Jump to content

texguitar

Members
  • Content count

    1,379
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

43 Excellent

1 Follower

About texguitar

Profile Information

  • Gender
    Not Telling

Recent Profile Visitors

6,218 profile views
  1. Buone le Crafter e le Cort. Io ora ho una Epiphone Jumbo e sono molto soddisfatto.
  2. Si, ma per me è scomodo, dato che con un unico switch richiamare le 3 memorie dei 3 ampli, per andare da uno 1 a 3 devi necessariamente passare per il 2. Il suono non è affatto male, ma sul mercato c'è di meglio credo.
  3. Non posso aiutarti perché le nuove macchine non le ho mai usate/avute (Fractal, GT1000, Kemper, ...). Posso dirti che può sembrare strano ma considero il Valeton Mini Amp più credibile del Line6 Pod 500X, prima ho sbagliato, è questa pedaliera l'ultima che ho avuto. Così come mi sono trovato meglio con il Tech 21 Psa rack rispetto sempre alla Line6. Qui dentro c'è gente che ha avuto ogni ben di Dio e mi pare si trovi ora benissimo con il Fractal a rack...
  4. Giusta osservazione...Hai perfettamente ragione.
  5. Prendo spunto per fare una riflessione: ho sempre utilizzato di tutto senza alcuna preclusione, ho avuto tantissimi valvolari, dei transistor, digitali di fascia alta dei decenni scorsi (Zentera, Vetta, DG212) ed ho sempre ottenuto i suoni che avevo in testa. Gli stessi suoni li ho ottenuti anche da tante pedaliere digitali, mi sono fermato però all'XT Live, quindi niente Fractal o Kemper… Usando gli ampli digitali non ho mai avuto problemi di dinamica, al 90% rispondevano uguali alle testate H&K, Mesa, Marshall, o al mio attuale rack VHT. Come "timbro" o "suono" non ho mai fatto fatica a trovarlo anche con le pedaliere digitali, ma....Con quest'ultime in diretta non sono mai riuscito a replicare le "dinamiche" dell'ampli (digitale o valvolare) e ciò mi faceva suonare in modo diverso, e peggio del solito. Sicuramente ora l'AX8 avrà fatto passi da gigante ed il gap si sarà notevolmente assottigliato da questo punto di vista. Ho pure recentemente preso un Valeton Mini Amp e come timbro suona veramente bene nell'impianto, se non fosse che è scomodo da usare direi che è un prodotto riuscitissimo, soprattutto in rapporto al prezzo irrisorio. Questo per dire che dal mio punto di vista non è tanto trovare suoni belli in diretta che mi fa desistere dal prendere un Fractal e viaggiare comodo ma la paura di non avere la stessa dinamica e feeling che ho da 10 anni con il mio rack valvolare e le 2 casse 1x12.
  6. Io credo che dovresti sistemare il preamp anche dopo delay e flanger, così come faresti con l'ampli, quindi ultimi 2 pedali preamp e poi Cab Sim.
  7. Ascolta qualche demo dei Preamp Micro della Mooer, mi pare che il 006 sia un simulatore di Fender...
  8. texguitar

    consiglio pedaliera compatta

    9 simulazioni di ampli con possibilità di salvare 3 preset che si memorizzano automaticamente sulle ultime impostazioni utilizzate (Mesa, Fender, Roland, Vox, Diesel, ecc...). 3 effetti Chorus, Tremolo e Delay ma utilizzabili uno per volta, unica simulazione di Reverbero, uscita cuffie, Tuner, Simulazione di cassa/mic escludibile, tap tempo, 3 switch, minuscolo, leggerissimo, non suona affatto male...
  9. texguitar

    consiglio pedaliera compatta

    Ti serve con le simulazioni di ampli/cabinet e ripresa microfonica per entrare direttamente nel mixer oppure da collegare all'ampli? Nella prima ipotesi io ho preso da pochissimo un Valeton Mini Amp e pur nelle limitazioni di uso che presenta, come suono, non è affatto male ed è di una facilità d'utilizzo estremo.
  10. texguitar

    Advance/Breva LS42 VS S720

    No
  11. texguitar

    Advance/Breva LS42 VS S720

    No con LS42 non devi fare nessuna modifica ai pedali, inserisci i 4 pedali nei rispettivi loop e fai la programmazione. Ti rimane la possibilità di midizzare 2 funzioni a switch della tua testata, tramite midi puoi cambiare patch al tuo multieffetto, immagino messo nel loop della testata. Se la tua testata ha il midi puoi fare a meno della funzione switch usando solo il midi, la mia testata dell'epoca la H&K Trilogy aveva il midi quindi non mi serviva usare la funzione switch dell'LS42.
  12. texguitar

    Advance/Breva LS42 VS S720

    Allora, LS42 l'ho avuto e lo conosco. Serve a midizzare 4 pedali ed a creare combinazioni tra questi salvabili in patch e richiamabili via midi. Questa è la funzione primaria, poi come dicevi ha la possibilità anche di pilotare, ad esempio, il cambio canale o l'on/off del reverbero su ampli che non hanno il midi ma il classico ingresso switch a jack. Come si collega: esempio classico, chitarra nell'In dell'Advance, 4 pedali collegati (In/Send - Out/Return), out dell'Advance nell'In dell'ampli. Fatto questo, colleghi all'Advance una pedaliera midi ed inizi a crearti le patch, che ne so, pedali 1 e 3 accesi nel pulito dell'ampli, ecc...Il 720 invece ti permette di controllare il tuo ampli che è sprovvisto di midi e di usare una pedaliera midi per far commutare i canali, l'on/off del rev, o ancora l'inserimento dell'eq grafico se presente, ed anche qui ti puoi creare le tue patch... Non serve per midizzare i pedali, solo a fare il cambio delle varie funzione che il tuo ampli o Preamp ti mette a disposizione.
  13. texguitar

    Il vostro pedale dell'anno che fu

    Elektron Analog Drive, fa tutto discretamente bene, non eccelle in nulla, anche se il Boost ed il TS non sono affatto male, midi, completamente programmabile, ingombrante ma efficace.
  14. Si ,ti capisco, ma rimarrebbero comunque dei dubbi dovuti a casse diverse, cuffie diverse, chitarra diversa, ecc ecc.
×