Jump to content
Chris

Accordatura, questa sconosciuta

Recommended Posts

Ciao ragazzi, è da un po' che non ci si sente!
Vi invoco per aiutarmi a risolvere un problema che sta diventando più ingombrante del previsto. 

La mia stratocaster (meccaniche vintage) si scorda tantissimo durante i pezzi, spesso non regge neanche metà brano. 

Ovviamente ho già pensato ad un paio di controlli necessari e una sostituzione meccaniche in favore di autobloccanti. 

Voi cosa fareste al mio posto?

Un abbraccio!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Controlla i solchi sul capotasto e lubrificalo bene. Io ci passo la mina di una matita, ho visto però anche chi ci passa il burrocacao.

Assicurati anche che le meccaniche non si siano allentate.

Poi, sarà ovvio dirlo, ma tanta stabilità la da anche come sono state montate le corde e che siano "stretchate" a sufficienza.

Le meccaniche autobloccanti le ho trovate comode solo per un discorso di velocità nel cambio corde ma personalmente mai per la stabilità dell'accordatura.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi, mi sa che per me avere il ponte flottante è più un disagio che altro, la leva è riposta in custodia da quando ho comprato la chitarra....

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Chris dice:

Grazie ragazzi, mi sa che per me avere il ponte flottante è più un disagio che altro, la leva è riposta in custodia da quando ho comprato la chitarra....

eh ma basta un bending per scordare lo strumento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il capotasto come detto da tutti è la PRIMA causa di scordatura dello strumento.

 

Lo strumento si scorda perché aumenti - con il bending - o diminuisci - con il ponte - la tensione della corda e quando la rilasci questa non torna dove era prima. Perché non  lo fa? Perché c'è frizione da qualche parte.

 

La causa di questa frizione è innanzitutto il capotasto dentro cui scorre la corda. Se non scorre perfettamente si inceppa, e la corda non torna dove era prima. Il problema si risolve con solchi fatti a regola d'arte da un professionista con la giusta attrezzatura, e anche della lubrificazione non fa male.

 

Seconda causa sono le sellette del ponte, perché è possibile che ci sia grip anche su di esse. Esistono infatti sellette bloccanti, non solo per i ponti tipo floyd ma anche tradizionali. ma puoi fare molto anche solo lubrificandole.

 

Il fatto che il ponte sia flottante o le meccaniche non siano autobloccanti non è di per sè una fonte di problemi, basta montare le corde bene e settare il ponte correttamente.

 

Per le meccaniche: troppi giri creano problemi. L'avvolgimento dovrebbe essere stretto e senza gap. Quando monti la corda nuova è importante non solo tirarla bene lungo il diapason (tra il capotasto e le sellette per capirci) ma anche dietro il capotasto di modo che non ci sia margine per il movimento della corda dopo di esso (a parte i giri sulle meccaniche chiaramente). A meno che una meccanica non sia difettosa, non è lì il problema. Il vantaggio delle meccaniche autobloccanti in tema di tenuta dell'accordatura è che di solito la corda arriva nella meccanica e subito viene bloccata, quindi non c'è margine perché si inceppi da qualche parte come invece accade con le meccaniche tradizionali, nelle quali bisogna fare un paio di avvolgimenti per assicurarsi che la corda non si sfili.

 

Per il ponte, una volta equilibrata bene la tensione tra corde e molle un ponte flottante è molto stabile perchè tornerà sempre dove era prima (a meno che non ci sia un problema a livello di perni): è semplicemente fisica, non è lì che può nascere il problema.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Giorgio V. dice:

Il capotasto come detto da tutti è la PRIMA causa di scordatura dello strumento.

 

Lo strumento si scorda perché aumenti - con il bending - o diminuisci - con il ponte - la tensione della corda e quando la rilasci questa non torna dove era prima. Perché non  lo fa? Perché c'è frizione da qualche parte.

 

La causa di questa frizione è innanzitutto il capotasto dentro cui scorre la corda. Se non scorre perfettamente si inceppa, e la corda non torna dove era prima. Il problema si risolve con solchi fatti a regola d'arte da un professionista con la giusta attrezzatura, e anche della lubrificazione non fa male.

 

Seconda causa sono le sellette del ponte, perché è possibile che ci sia grip anche su di esse. Esistono infatti sellette bloccanti, non solo per i ponti tipo floyd ma anche tradizionali. ma puoi fare molto anche solo lubrificandole.

 

Il fatto che il ponte sia flottante o le meccaniche non siano autobloccanti non è di per sè una fonte di problemi, basta montare le corde bene e settare il ponte correttamente.

 

Per le meccaniche: troppi giri creano problemi. L'avvolgimento dovrebbe essere stretto e senza gap. Quando monti la corda nuova è importante non solo tirarla bene lungo il diapason (tra il capotasto e le sellette per capirci) ma anche dietro il capotasto di modo che non ci sia margine per il movimento della corda dopo di esso (a parte i giri sulle meccaniche chiaramente). A meno che una meccanica non sia difettosa, non è lì il problema. Il vantaggio delle meccaniche autobloccanti in tema di tenuta dell'accordatura è che di solito la corda arriva nella meccanica e subito viene bloccata, quindi non c'è margine perché si inceppi da qualche parte come invece accade con le meccaniche tradizionali, nelle quali bisogna fare un paio di avvolgimenti per assicurarsi che la corda non si sfili.

 

Per il ponte, una volta equilibrata bene la tensione tra corde e molle un ponte flottante è molto stabile perchè tornerà sempre dove era prima (a meno che non ci sia un problema a livello di perni): è semplicemente fisica, non è lì che può nascere il problema.

 

Ma infatti molto spesso il problema è che non è settato bene: io uso solo il ponte flottante e si scordano più facilmente le chitarre di matrice comodino, specie sul sol

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche la mia PRS è molto molto stabile.

 

Nel caso Gibson il problema è dato sempre dal capotasto. Il problema si riesce a risolverlo fino a un certo punto perchè le meccaniche non sono in linea con le corde, e là dove la corda esce dal capotasto e "sterza" verso la meccanica ci sarà sempre un pò di frizione in più.

 

A mio parere infatti sarebbe forse meglio se i solchi del capotasto invece che essere dritti fossero già angolati verso la meccanica.

 

Nemmeno è un caso che sia il sol la corda più bastarda, il che dipende da due cose: è meno tesa delle altre corde e quindi è più facile che faccia frizione; è la più angolata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi mi avete un po' illuminato, sapevo che capo e ponte influissero ma non credevo fino a questo punto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/7/2022 at 10:40, Chris dice:

Grazie ragazzi, mi sa che per me avere il ponte flottante è più un disagio che altro, la leva è riposta in custodia da quando ho comprato la chitarra....

Comunque dopo che hai fatto tutto 2/3 colpi di leva per l’assestamento trovo siano necessari, poi se vuoi la rimetti nella custodia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×