Jump to content

nicksoglia

Members
  • Content count

    43
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About nicksoglia

  • Rank
    Newbie
  • Birthday 03/04/1984

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Imola

Recent Profile Visitors

1,552 profile views
  1. nicksoglia

    Pedali Greuter Audio

    Non so dire se valgano o no 300 carte, perché quello è un prezzo veramente altissimo. Provati così però mi hanno dato veramente tanta tanta soddisfazione... quell’overdrive al germanio mi ha fatto cacare sotto!
  2. nicksoglia

    Pedali Greuter Audio

    Ciao a tutti, sabato in nota fiera chitarristica milanese, mi sono imbattuto nel banchetto di un simpatico individuo che esponeva pedalozzi dall'aspetto estetico accattivante con marchio Greuter Audio (sito https://www.greuteraudio.ch/en/ ). Tra i vari, mi ha colpito l'overdrive al germanio che produce, che ho chiesto di poter provare. Ho dato qualche mezza strimpellata, e sono rimasto impressionato dal suono immenso e avvolgente che ne è uscito! Ora, premesso che non ho mai avuto tale tipologia di overdrive, e pertanto può essere che sia nella media... qualcuno di voi ha avuto modo di provare tale pedale o altri del medesimo marchio? Impressioni? L'unica cosa è che i prezzi sono abbastanza altisonanti, ma il risultato mi ha lasciato estremamente colpito.
  3. nicksoglia

    Studio, suono, registrazione a casa

    In questo caso quindi direste di microfonare l’ampli, e sentire tutto tramite casse studio, ma ovviamente questo mi vien da dire che implica inevitabilmente o il tenere l’ampli da un’altra parte, o usare isobox o simili... no?
  4. nicksoglia

    Studio, suono, registrazione a casa

    Dunque, preciso meglio ancora, partendo da una cosa, che mi interessa sempre molto, e che forse @*juanka78* ha inquadrato: prima cosa, il suonare con l'ampli. E qui chiedo... se suono col mio ampli continuando a sbattermi il casso di tutto, come butto fuori basi e musica per non uccidermi, e soprattutto non usare cuffie o altro? Impianto e ci suono sopra in stile sala prove? Continuo poi riprendendo quello che diceva @PinkFlesh... chiaro che se voglio registrare so che mi occorre il pc! Mi domandavo però come gestire le cose... Preciso che a livello di strumentazione ho già un tot di roba, tra cui casse M Audio da studio (nulla di che, ma sufficienti), un Mac che non so usare, la scheda audio, eventuali microfoni (anche il 57) e altre amenità. Il mio intento sarebbe quello di razionalizzare un pochino il tutto, e a volta che mi metto a suonare, senza dover allestire il pranzo di natale, avere le mie soluzioni abbastanza pronte! Mi pare comunque di capire che se voglio usare l'ampli, occorre poi isobox o IR o simili, e se invece vado dritto in pc, conviene pre, e poi andare di plugin? In questo secondo caso, che faccio poi? Mi prendo un software tipo i vari Cubase e affini, e lavoro da li? Continuo poi riprendendo @PinkFlesh
  5. nicksoglia

    Studio, suono, registrazione a casa

    Quindi tu suggeriresti di "passare da un computer" in sostanza? E dopo da lì come vale la pena ascoltarsi? Cuffia o altre soluzioni? Perchè a me piace sentire il suono, e - da ignorante - mi sono sempre chiesto se i vari youtuber (penso ad esempio a Pete Thorn) mentre suonano, si sentano tramite i monitor di studio o altre modalità... Citi la GE200... io ce l'ho, ma per esempio in cuffia è una roba abbastanza agghiacciante... Non so ragazzi, perchè anche a casa di strumentazione ne ho "tanta", ma mi pare proprio di non essere in grado io di ottimizzare!
  6. Ciao ragazzi, interpello tutti voialtri per chiedere consiglio su un tema che mi cruccia assai. La domanda di partenza è: COME suonare a casa? Spiego meglio la questione. Ad oggi, dopo soli 20 anni che suono, mi trovo a chiedermi se potrei impostare in maniera più intelligente la mia strumentazione per studio (ed eventuale registrazione) casalinga. Per il semplice suonare/studiare, fino ad oggi ho sempre tenuto il mio bell'ampli a volume non eccessivo, ma comunque quasi adeguato, sparandomi la musica o le basi negli auricolari. Questa soluzione però, oltre a non essere ottimale come sonorità, mi ha portato a tenere in particolare il suono delle basi sempre più alto, e mi trovo ad oggi con le orecchie sfasciate... insomma, urge una modalità che possa quantomeno sembrare intelligente! Per la parte della registrazione, poi, viene fuori ancor di più il mio caprinismo... perchè le volte che mi ci metto, attacco la mia povera schedina steinberg ci2, e la attacco al mac con garage band. Vorrei razionalizzare il tutto, cercando di avere suoni credibili, e una maggior utilizzabilità anche del pc per cominciare a registrare in maniera un po' onesta. So che ho aperto un mare magnum, ma se qualcuno mi desse qualche spunto su cosa usa per studio/suono/registrazione casalinga, sarei molto felice e grato! Preciso che ho una condizione abitativa che mi consente di suonare senza troppi problemi di vicini, ma in ottica futura vorrei avere qualche opzione meno invasiva possibile, e che magari non mi porti a rovinarmi l'udito!
  7. nicksoglia

    Consigli alimentatore... e pedaliera

    Suppongo la tematica fosse di scarso interesse, o il quesito fosse privo di risposta... a’m arénz, come si dice dalle mie parti. Grazie a chi ha risposto!
  8. nicksoglia

    Consigli alimentatore... e pedaliera

    @Mlex si, la situazione è un po’ particolare... i pedaletti li ho,ma in altra pedalboard autonoma alimentata con t rex chameleon. Il problema è che da un lato non volevo 500 alimentatori, e dall’altro mi pare di vedere che i classici commerciali non abbiano tutte le opzioni che cerco... in particolare l’amperaggio necessario per Tube ake. il mio desiderio era quello di farmi una pedaliera/amp. @toplop Imola, provincia di Bologna. Il Palmer che ho linkato lo conoscete?
  9. Nei meandri della mia mente, si è cominciato a muovere qualcosa... ma nulla di serio. Nella pratica, mi è venuto lo schiribizzo di farmi una pedaliera da "amplificazione". Per fare ciò in maniera simpatica e un po' ricchiona, mi sono dotato di due pre AMT (nello specifico un F1 e un B1 comprati qui, ma non ricordo da chi... chiedo venia), di un power amp tube cake sempre AMT, nonché infine del fichissimo Mooer Radar. In questo modo con due simpatici pre e gli altri due oggetti, riesco ad andare alla scheda audio, al PA, oppure mi posso attaccare ad una cassa e via. Ogni pistolotto è dotato di proprio alimentatore, ma nel progetto ovviamente è previsto un solo alimentatore per tutto quanto. In sostanza, il sistema è un po' stronzo... di seguito riporto i vari dati: AMT F1 9/12 V - 6.0 mA AMT B1 9 V - 6.0 mA AMT Tubecake 18 V - 0,5 A Mooer Radar 12 V - 300 mA Per questo sistemino avreste un alimentatore da consigliarmi? A prezzo contenuto, su Thomann ho trovato questo Palmer qui https://www.thomann.de/it/alimentatori_chitarre_e_bassi.html?pg=2&filter=true&price-first=0&feature-14572=true&ls=25 Qualcuno di voi l'ha sperimentato? Avreste altri consigli? E per quanto riguarda la pedaliera sulla quale collocarli? Avete da segnalarmi qualche prodotto piccolino e intelligente? Grazie!
  10. Alla riviera vitellona un "giù il gettone che si va"! Auguri nick

    1. nova

      nova

      Questa estate mi segnalò dei clubbini over 60 di tutto rispetto!

    2. nicksoglia

      nicksoglia

      😂😂😂 grande Nova! Dai che le suoniamo tutte le vigliaccone!

  11. nicksoglia

    P90, double cut e tante altre storie

    Beh, vedo che l'argomento è sugoso! Ottimo... ora che ho un po' più casino in testa vado ad annegarmi nella tazza del cesso... La Revstar mi sfregola perchè ha il p90 e costa ragionevolmente poco... ...ma non è TIVI Yelloh! Ha quel colore che non mi sconquinfera eccessivamente, zio canta! Ora mi metto a meditare...
  12. nicksoglia

    P90, double cut e tante altre storie

    Le Hamer paiono carine, la Revstar l'avevo guardata, ma ho letto che aveva una tenuta di accordatura un po scarsa... Qualcuno ha avuto modo di sperimentare? Le economiche "suonano"? Perché la mia esperienza con strumenti economici è sempre stata un po' di roba che non vibra... mi accodo sulla domanda a proposito delle gibson 2015... La Jailbreak che mi ha segnalato Avalon, che roba è?
  13. nicksoglia

    P90, double cut e tante altre storie

    Hamer è un marchio che onestamente non ho mai avuto modo di provare... Ci butto l'occhio! La tribute non l'avevo considerata più che altro perché volevo cambiare anche un po' rispetto alle forme Les Paul (quella solita)... E la junior (o special) pareva anche più compatta come dimensioni e più leggera...
  14. Bonasera a tutti! Son qui a scroccar consigli per vedere come poter smaltire al meglio una scimmiaccia che mi è salita già da un po... Parto da un primo punto: tutto nasce al concerto dei Pearl Jam di Milano, in cui Mike McCready mi si para davanti (tra le altre) con quella che ho concluso essere una Gibson Les Paul 1959 junior del famigerato TV Yellow... Suono strafico. Ovviamente roba che sul mercato è attualmente irreperibile... Quantomeno a prezzi che siano abbordabili per me. Vi lancio lì: P90, double cut, TV yellow... Consigli per qualcosa del genere sotto i mille? Di fatto il rilievo per me l'hanno i p90, che vorrei provare in quanto mi incuriosiscono, ma non voglio nemmeno pigliar ciofeche che poi lascerei a prendere la polvere. Le ultime Gibson fanno così cacare? Revstar come sono messe invece? Altro? Ho guardato anche delle semplici Les Paul junior single cut, ma anche quelle ad oggi sembrano diventate merce rara (e costosa). Grazie regaz!
  15. nicksoglia

    Che dite, segnalo a MM?

    Francamente temo che tu non possa fare nulla. Se vende come privato, non ha onere di rilasciare fattura, nè di denunciare fiscalmente i proventi di ciò che rivende. Gli puoi dare del figlio di buona donna per il fatto che lucra a livello hobbistico, ma nulla più. Per casi del genere l'unico soggetto deputato a fare accertamenti potrebbe essere la finanza la quale, eventualmente notando un'attività di natura imprenditoriale, potrebbe chiedere ragione all'astuto mercante. Diversamente, credo che anche a MM non freghi più di tanto della questione. Sostengo comunque il tuo approccio, da libero professionista, ma prima ancora da cittadino che tenta di essere onesto. Bisognerebbe che tutti avessero un'etica, ma purtroppo..........
×