Vai al contenuto

Enrì

Members
  • Numero contenuti

    1571
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    23

Enrì last won the day on November 16

Enrì had the most liked content!

Reputazione Forum

286 Excellent

2 Seguaci

Su Enrì

  • Rank
    Ultrà della Strato Rossa Belgrado
  • Compleanno 01/07/1966

Profile Information

  • Gender
    Not Telling

Visite recenti

5321 visite nel profilo
  1. Grazie, al Boss ci arriviamo presto. Il G2 è un ottima macchina ma di un altro prezzo.. e i tempi corrono.
  2. Grazie, piaciuto il riassunto? :)
  3. Chase Bliss Brothers PARTE 3 Premetto che Joel Korte aka Chase Bliss Audio IMHO è un vero genio! Ha finalmente infranto le leggi che hanno dato spazio all'ascesa del digitale grazie alla estrema versatilità che si può facilmente raggiungere con questa tecnologia partendo da un progetto completamente analogico di alto livello unito ad una supervisione digitale di tutti i parametri impostati sul pedale con il vantaggio di potere memorizzare e richiamare decine e decine di suoni pre-settati ad hoc per le nostre specifiche esigenze. Senza entrare in dettagli tecnici pensate a quei preamp futuristici degli anni '90 con gli knob motorizzati dove si potevano richiamare via MIDI vari preset e i controlli assumevano fisicamente di volta in volta le posizioni desiderate. Ecco ora immaginate che sul Chase Bliss Brothers ogni knob, ogni switch a levetta, ogni micro-interruttore sul fianco superiore sia magicamente in grado di ricordare la sua posizione racchiudendola in un preset! Tutto ciò è possibile con questo pedale dalle dimensioni straordinariamente contenute considerato quanto riesce ad offrire al suo fortunato possessore anche e soprattutto in termini di qualità sonora che resta assolutamente il punto di partenza dell'intero progetto non dimentichiamolo mai. Premesso questo veniamo ai dettagli operativi. Tra gli stomp switch A e B del pedale troviamo un ultimo selettore a levetta a tre vie sovrastato da un led bicolore. Bene, questo switch ci da la possibilità di memorizzare 2 preset sul pedale destra/sinistra con relativo led rosso/verde mentre quando la levetta viene portata al centro sono attive le regolazioni effettive del pedale impostate in quel momento (Live mode - Led OFF). Facciamo un esempio? Imposto tutti i knob a ore 12, il lato A come Boost e il lato B come Drive in stack uno dentro l'altro, alzo inoltre il microswitch del volume per controllarlo con l'EXP Pedal e memorizzo il tutto nel preset di destra... come? molto semplice: tengo premuto lo stomp switch di destra (B) per 3 secondi aggiungendo poi quello di sinistra (A) e il gioco è fatto. Ora invece ruoto i 2 gain knob al massimo, imposto il lato A come Fuzz e il lato B come Boost in parallelo tra loro, porto in OFF il microswitch del volume e alzo invece il microswitch M/S (Mix/Stack) per gestire con il pedale di espressione la transizione graduale e controllata tra il lato Boost e quello Fuzz realizzando così un crescendo di cattiveria a portata di piede. Memorizzo ora il tutto nel preset di sinistra.. come? tengo premuto lo stomp switch di sinistra (A) per 3 secondi aggiungendo poi quello di destra (B) e il gioco è fatto. Ora semplicemente portando la levetta dei preset a destra o a sinistra avrò il richiamo immediato di tutti e ripeto tutti i parametri memorizzati a suo tempo mentre portando la levetta al centro entrano in funzione le posizioni attualmente impostate sul pedale. Due memorie non bastano? Sul pedale a sinistra c'è un ingresso MIDI dal quale è possibile richiamare fino a 122 preset questo sempre con qualità sonora full analog! Allergici al MIDI? Chase Bliss ha realizzato un piccolo pedale (tipo favorite switch della Strymon ma fortunatamente un tantino più dotato) dal quale è possibile richiamare 6 preset (2 preset x 3 bank) + la posizione Live. Credo sia tutto o almeno abbastanza per iniziare ad assimilare e comprendere la ventata di novità portata da questo marchio in un mondo costantemente aggrappato al passato. Dal punto di vista sonoro il creatore di questi pedali Joel Korte non si è ispirato a niente in particolare ma ha piuttosto preferito percorrere la strada dell'originalità mettendo in mano ai chitarristi del XXI secolo un tool straordinario dalle infinite possibilità musicali ed espressive partendo da quanto di più semplice si possa immaginare, un doppio stadio di gain analogico. Digital Brain, Analog Heart.... finally explained!
  4. Chase Bliss Brothers PARTE 2 Ok affrontiamo (e risolviamo) la questione microswitch una volta per tutte! Ma quanti sono... ci fanno spavento vero? e invece sono li soltanto per soddisfare le nostre esigenze nel caso volessimo utilizzare un pedale di espressione (Jack EXP sul lato destro del pedale) e andare oltre la semplice gestione di un pedale di gain tradizionale allargando così i nostri orizzonti espressivi. Siete tradizionalisti irriducibili? Ok allora dimenticateli e basta, direi che ce n'è già abbastanza per divertirsi visto che le combinazioni possibili tra stack e parallelo dei lati A e B del pedale sono ben 33! Prima di procedere vediamo gli switch dal lato dritto come si vedrebbero osservando il pedale dall'alto inclinandolo verso di noi. Analizziamo per prime 3 funzioni (evidenziate in colore chiaro) che in realtà prescindono dall'utilizzo di un pedale di espressione ma riguardano le funzioni del pedale in se: MoToByp A/B: Se portiamo in ON il relativo switch l'ON/OFF del pedale diventa momentaneo ovvero premendo lo switch si accende l'effetto e rilasciandolo si spegne l'effetto. Una precisazione che vi fa capire il livello di flessibilità e sofisticazione del pedale: se quando portiamo in ON lo switch MoToByp A per esempio il lato A del pedale in quel momento è spento tutto funzionerà come descritto più sopra mentre se il lato A si trovasse acceso otterremo uno OFF momentaneo ovvero quel preciso lato del pedale rimarrebbe sempre acceso per spegnersi solo quando lo switch viene tenuto premuto. Un altra chicca: Anche in modalità Momentary Bypass lo switch del pedale rimane True Bypass! (se così è stato impostato). Bypass: Switch in basso = T (true bypass) Switch in alto = B (buffer bypass) L'ultima funzione evidenziata in chiaro è Sweep e in quanto posizionata per ultima all'estrema destra la vedremo per ultima (anche perché legata all'uso del EXP Pedal). Procuriamoci quindi un qualsiasi pedale volume con uscita EXP (sono tutti compatibili) e colleghiamolo con un jack stereo alla presa EXP/CV presente sul lato destro del pedale. Cosa vogliamo controllare con il pedale di espressione? magari il volume del pedale? bene alziamo lo switch Master di sinistra in posizione ON e il gioco è fatto. E' stato difficile? E' stato traumatico? Non credo proprio anche se scopriamo subito che c'è una sgradita sorpresa per noi: affondando il pedale di espressione il volume si abbassa invece di salire e viceversa. Niente paura è per questo motivo che esiste il blocco di switch di destra dove il Master è in posizione OFF ovvero guardando il significato all'estrema destra è in posizione Fall (dall'inglese caduta/discesa). Mettiamo quindi lo switch in posizione Rise (salita) ed ecco che ora tutto funziona a dovere. Sarebbe bello mentre si aumenta il volume aumentare anche il gain ma solo sul lato B del pedale? Mettiamo in ON anche Gain B a sinistra e in Rise Gain B a destra. Ok ma come faccio a definire i valori limite di Volume e Gain? Molto semplice: l' EXP pedal in posizione "tacco" porterà entrambi i valori a 0 mentre in posizione "punta" raggiungerà esattamente i valori definiti dalla posizione del relativo knob. Esempio: con il volume knob è a metà quello è il massimo volume che avremo mentre se il gain è settato al massimo quello sarà il valore raggiunto con il pedale tutto giù. Semplice? forse non tanto ma in qualche caso molto ma molto utile per uscire dalla solita routine. Per i più temerari che fino a qui hanno capito tutto spiegherò in due parole la funzione Sweep fatta sempre per soddisfare una precisa esigenza. Se però c'è ancora qualcosa che non vi è chiaro su quanto detto fino ad ora vi sconsiglio vivamente di leggere oltre (lo dico solo per non scoraggiarvi definitivamente eh..). Allora poniamo che siate individui incontentabili dunque a voi non interessa poter settare i valori massimi raggiungibili dal pedale come visto prima bensì volete poter impostare i valori minimi. Molto bene, è sufficiente portare lo switch Sweep da B (Bottom) a T (Top) per invertire l'escursione del pedale che ora non va più da zero alla posizione del Knob ma va dalla posizione del Knob al massimo! Ripeto: prima il volume knob era a metà e con il pedale si andava da zero volume a metà volume mentre ora spostando lo Sweep la corsa del pedale va da metà volume al massimo del volume (poi non dite che non vi avevo avvertito..). Segue PARTE 3 : "On board & MIDI preset"
  5. Enrì

    Anche io l'avrei tenuto ma è tutta colpa dei markigiani come al solito.
  6. A cosa serve un Looper è materia per Alez che nei suoi ottimi video parte sempre dai fondamentali.
  7. E' la primissima prova che ho fatto: Chit. > Cavo 3 mt. > ES-5 > Cavo 5 mt. > Amp. La lunghezza dei cavi si fa sentire e con l'input buffer dell'ES-5 spento c'è evidente perdita di alte frequenze. Col buffer acceso tutto torna in equilibrio e non si notano differenze rispetto ad entrare con il cavo chitarra direttamente nell'Amp. (Addirittura ho trovato il Buffer Boss più neutro e unity-gain di quello Demeter che è un pedale fatto apposta e costava un botto..)
  8. Chase Bliss Brothers PARTE 1 Si tratta di 2 pedali di gain completamente separati ma combinabili tra loro. Lato sinistro A: basato su JFET dal carattere aperto e trasparente può essere configurato come Boost/Drive/Fuzz Lato destro B: basato su IC (è lo stesso del Klon) dal carattere più medioso può essere configurato come Boost/Drive/Fuzz I controlli per ogni lato sono: microswitch a 3 posizioni Boost/Drive/Fuzz - Gain Knob - Tone Knob Al centro in alto c'è un Volume Knob per il volume generale ed un Mix/Stack Knob che vediamo tra pochissimo. Le 2 sezioni si possono accendere separatamente o volendo anche insieme premendo entrambi gli switch A e B. In quest'ultimo caso si possono scegliere 3 configurazioni distinte: A > B B > A A = B (c'è un microswitch a 3 posizioni). A seconda di quale delle tre configurazioni scegliamo il Mix/Stack Knob assume significati diversi: A > B B > A le sezioni A e B sono configurate in stack ovvero il primo boosta il secondo con intensità/volume regolati dal Mix/Stack Knob. A = B le sezioni A e B sono configurate in parallelo dove il Mix/Stack Knob regola la prevalenza dell'uno rispetto all'altro (al centro il mix è 50/50). Guardate bene la foto e tutto dovrebbe essere chiaro credo (così poi passiamo alle memorie/microswitch/MIDI) Segue PARTE 2 "MicroSwitches"
  9. In questa foto il Demeter Fat Control che fa anche da buffer in ingresso Per gestire pedali stereo ci vuole il Boss ES-8. Giusta osservazione, a volte è possibile sfruttare un unico loop per 2 pedali a patto che: 1) si possa gestire su entrambi l'ON/OFF da remoto (via MIDI o AUX IN come gli Suhr) 2) non sia necessario programmarli in punti diversi della catena e/o in parallelo in maniera indipendente. Al momento non riesco a soddisfare nessuna delle 2 condizioni dunque ho 5 pedali per 5 loop + 1 a inizio catena.
  10. Enrì

    La parte sinistra è definitiva, quella destra non ancora comunque i contenuti di base non cambiano, semmai si alza ulteriormente il livello. Esattamente! Fat Control è un ottimo Buffer/Mid Boost ma in questa configurazione non mi serve più (anzi se qualcuno lo vuole..) Dude venduto al raduno perché soppiantato dal Brothers (anche se non al 100% ma pazienza)
  11. Aggiungo al topic anche i pedali Chase Bliss visto che con il Boss ci vanno a nozze e anche perché ho idea che al raduno nessuno ci abbia capito un kazz
  12. Bravo sei stato il primo! You win!
  13. Enrì

    Board Fall 2017
  14. Dal momento che al raduno ha suscitato interesse apro un thread su questo interessante MIDI Looper della Boss fratello minore del più grande e completo ES-8. Al di là dei semplici dati di tabella che chiunque può confrontare ciò che lo distingue dalla concorrenza è senza dubbio l'ampia possibilità di personalizzazione che ci regala delle chicche davvero utili e interessanti che non sono affatto facili da cogliere ad una prima analisi o dalle demo standard che si trovano in giro. Per il momento quindi risponderò volentieri qui a qualsiasi domanda poi appena trovo il tempo comincerò a descriverla più nel dettaglio, grazie. Edit: Aggiungo al topic anche i pedali Chase Bliss visto che con il Boss ci vanno a nozze e anche perché ho idea che al raduno nessuno ci abbia capito un kazz
×