Vai al contenuto

Giorgio V.

Staff
  • Numero contenuti

    5247
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    29

Giorgio V. last won the day on December 15 2017

Giorgio V. had the most liked content!

Reputazione Forum

453 Excellent

2 Seguaci

Su Giorgio V.

  • Rank
    Senior Member
  • Compleanno 05/10/1984

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Padova
  1. Manico Gibson hummingbird

    Se ha il trattamento VOS puoi pulire il manico con la nafta (benzina da zippo). Sennò carta vetrata finissima, se te la senti.
  2. Cazz, ho voglia di comprare un p.a.f. vero..

    1. Mostra commenti precedenti  %s di più
    2. Giorgio V.

      Giorgio V.

      Magari mi fa passare la scimmia!

    3. newsound

      newsound

      Beh, i veri paf sono il non plus ultra ma a me erano piaciuti tanto anche gli Stephen's design, ci vanno parecchio vicini e secondo me sono anche un po' più versatili 

    4. Giorgio V.

      Giorgio V.

      Più che altro il problema è (1) costo e (2) variabilità. Gli SD suoneranno meglio di svariati p.a.f. veri mal riusciti, ma non penso suonino come certi p.a.f. che ho avuto la sfortuna di sentire.

  3. Nuovo ponte per telecaster.

    Volentieri, anche se non so quanto sarà utile...La Tele ha gli slider's, che per quanto siano ottimi pickup non penso che molti nel forum li abbiano ben presenti. Sono abbastanza scarichi. Comunque vedo cosa riesco a fare appena ho tirato fuori un pò di cose dagli scatoloni (ho traslocato dopo capodanno). In ogni caso appena c'è un raduno vedrò di portarla, è una bella chicca.
  4. Nuovo ponte per telecaster.

    Finalmente ho avuto modo di montare 'sto ponte. L'impatto sul suono è davvero notevole, la Tele suona più robusta, corposa e aggressiva. Suona senz'altro più "rock", e le corde vibrano con un'energia che prima non avevano. Una nota di particolare pregio la merita l'installazione e il setup: velocissimi e facilissimi, se hai l'accortezza di segnare dove si trovavano prima le sellette, regolare l'intonazione richiede al massimo un paio di giri di cacciavite. Il ponte ha un radius di 9.5 predeterminato, quindi basta ricordarsi dov'era l'action al mi basso e cantino e si ha la chitarra perfettamente settata in pochi minuti. Per l'action basta una brugola (fornita) e per l'intonazione il classico cacciavite a stella. Non è un ponte che metterei su tutte le tele: cambia abbastanza il suono e la faccia dello strumento. La chitarra suona più "cazzuta", e non è che perda in brillantezza e definizione, ma la magrezza del suono originario tele ha anch'essa un suo perché, specie per chi è abituato a suonare in crunch. Questo ponte, effettivamente, trasferisce nella tele un pò del dna delle Junior, cioè un suono fondamentalmente diverso da quello classico. Se volete più botta dalla vostra tele o ne avete più di una è assolutamente da provare.
  5. Risonanza dei legni nei vari Brand

    Concordo che è più facile "parlarne tra amici", comunque preciso che quando parlavo di chitarre che suonano "secche" mi riferivo ad un suono, ma anche e soprattutto ad una sensazione sotto le dita.
  6. Risonanza dei legni nei vari Brand

    Card tra meccaniche e paletta?
  7. Risonanza dei legni nei vari Brand

    Secche intendi piatte come frequenze? No, con secco più che altro intendo un suono deciso, ma non ricco. Le chitarre vintage tendono a suonare così. Non saprei come spiegare meglio. Se tu parli di un suono piatto come frequenze, a me viene in mente un suono molto bilanciato, che personalmente non è quello che vorrei, perché il suono di cui parlo io è più presente sulle alte frequenze. Ripeto comunque che le chitarre elettriche non si valutano da spente.
  8. Risonanza dei legni nei vari Brand

    Ha già detto molto Lory, aggiungo: il suono elettrico di una chitarra NON è la diretta traduzione del suo suono acustico. Il suono elettrico deriva dalla sollecitazione del campo magnetico generato dal pickup, ed i pickup NON sono microfoni. Da come si comporta una chitarra elettrica "unplugged" puoi cogliere il sustain e poco altro. Di certo non puoi capire che timbro uscirà dalla chitarra una volta che la attacchi a un amplificatore. PER MIO GUSTO, le chitarre che suonano meglio amplificate hanno un buon sustain ma suonano piuttosto "secche" unplugged. Diffiderei da una chitarra che da spenta ha un suono "caldo", per mia esperienza tendono a suonare ingolfate una volta amplificate e le salvi solo con pickup scarichi e ben distanti dalle corde.
  9. The Duellist

    Di fatto sì, ma ci sono cose "variazioni" sul tema abbastanza spinte, se non ogni tanto dei progetti originali..O almeno fanno finta di nulla e non lo dicono!
  10. The Duellist

    Non sembra male ma che me ne faccio di una demo fatta a volumi ridicoli dove senti più il plettro sulle corde che il pedale? In ogni caso, offrire nel 2018 un pedale che è - dichiaratamente - un TS 808 e un Blues Driver nella stessa scatola con qualche switch mi pare poco interessante.
  11. Fender Telcaster FSR Roasted Ash 52

    Non mi piace 'sta roba dell'acero arrosto. Proprio a pelle. E non penso sia minimamente necessario per avere una chitarra ben suonante e un manico stabile che non si scorda.
  12. Interessanti, ma il problema è dove provarle..Se uno si trova bene mi pare che l'unico modo sia ordinarle online, ma prendere 3 o 4 mute alla cieca è un pò una seccatura.
  13. Cosa non ti piaceva delle gibson?
  14. Ho usato per anni le pyramid nickel classic, ottime corde, puro nickel, bassi con il nucleo tondo che si mantengono definiti più a lungo. Mi sono però anche rotto i coglioni di avere problemi di intonazione con i ponti wraparound, che queste corde le digeriscono molto male. E poi ogni tanto fa bene cambiare. Pensavo o di tornare alle classiche ernie ball o le gibson, che quando le ho provate mi son piaciute. O c'è altro che vale la pena provare? In ogni caso basta che suonino bene e che i bassi non si ovattino dopo una settimana.
  15. Tasti in acciaio !?

    Ho sentito sostenere sia quello che in contrario ad essere onesto.
×