Jump to content

Giorgio V.

Staff
  • Content count

    6,080
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    24

Giorgio V. last won the day on January 24

Giorgio V. had the most liked content!

Community Reputation

1,018 Excellent

2 Followers

About Giorgio V.

  • Rank
    Senior Member
  • Birthday 10/05/1984

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Padova

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Giorgio V.

    Hamer e pedali storti: il regno di Juanka78

    Sì lo so, anche la mia custom 24 ha il manico regular, era una domanda retorica :) Manico più comodo del mondo a parere mio.
  2. Giorgio V.

    Hamer e pedali storti: il regno di Juanka78

    Splendida Giancarlo. Quanto comodo è quel manico?
  3. Giorgio V.

    JHS Muffuletta

    Sì la definizione si sente. E ha senso visto che il Thorpy dovrebbe essere un triangle migliorato invece che un clone diretto come il JHS. Mi sorprende la rumorosità invece, di solito i pedali JHS sono molto silenziosi. Lo switch è un soft click?
  4. Giorgio V.

    JHS Muffuletta

    Il JHS sembra più grosso, il thorpy più presente, però non trovo che mettere l'eq in flat sia la cosa giusta per comparare due pedali, perché dipende troppo dalla corsa del potenziometro, specie considerato che quello del JHS deve fare da tono per 5 o 6 circuiti diversi quindi non è "tarato" per la modalità triangle specificamente. Secondo me quando si comparano due pedali bisognerebbe settare il primo in modo "ideale" e poi vedere se il secondo riesce a replicare quel suono, senza badare a dove cadono i potenziometri, e poi fare l'opposto, ovvero se il primo riesce a replicare il secondo.
  5. Giorgio V.

    Les Paul '59 (the real thing)

    Nel senso di provare sia i wolfetone che i paf sulla stessa chitarra? No. Non ho mai avuto p.a.f. miei, ho solo avuto a disposizione chitarre con p.a.f. di un amico, quindi senza libertà di spippare a piacimento. Quello che ho fatto è stato suonare chitarre diverse equipaggiate con repliche e paf veri back to back. Alla fine al di là del timbro sonoro - che poi dipende dal resto della chitarra, legni, hardware, etc - la cosa bella dei paf è la chiarezza e (anche per effetto della prima) la dinamica, che è molto evidente sia quando suoni il pickup aperto a 10 sia quanto abbassi il volume. Ci sono alcuni pickup moderni che replicano davvero bene il comportamento di un paf a 10 (tipo stephens design), ci sono altri che replicano ottimamente il modo in cui un paf si pulisce quando abbassi il volume (tipo wizz), ma non conosco nessun pickup moderno che replica al 100% tutto quello che fa un paf vero. Nonostante questo, per me non vale la pena spendere 8k o più per un set di p.a.f., trattandosi di sfumature che non arriveranno mai a chi ti ascolta, nemmeno se fosse un invasato come noi. Personalmente mi sono acclimatato con i wolfetone. Mi piace il prezzo, mi piace come suonano a 10, mi piace come si puliscono e mi piace la disponibilità di chi li fabbrica nel rispondere, consigliare e fare modifiche senza chiedere un soldo in più. Sulla les paul ho al ponte un marshallhead con il magnete in alnico 2 e un legend al manico, il marshallhead è IL suono rock, e quando abbassi il volume resta cazzuto come un p90, mentre il legend è molto aperto e bello sui lead alla gheri mur e musica da ascensore varia. Sulla flying V ho un set di marshallhead mkII e sono anche questi bellissimi, aperti, definiti e molto vicini ai single coil come caratteristiche, con basse molto ferme senza risultare spompi. Poi abbassi il volume e sembra di suonare una fender (parole non mie). Se dovessi cambiare i pickup ad altre chitarre prenderei sicuramente altri wolfetone.
  6. Giorgio V.

    JHS Muffuletta

    Pedale che mi incuriosisce molto... Ho il pack rat e devo dire che è un pedale molto ben riuscito a mio parere. Non solo le modalità sono per lo più ben distinte, suona anche molto bene, pure comparato con i rat vintage che ho. Non che mi abbia convinto a venderli, ma suonando dal vivo sarebbe abbastanza indifferente prendere l'uno o l'altro. Immagino quindi che il muffuletta sia comparabile. Il bonsai mi pare invece meno interessante visto che alla fine un ts è un ts.
  7. Giorgio V.

    Les Paul '59 (the real thing)

    Purtroppo al "real deal" non sono mai arrivato, la mia esperienza si ferma alla conversion. P.a.f. veri però li ho provati sì, e purtroppo non esiste ancora il pickup che replica perfettamente un paio "di quelli buoni". Anche se considerati i prezzi e i rischi legati al mercato dei p.a.f. (compreso quello di comprare un pickup non riuscito benissimo) mi tengo stretti i wolfetone.
  8. Giorgio V.

    "travasare" effetti Boss

    Se riesci nel tuo intento e vuoi disfarti del case boss vecchio lo prenderei volentieri io. Cerco proprio uno scatolo Boss per un progetto.
  9. Giorgio V.

    La tua pedaliera, cosa, perché e come.

    Parola e verità, un rat è un rat. Trovo delle differenze vere nell'uso pratico tra il Turbo dell'89 e il Turbo del 2002 ma non tanto in termini di suono, quanto piuttosto di qualità dei potenziometri. Con il Turbo del 2002 è abbastanza difficile gestire il pot della distorsione nel range basso ad esempio, passa da zero a 20 saltando tutto quello che c'è in mezzo. Ma a livello di suoni siamo più o meno lì. Nonostante questo, rat e affini mi fanno sempre gas, terrò questo ratsbane sott'occhio.
  10. Giorgio V.

    La tua pedaliera, cosa, perché e come.

    Come lo trovi il ratsbane rispetto al rat vero?
  11. Giorgio V.

    Gibson Garage London

    Eh cosa molto soggettiva. Per me le ES sono tra le chitarre più comode che esistano.
  12. Giorgio V.

    Gibson Garage London

    Beh guarda se proprio dovessi fare una classifica dei modelli Gibson classici metterei la les paul all’ultimo posto, soprattutto come comfort. Prova una bella flying V o explorer! Ne ho viste un paio nei video che facevano sbavare parecchio.
  13. Giorgio V.

    Gibson Garage London

    Cioè ti fanno attaccare a un mesa con il cabclone? Che orrore.
  14. Giorgio V.

    Suonare live con basi e backing tracks

    Aggiungo, se tutti hanno gli in ear monitor, è comunque preferibile che il click ce l'abbia solo il batterista. Altrimenti capita che ognuno suoni sul click ma con un feel diverso, e viene un pò una porcheria.
  15. Mi aspettavo un 200 sul nuovo, che comunque non è regalato.
×