Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'T-Rex'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Radio Chitarra: Istruzioni per l'uso e presentazioni
    • OFF: MANIFESTO DEL FORUM
    • 900Mhz: Radio Chitarra Siamo Noi!
    • 900Mhz: Info dalla Regia
    • 999Mhz: WikiRadio
  • In onda su Radio Chitarra ...
    • 100Mhz: Radio Chitarre
    • 100.5Mhz Radio Acustica
    • 101Mhz: Radio Amplificatori
    • 102Mhz: Radio Effetti
    • 105Mhz: Radiocronaca
    • 118Mhz Radio Wave
    • 155Mhz: Radio Elettra
    • 160Mhz: Radio Recording
    • 190Mhz: Giornale Radio
  • Radio Mercato: The GAS Station
    • 400Mhz: Mercato Chitarre
    • 401Mhz: Mercato Amplificatori
    • 402Mhz: Mercato Effetti
    • 403Mhz: Mercato Varie
    • 404Mhz: Archivio Mercatino
  • MyRadioSpace
    • 300Mhz: Radio Gear
    • 301Mhz: Bande Radio
  • Media Radio
    • 201Mhz: Radio Cultura
    • 200Mhz: Radio Scantinato
    • 202Mhz :Radio Extrema
  • Radio Didattica
    • 500Mhz: Lezioni
    • 501Mhz: Suonare nello stile di ...
    • 502Mhz: Radio Jam

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 2 results

  1. guitarGlory

    T-Rex Soulmate

    Qualche settimana fa avevo iniziato a progettare uno switcher molto semplice, da usare con la Bitch soprattutto per attivare contemporaneamente con una sola pedata un booster in front (more gain) e un booster nel loop (more volume), per semplificare la vita dal vivo a me e a chi come me predilige l'utilizzo di ampli monocanale con loop effetti. Poi passa da casa un amico... anche lui usa uno dei miei ampli, e mi dice di aver trovato la pace con una pedaliera di cui non ero a conoscenza: la T-Rex Soulmate! Non è un prodotto nuovissimo, è stata presentata a Francoforte nel 2014 ed è un'evoluzione di una precedente pedaliera che si chiamava Magnus (sempre della T-Rex e non più in produzione); nonostante sia secondo me un prodotto estremamente ben pensato, è passata piuttosto inosservata... io mi sono fatto un'idea del perché, ma lo vederemo più avanti La Soulmate è una pedaliera all-in-one, sulla falsariga della Tech21 FlyRig o della Nova System di cui si parlava in questi giorni, con alcune differenze che poi vederemo: alcune di queste differenze possono essere considerate dei punti a favore, altri dei minus rispetto alle concorrenti, ma tutto come sempre dipende dall'uso che si ha in mente e dalle necessità di ognuno. La pedaliera è concepita come una "raccolta" di 5 pedali classici della T-Rex: 1) OD (Møller) - con pot di mix per decidere quanto suono clean miscelare a quello effettato 2) DISTORTION (Mudhoney) 3) DELAY (Replica/Reptile) - con tap tempo e modulazione 4) REVERB (Room Mate) 5) BOOST (Karma boost) Il tutto è collegato internamente a uno switcher efficacissimo, che permette di salvare in due banchi di 5 preset ciascuno qualunque combinazione tra i vari pedali! Ovviamente c'è anche una modalità più tradizionale che consente di accendere/spegnere i singoli pedali. Essendo come detto, più simile a una pedaliera analogica tradizionale che a un multieffetto, non c'è la possibilità di salvare per ogni preset i settaggi dei vari pedali... quello che vedi è quello che è, quindi se l'OD ha il gain a metà, lì rimane per tutti i preset (e questo per chi ha esigenze di avere tanti suoni molto diversi può essere un minus rispetto, ad esempio, alla Nova System). Ma la cosa che contraddistingue la Soulmate dalla FlyRig e da tutte le pedaliere di questo tipo (escludo volontariamente le Line 6 e in generale tutte quelle che non hanno una sezione analogica per OD-Dist) è la presenza di un loop posto tra la sezione OD-Dist e il Delay: tale loop, che è quello che la differenzia dalla sua prima incarnazione (la Magnus sopra citata), può essere usato sia per usare il "4 cable method" (che permette di collegare alcuni effetti in front all'ampli e altri nel loop), sia per inserire ad esempio i nostri fuzz, chorus ecc preferiti... e ovviamente si può fare sia la prima che la seconda cosa insieme! La programmazione è oltremodo semplice, in due minuti ho fatto i 4 preset che mi servono solitamente dal vivo... anzi, sarebbero 5, ma uno è vuoto : 1) Delay + Reverb, da usare coi puliti ricchi (che ottengo usando il volume della chitarra) 2) preset vuoto per i puliti o i crunch più asciutti 3) solo delay, da usare per le ritmiche con ribattute 4) OD + Delay + Boost: l'OD è usato come boost in front, il boost nel loop per alzare il volume 5) Dist + delay: qui il distorsore è usato quasi come fuzz... probabilmente poi inserirò il GB83, ma per il momento e per le emergenze questo va benissimo ed è piuttosto credibile sommato al crunchettone dell'ampli. I suoni sono belli - molto belli, come si può sentire nel video qui sotto - , ma quello che veramente ha fatto la differenza nel decidere di acquistarla è stata la programmabilità e il fatto di poter "splittare" la pedaliera tra input dell'ampli e loop effetti. Veniamo ai pro e ai contro: uno dei pro principali di questi sistemi all-in-one è l'assenza di cavetti di collegamento e di alimentatori e relativi cavi multipli, che si traduce in estrema sislenziosità e praticità di utilizzo; un altro pro è sotto gli occhi di tutti ed è l'estrema trasportabilità (44 x 6 x 15 cm, completa di apposita borsa imbottita). Ma allora perché se ne vedono poche in giro, rispetto a pedaliere rtadizionali? Sicuramente il motivo principale per cui queste pedaliere non hanno mai un successo clamoroso è che sono dei sistemi abbastanza chiusi e non sono flessibil: se hai una pedaliera tradizionale (magari con un o switcher) e ti stufi di un OD, prendi e lo cambi; qui non si può fare... e questo in particolare è uno svantaggio soprattutto per chi usa l'ampli clean come base per i pedali, fondando il proprio suono distorto su pedali di gain scelti in anni di prove. Anche in questo caso, però, il loop presente nella Soulmate è molto utile... se si vuole aggiungere un fuzz in pre e un chorus nel loop, si può fare... l'unico neo è che questi pedali aggiunti non sono programmabili: l'ideale sarebbe stato aggiungere anche un paio di loop programmabili vuoti, uno in pre e uno in post, per collegare due pedali a scelta e implementarli a tutti gli effetti nello switcher... certo, le dimensioni sarebbero cresciute non di poco, ma la flessibilità ne avrebbe di certo guadagnato. Comunque per me, che uso l'ampli già distorto e il volume della chitarra per tutti i gradi di clean e di saturazione intermedi, gli effetti sono delle spezie per condire il suono principale: mi sarebbero bastati un buon OD, un buon delay e un booster (il tutto programmabile)... il resto è tutto grasso che cola Anzi, il resto può venire molto comodo per le situazioni in cui non ho il mio ampli... ora che ci penso, credo che userò il secondo banco da 5 preset per fare dei suoni da utilizzare con un ampli pulito Per dirla tutta, se al posto del Dist avesse avuto un Fuzz, sarebbe stata veramente perfetta per quello che mi serve ora... Faccio un altro paio di considerazioni scaturite da confronti con le concorrenti dirette: - rispetto a una pedaliera completamente programmabile tipo la Nova System, il minus è ovviamente la programmabilità dei controlli... ma per contro la Nova non permette di splittare il segnale tra input dell'ampli e loop effetti, costringendo di fatto a non usare il crunch/distorto dell'ampli; - stesso discorso per la FlyRig, che oltretutto non ha neanche i preset... dalla sua la Fly ha la simulazione cab integrata, quindi si può entrare direttamente in un impianto, ma per fare la stessa cosa ho provato a collegare la RedBox (va bene qualunque cab simulator) a valle della Soulmate e da lì al mixer, con ottimi risultati. Comunque... appena partito il mio amico, tempo due minuti e già sono su MM: a giorni dovrebbe arrivare quella che ho comprato, e non vedo l'ora di inondarvi di inutili video!!! :sorrisone:
×