Vai al contenuto

guitarGlory

Members
  • Numero contenuti

    5421
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    15

guitarGlory last won the day on July 1

guitarGlory had the most liked content!

Reputazione Forum

1659 Excellent

Su guitarGlory

  • Rank
    Sceriffo dell'ortodossia Marshall
  • Compleanno 03/05/1973

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    un po' qui e un po' là... comunque dalle parti di Ancona
  • Interests
    musica e strumenti, fotografia, editoria

Visite recenti

8076 visite nel profilo
  1. guitarGlory

    Boost da fine catena

    Te ne dico uno... per me a livello trasparenza è il n.1: Keeley Katana Boost (non il mini). Molto bello anche il Supro di @j9o9, ma l'ho provato solo davanti alla Alpha&Omega distorta come booster di gain.
  2. guitarGlory

    le altre Strato

    Ciao Marco, visto che si parla di liutai umbri ti segnalo Rufini di Perugia... ho provato due sue strato da Musicarte pochi giorni fa, veramente belle belle, materiali ottimi e pups con una grande dinamica e ottimi suoni, in più non essendo assemblate, ma costruite da zero, te la farebbe esattamente come vuoi. http://www.rufinifineinstruments.com/chitarre/ Ne parlavamo anche con Ema @Tilt a pranzo mercoledì scorso: lui lo conosce bene e magari può darti qualche dritta in più anche sui prezzi Cambiando zona, qui vicino a me c'è un liutaio/assemblatore molto bravo e a prezzi onestissimi... se vuoi un giorno passi e ti ci accompagno, sta a 2 km da casa mia e è un carissimo amico che fa lavori di manutenzione, ritastaggio ecc per mezza provincia di Ancona. Di Buttarini ho provato un paio di chitarre, una strato di un ragazzo che abita in zona e la tele di @marrissey... come suono niente da dire, perché entrambe suonano bene, ma il suo modo di verniciare sul legno a nudo senza fondo proprio non lo reggerei, sembrano fatte con la bomboletta...
  3. guitarGlory

    Il pedale wah più bello secondo voi.

    Ne ho avuti veramente tanti di wah, sono la mia "malattia" in fatto di pedali, e ce ne sono molti belli... difficile fare una classifica senza termini di paragone; tralasciando gli originali, se prendiamo come termine di paragone i suoni classici, per me il top sono questi: 1) Oxbow studio - Vox Clyde McCoy: è uno dei due che mi sono tenuto... la versione standard, quella più fedele al Clyde originale, è una replica perfetta, con componenti vintage... il migliore in assoluto come fedeltà di suono, componenti e corsa del pedale; senza alimentazione esterna (va solo a pila, ma dura un'eternità) e senza buffer, a meno di richiedrle espressamente a Oxwbow... le migliorie stock rispetto all'originale anni '60 sono il true bypass e il livello del segnale unitario a wah acceso/spento. 2) Sonus Grey Fox: molto bello anche questo, fatto con componenti vintage, ma suono e corsa non sono identici all'originale vintage... è un wah di stampo vintage, ma "modernizzato" come suono e come features, con buffer escludibile e livelli regolabili. 3) RMC Picture / RMC Joe Walsh: li metto insieme perché sono lo stesso pedale con l'unica differenza della corsa un po' diversa... più corta sul Picture, più lunga sul Joe Walsh, per il resto stesso circuito; il Joe Walsh è stato per anni il mio main wah e nonostante lo usi poco (mi è rimasta una sola board, quindi mi basterebbe un solo wah a rigor di logica ) faccio fatica a decidere di separarmente perché ogni volta che lo attacco godo; anche qui, suono piuttosto vintage anche se non fedelissimo al Clyde, direi più un bel mix tra Vox e CryBaby, con features moderne e costruzione spettacolare... tensione regolabile, corsa lunga per dosare con precisione il filtro, gain regolabile, buffer fuzz-friendly (attenzione, i primi Picture non ce l'hanno!), alimentazione esterna ecc. 4) Fulltone Clyde standard: un solo suono, ma più bello dell'omologo della versione Deluxe; costruzione massiccia e un suono caldo, anche se un po' meno "personale" degli altri sopra... a suo modo comunque un classico. Volendo fare una classifica, a parte l'Oxbow che è proprio di un'altra categoria (non perché suoni meglio, ma perché suona e si comporta esattamente come l'originale, senza i difetti di quest'ultimo), gli altri si equivalgono... tutti bei wah, a cui potrei aggiungerne altri 3-4 avuti e provati sempre belli (Castledine, Area51...); insomma, la scelta di roba buona è ampia
  4. guitarGlory

    Bitch vs A&O

    Visti con molto piacere ragazzi, bravi... e se c'è un po' di clipping vuol dire che vi siete divertiti e il volume era giusto Tra l'altro il microfono che avete usato è buono, rende bene le differenze tra i due ampli, nonostante i quintali di delay/reverb (peraltro molto belli Gianca!)
  5. guitarGlory

    Bitch vs A&O

    Che bella sorpresa! Domani ascolto tutto con calma, per ora... tanta invidia, avrei voluto esserci P.S. @Pau hai quasi più ampli di me
  6. guitarGlory

    Throbak PAF

    Quoto tutto... @Louisguitar, l'unica soluzione soprattutto se non hai tanta esperienza di LP e pups paffosi, è comprare e provare... nessuno può sapere i tuoi gusti e come suona la tua specifica chitarra meglio di te
  7. guitarGlory

    Throbak PAF

    Dipende... tu parli di gusti personali e limitatamente al tuo setup, io facevo un discorso un tantino più oggettivo: si può fare hard rock con entrambi, basta abbinarli alla roba giusta Due esempi della mia giovinezza metallara tanto per gradire:
  8. guitarGlory

    Throbak PAF

    Hard rock per me si fa anche coi singoli.. dipende da cosa ci metti dopo. Comunque direi di sì... qui avevo fatto una clip con Xotic e Bitch, te la linko: considera anche che l'HB della Xotic è molto più scarico dei due SD.
  9. guitarGlory

    Throbak PAF

    Perfetto allora, direi che sai già quello che aspettarti, ed è giusto soddisfare le curiosità
  10. guitarGlory

    Throbak PAF

    Di solito Dave usa alnico II per il bridge e V per il neck... mai aperti per verificare però. Maaaa... superstrat? Cioè, hai dei dubbi sulla correttezza storica e sonora, per montarli su una superstrat? Non che sia vietato eh, e magari suoneranno bene lo stesso, ma poiché immagino tu abbia provato quelli di Massimo montati sulla sua CC... non aspettarti il suono di una LP neanche visto col binocolo
  11. guitarGlory

    Throbak PAF

    Il punto è: quali PAF originali? Quelli che ho avuto e/o provato suonavano diversi tra loro, pur con alcune caratteristiche comuni a tutti (bloom delle note, dinamica, swirling mids e attacco)... diversi gradi di microfonicità, bassi più o meno "compatti", alcuni set con il neck più potente del bridge ecc; inoltre non va dimenticato che per i PAF storici sono stati utilizzati magneti in AlNiCo 2, 4, 5 ecc. Quando ho avuto l'ultimo set originale, prima di venderli ho passato due giorni a montare, smontare e fare confronti con due set di SD sulla stessa chitarra... ero convinto che mi sarei pentito di averli promessi (anche se l'offerta che mi era stata fatta era davvero irrinunciabile ); e invece no, alla fine li ho dati via senza rimpianti... non fosse stato per la maggior microfonicità degli originali, credo non sarei stato in grado di distinguerli neanche suonando su ampli che conosco parecchio bene. Stessa cosa successa poi più di recente con dei Wizz NOS wire... cioè, per la mia esperienza, le differenze che ci sono, sono le stesse che si possono riscontrare anche tra due PAF originali. P.S. Con gli SD sono ormai due anni che mi è passata la GAS da PAF vintage... quindi basta parlarne cazzo, vediamo di non farla tornare
  12. guitarGlory

    Throbak PAF

    Negli anni ho avuto due set di PAF long magnets, più un set con gli short magnets e alcuni set di T-Top di vari anni (dal 65 al 73): sulle LP preferisco gli SD a quasi tutti i set originali che ho avuto, e se la battono tranquillamente anche con quello che era il mio set PAF preferito... che però era anche eccessivamente microfonico per il gain che piace a me. Tra PAF long e short magnet non ho trovato differenze esagerate: le differenze non sono molto maggiori di quelle che ci sono tra due set di pups identici per materiali e costruzione, ma avvolti alla vecchia maniera; i T-Top invece sono parecchio diversi dai PAF, più asciutti sulle basse e con alti e medioalti caratteristici (molto "presenti", ma belli eh)... questa differenza dai PAF è ben evidente già sui primi T-Top, ma poi si accentua man mano che si procede con gli anni. In definitiva, per me oggi non c'è una vera ragione sonora per prendere dei PAF originali ai prezzi che girano: ti prendi gli SD (che già non sono proprio economici ) e hai quel suono e quel feeling lì. P.S. Il che non significa che - se si presentasse una buona occasione - non riprenderei comunque due PAF originali... ma sarebbe per culanderia e passione per il vintage, non perché siano migliori come suono di quelli che ho su ora.
  13. guitarGlory

    Empress Reverb: Plate

    Davvero molto belli anche i plate...
  14. guitarGlory

    Throbak PAF

    Secondo me l'hype è dovuta in parte proprio a questo, cioè alla presunta analisi dei singoli componenti, materiali ecc (i loro raw long magnets ad esempio sono buoni, li ho usati in passato) e in parte alla logica prezai alti = prodotto migliore... ma concordo con te che gli ingredienti precisi non sono l'unica variabile in un piatto: e la loro ricetta, se sono tutti come quelli che ho provato io, non è tanto giusta Finora per me Dave Stephens è l'unico ad aver non solo raggiunto ottimi risultati sulle repliche PAF (i migliori per me, li ho su entrambe le LP), ma soprattutto ad averli resi costanti... nell'ultimo anno ho montato 3 suoi set anche su chitarre di amici, ed effettivamente tutti hanno quel carattere PAF, e tutti suonano molto simili tra loro; degli altri produttori, invece, alcuni sono capaci di fare dei gran bei pups (es. Wizz, Area59 ecc), ma poi sono poco costanti, mentre altri (soprattutto produttori industriali) sono molto costanti, ma non centrano appieno l'obiettivo. Questo almeno dalla mia esperienza
  15. guitarGlory

    Throbak PAF

    Concordo... non capisco proprio su quale PAF si siano basati per farli... probabilmente quello uscito peggio nel triennio '57-'60
×