).

Capisco che la mia testimonianza numericamente non faccia statistica, ma questo posso dirti

@Ric67 tieni presente che magari quelli capitati a me suonavano più grossi e i tuoi più dolci. E' proprio questo che intendevo in generale con produzione abbastanza costante.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, hyeronimusss dice:

Ragazzi, ma questi cosa sarebbero?

image.thumb.jpeg.dad2ef81bafd6bbdef1fa1452941ea23.jpeg

minkiam sticker...  🙂

dovresti levare le cover per vedere

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se le cover sono cromate e sembrano le sue originali sono sicuramente T-Top patent sticker di fine '60 o primi '70

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, hyeronimusss dice:

puzzano come se fossero dell'ottocento, tornano dritti nell'armadio

ti do l'indirizzo del mio armadio....

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, hyeronimusss dice:

puzzano come se fossero dell'ottocento, tornano dritti nell'armadio

Un peccato tenerli nell'armadio però!

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì, a me piacevano, soprattutto quello al manico per i puliti, uno è diventato leggermente microfonico, li ho cambiati per giustificare l'acquisto di un'altra chitarra in cui metterli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×