Jump to content

b3st1a

Members
  • Content count

    1,022
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

95 Excellent

About b3st1a

  • Rank
    Ricottaro D.O.C.
  • Birthday June 1

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Bologna

Recent Profile Visitors

15,799 profile views
  1. b3st1a

    valutazione

    Ok mamma, Trasparenza...ma che davvero??? Quanti ricordi! Erano anni che non sentivo questo nome, non so cosa darei per un suo ritorno sulle scene!!!😍
  2. b3st1a

    Tagli frequenze IR

    Ah, non ne ho idea! Come dicevo l'incontro è avvenuto online, c'era una camera che lo inquadrava in viso ed una fissata sulla Helix in cui vedevo lo schermo e i controlli, ma il resto non si vedeva.
  3. b3st1a

    Tagli frequenze IR

    Non siamo entrati nel dettaglio dei sistemi di ascolto utilizzati, troppo poco il tempo a disposizione (la sessione durava 45minuti), tanti argomenti da affrontare, tra cui un paio di domande più specifiche che gli avevo fatto sulla programmazione, e in tutto questo abbiamo anche costruito insieme un preset in diretta. L'impressione che ho avuto, comunque, è che i professionisti si facciano molte meno pippe di noi, e che spesso utilizzino delle catene che, nel mondo analogico, risulterebbero insolite. Un paio di cose che utilizza Simone, ad esempio, sono un Kinky Boost sempre acceso tra il blocco amp e quello IR, ed un preamp per microfono messo dopo l'IR.
  4. b3st1a

    Tagli frequenze IR

    Qualche settimana fa ho partecipato ad una sessione individuale gratuita (online) con Simone Gianlorenzi offerta da Line6 ad i suoi clienti, e Simone mi diceva che in alto, in genere, taglia proprio intorno a quelle frequenze, mentre in basso taglia di meno. Mi ha però messo in guardia dal fissarmi su determinate frequenze, per diversi motivi: - non tutte le IR necessitano degli stessi tagli - a seconda del mix in cui ci si inserisce, anche la stessa IR può necessitare di aggiustamenti - il discorso varia tra puliti e disorti: se sui distorti si possono tagliare le alte (all'occorrenza) anche in maniera selvaggia, sui puliti il discorso cambia, e bisogna tagliare meno o non tagliare affatto a seconda dei casi. Ultimo ma non ultimo mi diceva, a prescindere da tutte le altre considerazioni, di fare le regolazioni ascoltando e non guardando i parametri. Un grande! In genere io non compro preset perché mi piace far tutto da solo, i suoi li ho presi più che altro per dargli un piccolo contributo per quello che fa, riesce a costruire dei suoni fantastici e da un sacco di dritte "giuste".
  5. b3st1a

    Pedaliera digitale

    Attualmente uso una Headrush Gigboard e suona molto molto bene, ma con soli quattro switch non è semplice gestire tutti i suoni, e la sorella maggiore Pedalboard costa molto di più. L’unico multieffetto/modeler davvero completo a livello di suoni, numero e configurabilità di switch e connessioni ma, nonostante ciò, relativamente compatto ed economico è forse la Mooer GE300, che viene sui 600euri. Non l’ho provata ma, a quanto pare, lo scotto da pagare è una qualità dei modelli leggermente al di sotto di Helix ed Headrush.
  6. Mah…non ha tanto senso ‘sto prodottino qui! Fosse costato un centello in meno, avrebbe potuto fagocitare il mercato delle pedalierine con 2/3 switch, perché qui (da quanto ho capito) abbiamo la stessa potenza di calcolo e gli stessi suoni delle sorelle maggiori, mentre i concorrenti sono spesso castrati. Se invece, come pare, si va a collocare nella stessa fascia di prezzo della Gigboard, l’unica cosa che può fare è una concorrenza interna in casa Headrush. Peccato, perché i suoni sono davvero belli, realistici e dinamici, e con l’ultimo aggiornamento c’è anche qualche modello di ampli e di effetti in più, ma a livello commerciale non mi sembra ‘sta grande mossa…
  7. b3st1a

    Momento perfetto

    Momento perfetto, assolo perfetto! Bravo! Hai ripreso un po’ il mood di Mancuso, reinterpretandolo in maniera estremamente piacevole. Peccato, come diceva Dado, che a basso volume e con il rumore del plettro (e del selettore!) in primo piano non si riesca a godere in pieno il suono. Passa anche tu al lato oscuro della Forza (il digitale), e vedrai che avrai un suono perfetto!👹 Naturalmente scherzo, resistete voi che potete!!!😜 P.S. Il groove di ‘sto pezzo é favoloso, non sapevo neanche chi caz fosse ‘sto Ghemon, ma la prima volta che ho sentito il pezzo ho afferrato al volo la chitarra ed ho iniziato a funkeggiarci sopra!
  8. b3st1a

    Gibson Les Paul 1952

    Non ricordo quale sia la policy riguardo le bestemmie, ad ogni modo per sicurezza impreco forte forte dentro di me.
  9. Avevo un Whola lotta humb montato al ponte della Strato che ho preso da Matteo-Taccocaster, ed era effettivamente un humb dal suono pieno ma poco compresso, dall'output moderato (per un humb) ed estremamente dinamico, adatto a suonarci praticamente di tutto (eccetto generi estremi) e che si integrava perfettamente con i due singoli che avevo al manico e al centro, senza grossi sbalzi di volumi ed un suono credibile anche in posizione ponte-centrale. Il suono è bello definito e sgranato, non impasta e, anche se non è un pickup spinto, regge tranquillamente anche distorsioni cattive. Alla fine l'ho smontato solo perché volevo tornare ad una più classica configurazione S-S-S, ma la pasta sonora mi piaceva molto (anche se immagino tu vorresti montare il set su di una chitarra tipo Les Paul, o comunque con configurazione differente dalla Strato).
  10. Ma...se montassi le 09 sulla Strato sarei da considerare gaio (e quindi degno di questo forum)? 

    1. Show previous comments  12 more
    2. Greg

      Greg

      Tranquilli in ogni caso il semplice fatto di essere iscritti a rc ci mette di diritto nel regno dei froci che più froci non si può. A quel punto la dimensione delle corde è l'ultimo problema.

    3. Vale

      Vale

      Personalmente sto tornando a passare alle 010, non c'è niente da fare, in campo ernieball, hanno più corpo delle 09

    4. raudskij

      raudskij

      ho visto anche io il video di Rick Beato e  quello di Rhett Shull. Ho montato sulla Rivolta le 9, ma mi sembra che manchi qualcosa sul pulito, ha meno corpo, e infatti le prove erano fatte solo sul suono overdriven. C'è anche il video del tipo di Febbre da Chitarra, fatto però sul pulito, interessante. Mi sa che rimonterò le 10 anche sulla Rivolta

  11. Che, qualcuno c’ha mica un set di manopole bianche zozze per Strato che gli avanza..? 

  12. Qualcuno ha mai avuto la MeloAudio midi commander (o la versione marchiata Harley Benton)? É costruita bene o è un giochino? 

    1. ago

      ago

      qualche tempo fa volevo prenderla ma poi ha preso la Pacer. Leggiti il manuale, non ricordo perché la scartai in questo momento ma forse c'era una qualche limitazione che non mi ha convinto.

    2. b3st1a

      b3st1a

      Sì, non ha funzioni avanzate e non è particolarmente programmabile, ma a me servirebbe per una funzione molto “basic” (richiamare i preset di una Headrush Gigboard lasciandomi liberi i quattro switch della pedaliera per attivare scene e singoli stomp) ed ho necessità di qualcosa di leggero e compatto che entri nella pedalboard dove ho montato l’Headrush (e la MeloAudio ci entrerebbe al pelo). Visto il prezzo relativamente contenuto, avevo solo qualche dubbio su qualità e robustezza ma...credo che correrò il rischio e la prenderò! 😌

  13. b3st1a

    Logic Pro X

    Non so il tuo "sotto zero" cosa voglia dire, ad ogni modo se vuoi andare per gradi potresti provare, parallelamente a qualche corso/tutorial, a iniziare con Garage Band, che ha funzioni di base ed interfaccia molto simili a Logic, ma meno complicazioni ed ha il vantaggio di essere in italiano ed avere una guida incorporata per le funzioni principali. Io sono partito da Garage Band per iPad che è ancora più semplice, poi sono passato al Mac ed infine a Logic, ed il passaggio mi è sembrato semplice e naturale. Sul tubo si trovano molte cosucce, ad esempio questa mini-guida https://www.youtube.com/channel/UCChKe-KlED49AW5KK4kOU4Q/playlists e poi c'è il canale Logic Pro X Italia con una marea di video e, andando sul sito, anche dei corsi a pagamento (che non ho mai provato, quindi non ho idea di come siano, anche se il tipo del canale sembra uno che sa il fatto suo) https://www.youtube.com/user/marcozanoni67/videos
  14. b3st1a

    Quanti di voi scrivono pezzi propri?

    Mamma mia Mlex, che pezzi e che suoni, sia in elettrico che in acustico! Ho ascoltato con molto piacere i tuoi brani, peccato che il gruppo del primo video si sia sciolto, avrei ascoltato volentieri altro. Riguardo me, a parte qualche breve parentesi con tribute/cover e partecipazioni estemporanee, ho suonato quasi esclusivamente in gruppi che proponevano brani originali. Ho sempre partecipato attivamente alla composizione e/o agli arrangiamenti, anche se in gruppo raramente ho scritto "a tavolino", e il mio approccio è sempre stato molto spontaneo, con i brani che nascevano al momento da un riff, una melodia o un suono, e poi un po' alla volta si aggiungeva tutto il resto. Le mie composizioni casalinghe, invece, di solito sono completamente dal mio stile in gruppo, parto spesso da strumenti che non suono (sinth, chitarra acustica, strumenti virtuali) e vado verso sonorità molto differenti da quelle che più mi appartengono (post-rock, indie, psichedelia, hard rock), deviando spesso su cose acustiche o elettroniche. Non ho niente di registrato decentemente (sono tutti cazzeggi fatti in casa ad uso e consumo personale), questi sono giusto un paio di esempi... Nel primo brano parte tutto da un semplicissimo giro di piano, e poi un po' alla volta aggiungo altri elementi. Il secondo e il terzo sono stati scritti per il mio nipotino, e sono una ninna nanna ed un brano "giocoso" P.S. Ma come diamine si fa a mettere i player piccolini??? Porca paletta!!!
  15. b3st1a

    Line 6 Pod Go

    E che te devo dì? L’avevo presa per metterla in pedalboard insieme ad altri pedali ed attaccarla all’ampli col 4CM, e per usarla in casa per suonare e registrare a basso volume (o in cuffia) senza ampli ma...alla fine ho sbattuto tutti i pedali fuori dalla board e non accendo l’ampli da giugno! Una volta piallati i preset di fabbrica (che sono dei PESSIMI punti di partenza, meglio partire da zero!), sono riuscito a trovare con un facilità sconvolgente dei suoni credibilissimi e adatti a tutti i contesti. La presenza di soli quattro switch continua ad essere un piccolo limite in alcuni contesti ma, configurando in maniera opportuna le scene e sfruttando gli otto parametri (quattro contemporaneamente) modificabili per ciascun preset col pedale d’espressione, si riescono a tirare fuori una marea di suoni diversi nello stesso preset. Dopo un minimo di apprendistato, ho anche imparato a sentirmi dall’impianto e non dall’ampli, e finalmente riesco a uscire nel mix senza sfondare le orecchie a nessuno. I famigerati problemi di affidabilità non si sono manifestati (sgrat! Sgrat!) e sta anche, finalmente, per uscire un nuovo firmware che dovrebbe aggiungere qualche effetto in più. Insomma, a distanza di qualche mese, continuo ad essere pienamente soddisfatto della Gigboard, e la G.A.S. è ai minimi storici!😂
×