Jump to content

Gerax

Members
  • Content count

    72
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutral

About Gerax

  • Rank
    Newbie
  • Birthday 01/19/1975

Contact Methods

  • Skype
    lorenzogerace

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Modena
  • Interests
    Audio, Video, Musica, chitarre e relativi, volley, scuba diving, femmine.

Recent Profile Visitors

1,412 profile views
  1. nova

    auguri gerax! scusa la curiosità: è calcolato dal 25 giugno iscrizione al 25 ottobre ultima connessione? e mi chiedo, perché non 25 dicembre quando nasce gesù? penso che a cabala sarebeb stato più performante. comunque mi gioco il 25

  2. Si, è vero è diventata una discussione inutile proprio grazie ai post come questi, poteva prendere un altra piega sicuramente più interessante, ma vedo che è molto più facile uscirsene con "valori assoluti" che con consigli ragionevoli. Vabè pazienza, ci ho provato, spero di non aver urtato la sensibilità di nessuno...in caso mi scuso.
  3. Che la questione iPhone non sia pertinente sono daccordo, quindi per favore non ritorniamoci sopra (il mio era puramente un esempio per dare un'idea dei ricarichi fatti dalle grosse aziende sui loro prodotti), ma che sia assurda purtroppo no... Comunque. La tua visione sulla questione liuteria è interessante, resta il fatto che a un'analisi strettamente visiva mi sembra dalle poche foto uno strumento fatto in maniera discreta. Come suona e come è dal vivo solo andandola a provare lo si potrà scoprire. Poi, se il ragazzo (che poi dalle altre foto sulla pagine della scuola tanto "ragazzo" non è) fosse in gamba e stese cercando di farsi vedere? La mia è solo una ipotesi, ed è vero che la qualità e la scelta dei legni sono determinanti come la capacità costruttiva, ma personalmente mi ha incuriosito.
  4. Non è la mia visione del mondo; se ti dicessi che Apple paga £3.99 un iPhone e lo rivende a 700€ come la metti? Sono dati reali, non congetture mie. Certo, il brevetto, i costi di sviluppo, il personale e tutti i cazzi che vuoi. Ma fai due conti e vedi la percentuale di ricarico sulla produzione... Lavoro in un'azienda che fa software per produzione audio, quindi di cosa costa sviluppare un'applicazione ne so abbastanza; tutto il discorso di Apple che si può permettere di reglare i software (come Garage Band) o farli pagare una cifra irrisoria in confronto a quello che costa il loro sviluppo deriva dal fatto che il loro fatturato è coperto dalla vendita dell'hardware; questo però è da trattare a parte e non è pertinente PRS, solo che ovviamente più il brand è "di moda" e più il ricarico sale; credo sia un dato incontrovertibile.
  5. Ne ho viste infatti un paio di CE su ebay che con poco più di 1000€ sarebbero mie...in quel caso non posso che darvi ragione.
  6. Eccolo... http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_paul-reed-smith-prs-di-liuteria_id2203228.html
  7. Lo trovi al link postato poco sopra...
  8. Certo, in caso fossi stato veramente interessato sarei di certo andato a provarla e a rompergli i coglioni ben bene prima di tirare fuori dei soldi. 1000€ per uno strumento possono essere pochi o tanti a seconda dello strumento in questione. Sarà perchè ho saputo cosa paga realmente la Apple per la produzione di un iPhone 4, ma mi è un po' venuta l'idea che i ricarichi da parte dei brand molto blasonati sui loro prodotti siano allucinanti, e che la qualità intrinseca si, ci sia, ma che oltre a quella ci sia un sacco, forse pure troppo marketing hype che fa lievitare il costo dello strumento di serie oltre limiti ragionevoli. Lo strumento clone in questione "apparentemente" non è male (anche io di chitarre in 20 anni me ne sono smazzate un bel po', e non solo chitarre), ma senza la prova su strada non se ne fa ovviamente di nulla. Il mio era un "sondaggio" su una manovra del genere...e vedo che le opinioni sono abbastanza unanimi in una direzione. Vedrò se quando andrò a farmi la gita fuori porta "a lì castelli romani" ci sarà modo di dargli una scrupolosa provata...magari vi farò sapere se interessa...
  9. Grazie, questo è un po' il tipo di risposta che cercavo.
  10. Sono daccordo, la prova dello strumento in questione è fondamentale. Il discorso che fai sulle PRS è in linea di massima giusto; è un po' il caso che è capitato a me con l'acquisto di materiale pro audio: un Neumann U87 in linea di massima è una garanzia, ma comprarne uno uno usato senza provarlo, senza vedere lo stato degli elettrolitici all'interno e l'usura della capsula, e senza attaccarlo e farci due "versi" dentro...è un rischio anche se da fuori è sempre un U87...se capisci cosa intendo.
  11. Si, se le opinione è "orientati sull'originale perchè è uno strumento migliore" mi sta bene, se è "orientati sull'originale perchè lo rivendi meglio" OK lo stesso, ma non è l'informazione che cercavo, per i motivi di cui sopra. Capisco che sia difficile dare un parere di questo tipo. Solo, volevo capire da chi ha avuto dei cloni di liuteria che differenza in termini di "strumento" ci possono essere con l'originale.
  12. ...a 1.500/2000€ per un usato direi che l'espressione "tirare dietro" mi pare un pochino forzata...poi se per te è una cifra da nulla sei una persona fortunata, io personalmente prima di spenderli ci penso bene.
  13. Questa è una informazione interessante, infatti non mi proverei mai a cacciar fuori 1000€ (che pure possono sembrare pochi...ma almeno per me non lo sono) per uno strumento alla cieca, senza nessuna garanzia e senza nessuna prova. La garanzia di una PRS originale è maggiore, ma rimane sempre il fatto del provarla: ho dato un'occhiata anche su altri forum, e nemmeno tutte le PRS sono "create uguali", e alcuni si sono rivenduti una custom 24 dopo poco perchè il suono e la suonabilità non erano quelle che si aspettavano. Quindi il discorso del "comprare alla cieca" è un po' uguale per entrambi gli strumenti.
  14. OK, anche la PRS che vorrei io (la Modern Eagle) costa più di 4000€, e se con 1/4 riesco a avere uno strumento molto simile non ci vedo tutta 'sta gran differenza... Poi, perdonatemi l'appunto, non è diretto a nessuno in particolare, ma mi sembra che la tendenza alle discussioni su questo forum sia sempre molto diretta al "compro questo tanto poi lo rivendo e mi compro quest'altro". Io personalmente sono un po' diverso, non sono un collezionista, ho tutte le chitarre e gli ampli che ho comprato da quando tanti anni fa ho iniziato a suonare, anche quelli da poche centinaia di €. Per me uno strumento ha un valore affettivo e non solo commericale. E' lo stumento che cerco, che mi fa godere quando lo suono? Se si, io non sono molto attaccato al discorso "marchio=sicurezza di rivenderlo". Quindi, fermo restando che capisco bene il discorso sulla rivendibilità di un clone, mi piacerebbe avere delle opinioni più dirette alla qualità intrinseca di uno strumento più che al suo valore commericiale sul mercato dell'usato in funzione di un nuovo acquisto...
×