Jump to content

guitarGlory

Members
  • Content count

    5,871
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

guitarGlory last won the day on September 8

guitarGlory had the most liked content!

Community Reputation

1,992 Excellent

About guitarGlory

  • Rank
    Sceriffo dell'ortodossia Marshall
  • Birthday 05/03/1973

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    un po' qui e un po' là... comunque dalle parti di Ancona
  • Interests
    musica e strumenti, fotografia, editoria

Recent Profile Visitors

11,721 profile views
  1. Ah, dimenticavo: anche nel reparto modulazioni, il CCD è molto più facile da regolare, esattamente come per mix e feedback... il chorus sul Rubberneck non è che sia brutto, anzi... ma diventa invadente da subito, e regolarlo perché non lo sia è complicato.
  2. Quello di Auro adesso ce l'ho io, insieme a un Carbon Copy deluxe, Provo a fare una breve rece Direi che il Rubberneck di fatto È un DMM come suoni, con l'aggiunta di controlli di tono e input gain... settando il tono tutto aperto e l'input gain a Poco più del minimo, il suono è quello (e anche il soffio ). La difficoltà maggiore nel gestirlo è secondo me data dai livelli di mix, feedback ecc: a meno che non si abbia bisogno di ripetizioni invadenti alla The Edge, vanno regolati veramente bassi, la corsa usabile per un delay da ambiente sta tutta tra ore 8 e ore 9 insomma, ed è abbastanza millimetrico tirar fuori quello che si cerca, a differenza del CCD che è invece estremamente facile da dosare. Il preamp (a pedale acceso) del Rubber è più "invadente" di quello del CCD e aggiunge alte frequenze anche al suono dry, mentre il CCD è molto più neutro e si limita ad aggiungere ripetizioni, lasciando il dry inalterato. La modulazione del CCD è molto più usabile. Di base, ognuno dei due eccelle in una cosa: - se serve un delay anal da usare come ambiente, slapback ecc, oppure un delay facilmente usabile anche pre-gain, il CCD stravince... ha anche due preset richiamabili, oltre al tap, il che non guasta; - il Rubberneck vince invece per suoni alla DMM appunto, delay più invadenti e presenti, e mentre ho trovato pressoché inutile la funzione rubberneck, mi è piaciuta assai quella regen.
  3. guitarGlory

    Pedale di supporto hi gain

    Perché semplicemente non boostare il Revival? Cioè, chiedo perché magari tu hai in mente un utilizzo particolare, ma io con un Klon davanti ho gain e compressione da farci i Megadeth volendo, e il suono higain ottenuto così lo trovo comunque più naturale rispetto a un dist.
  4. Ecco, questo mi attizza assai... si sa nulla su features e possibili date di uscita? Perché è più di un anno ormai che ne sento parlare e vedo post con prototipi a pezzi su IG
  5. Mi è arrivata sta notifica... non lo conosco, ma sembra interessante: https://reverb.com/item/16654820-alexander-pedals-oblivion-vintage-delay-used?utm_source=android-app&utm_medium=share
  6. = mode testadicazzo on = Secondo me Marco lo rivende dopo 3 giorni, ma tanto ormai sono abituato alla gente che non dà retta Si scherza eh Marco 😘
  7. guitarGlory

    ZOL65

    Figa, adoro le Trussart... bellissima!
  8. guitarGlory

    Deep Valley Blues - Demonic Sunset

    Ascolterò con piacere il resto, bravi
  9. - MXR Carbon Copy deluxe: hai tap tempo e due preset richiamabili, più modalità più o meno bright e modulazione a bordo, per un tempo di ritardo max di più di un secondo. - Analogman ARDX20: due delay analogici separati, 550ms max. - Chase Bliss Tonal Recall: 2 preset richiamabili anche senza ftsw esterno, più tap e modulazioni, senza entrare nei suoni "strani"... il tempo di ritardo varia in base al colore, blu ritardo max corto, red più lungo.
  10. guitarGlory

    Longamp Roxanne: primi suoni e prime impressioni

    C'è poco da dire... è stupendo, sia come suono, che come look con quel footswitch illuminato su fondo nero
  11. guitarGlory

    Comodini & pickups sculander shootout

    La regolazione dei pups è un mondo a sé, non c'è praticamente nessuna regola certa... come punto di partenza metto le espansioni polari a vite come da raggiatura del neck (12" nel caso della LP, ma puoi guardare le sellette dell'ABR se ti resta più comodo), poi abbasso un po' il polo del SI, spesso anche sotto il polo del MI cantino... però è solo un punto di partenza appunto, poi tutte le altre regolazioni dipendono da come suona il pup, da quanto è avvolto, quanto è potente ecc... e anche da come suona la chitarra, quindi la cosa più importante è l'orecchio e l'avere in testa il suono che si vuole e che si può ottenere, compatibilmente coi può e la chitarra a disposizione. Per la mia esperienza, i risultati migliori si ottengono non cercando di correggere i "difetti" (ad esempio una chitarra molto brillante), ma anzi esaltando le caratteristiche della chitarra coi può giusti e poi con le regolazioni opportune... in quel modo si esalta la personalità dello strumento
  12. guitarGlory

    Comodini & pickups sculander shootout

    Buon inizio settimana a tutti! Come accennavo alcuni post sopra, ho fatto il total-sculander-swap sulla Goldtop 2019... via i RAF, via il circuito stock, e dentro ViPots, caps PIO NOS e pickups Wizz vintage wire con magneti in Alnico V, anch'essi NOS. In aggiunta Pinuzzo mi ha chiesto di fare un setup simile a quello che faccio normalmente sulle mie Les Paul: per chi fosse interessato, io faccio su tutte il top-wrap sul tailpiece, relief del manico 0,15mm all'8º tasto e action al 12º tasto di circa 1,6mm dalla parte dei bassi e 1,5mm sul mi cantino; inoltre metto su tutte le LP doppio thumbweel. Ho montato anche corde nuove EB 010-046, e di questa cosa va tenuto conto durante l'ascolto per avere un'idea realistica, perché sono molto più brillanti e definite rispetto alle corde vecchie di 2 mesi che monto sulla 60th anniversary (nella parte iniziale del video col suono unplugged si sente chiaramente la differenza di brillantezza, che poi si riflette anche nel suono amplificato)... purtroppo 'sti giorni, tra cambi pups, cambi elettronica, registrare, montare i video ecc - anche se è stato divertente assai - ho trascurato troppo gli impegni con gli ampli e quando mi sono accorto che le corde suonavano così diverse, non avevo più tempo di cambiarle anche sulla mia e rifare tutto... colpa mia, avrei dovuto immaginarlo che anche in video la differenza sarebbe stata evidente come la sentivo dal vivo 😅 Spero comunque che sia godibile... avendo tutti qui una certa esperienza con corde più o meno vecchie sapete che differenze ci sono Buona visione!
  13. guitarGlory

    Comodini & pickups sculander shootout

    No, non so di dove sia... Ah, so che da qualche tempo ha limitato la produzione a 12 set di pups al mese, e normalmente sono già tutti prenotati con parecchio anticipo.
×