Jump to content

b3st1a

Members
  • Content count

    1,040
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

118 Excellent

About b3st1a

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Bologna

Recent Profile Visitors

18,404 profile views
  1. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Guarda, io l’ho presa come sfizio da usare soprattutto in casa, ma…è costruita straordinariamente bene per quel che costa, e ci sono diversi particolari che la differenziano (in positivo) rispetto ad altri strumenti di questa fascia. Altri, invece, fanno pena, ma i miracoli non si possono fare e nessuno ti regala niente! Così per divertirsi va già benissimo ma, visto che ‘sta chitarrina mi sta stupendo per le sonorità che riesce a tirare fuori e potrei anche pensare di usarla col gruppo (in cui suono rock ignorantissimo con venature stoner ed un pizzico di prog), sicuramente farò sostituire l’elettronica (di livello infimo) dal mio Guitar tech di fiducia Fago e, con ogni probabilità, sostituirò anche il ponte con qualcosa di più adatto all’utilizzo del Bigsby. Per il resto, al momento, mi sembra tutto perfetto (tasti ben posati e ottimamente rifiniti, perfettamente lisci lungo i bordi del manico, meccaniche precise, setup ottimo già di fabbrica, binding perfetto, verniciatura perfetta, pickup carini, feedback con suoni high-gain piacevole e perfettamente controllabile) ma, già solo come oggetto di arredamento, varrebbe il prezzo che costa!
  2. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Alea iacta est!
  3. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Hehe…ancora un giorno di pazienza e vi dico! Se domani non stata la scintilla con quello che provo in negozio sciolgo la riserva ed inoltro l’ordine.😄
  4. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Grazie Uillino, mi hai anticipato! Non dubito che la Eastman sia un chitarrone…ma sto solo cercando una chitarruccia sfiziosa per fare i primi passi con le semi-hollow, che (probabilmente) non è il mio genere di chitarra. Poi in futuro chissà…
  5. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Allora, ragazzuoli, mi avete subissato di consigli (grazie a tutti!!!), ma alla fine la G.A.S. ha preso la sua strada ed ho praticamente deciso. Prima di piazzare l'ordine aspetto solo di vedere se sabato riesco a farmi un giro almeno in un paio dei negozi in zona per vedere cos'hanno di bello, anche se dai cataloghi online non vedo i modelli che ho adocchiato. Nel frattempo GAS chiama GAS e, per portarmi avanti, ho iniziato a prendere una cassa 1x12 ed a setacciare il mercatino in cerca di una testatina a basso vattaggio per uso casalingo, ché con una semi-hollow mi sembra brutto usare la Helix con i monitor 😁
  6. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Grazie a tutti, ragazzuoli! Direi che ho abbastanza elementi per procedere! Innanzitutto sono felice di sapere che, con gli opportuni accorgimenti, si può far funzionare bene un Bigsby anche su uno strumento economico, perché è un mio pallino da un po’, e quindi cercherò in via prioritaria un modello che lo monti. A ‘sto punto la Gretsch streamliner è tra le più papabili, anche se nella stessa fascia (a un centinaio di euro in più) vedo anche la Guild Starfire, che ha una forma che mi piace di più (sembra simile alla classica forma 335) e sembra avere (apparentemente) qualche particolare più curato. Poi ci sono le Cort e…niente, poi vediamo anche nell’usato cosa trovo, tanto non ho fretta!
  7. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Sembra interessante e sicuramente siamo ad un livello superiore rispetto alle opzioni che sto considerando, ma ci sono troppe cose che non mi sconfinferano, in primis il fatto che, non avendo confidenza con questo tipo di chitarra, dovrei prima sistemarla per provare a vedere se mi garba, quindi dovrei acquistarla, sganciare un po’ di quattrini di liutaio e tecnico (per fortuna ne conosco di bravissimi ed onestissimi, ma son comunque dindini) per poi trovarmi tra le mani uno strumento che magari non risponde a ciò che cerco e che non posso restituire. Per 500euri o giù di lì correrei comunque il rischio, per 1500 no. Ecco, invece per una chitarra di questa fascia (che potrei trovare usata a meno di 300euro) se a livello liuteristico fosse messa bene non avrei problemi a fare qualche upgrade. Al momento le Cort non sono in cima alla mia lista dei desideri ma…se trovo un’occasione nelle vicinanze sicuramente me la vado a provare.
  8. b3st1a

    Semi-hollow, che passione!

    Grazie a tutti! In effetti, citando Daddy, uno dei motivi per cui mi muovo con circospezione è proprio il rischio di trovarmi tra le mani un “cartone muto”, visto che, a differenza delle solid-body (che sono concettualmente e strutturalmente più semplici) qui trovare oggetti ben fatti e ben suonanti nella fascia medio-bassa è meno frequente. Le Sire sono senz’altro tra le papabili, mi limita un po’ il fatto che non le ho mai viste neanche col binocolo e nei negozi sono difficili da trovare, ma se la prendo online me la provo con calma a casa e male che vada la rimando indietro. Di Epiphone tipo 335 e Casino ne ho provate e, sinceramente, non ho avuto una brutta impressione, ma io di semi-hollow non capisco un tubo 😅Nei vecchi modelli non mi piaceva la paletta, brutta come la morte, ma adesso con le open book ed i top figurati mi sembrano anche più belline. La Gretsch g2655 l’ho provata, ci registrati anche un brano per il disco di un mio vecchio gruppo, e in effetti (sempre ribadendo che la mia esperienza in merito è scarsissima) non mi diede affatto l’impressione di uno strumento economico, né come fattura né come suono. Ho un unico dubbio: mi attirano i modelli col Bigsby, ma è vero che si scordano solo a guardarle? Cort (elettriche ed acustiche) ne ho avute e ne ho provate, gran rapporto q/p e sempre ben fatte, ma vorrei provare altro. Ultimamente stavo guardando le Ibanez AS93 e (con un piccolo sforzo in più) la AS113, che è il top di gamma delle “non giapponesi” ed ha anche la custodi rigida. D’Angelico mai viste…ma sembrano carucce!
  9. Salve ragazzuoli gioiosi! Ogni tanto ritorno da queste parti, giusto quella volta all’anno che mi torna un po’ di gassettina (ma proprio un minimo, eh!) Mea culpa, non ho mai posseduto una semiacustica, e da tempo l’idea di provarne una mi stuzzica. Vi inquadro in breve le mie esigenze: è uno sfizio, non mi serve, potrei anche ridarla subito indietro, quindi budget medio-basso (tra i 400 ed i 6-700euro) e preferenza per il nuovo in negozio (quindi con diritto di recesso) rispetto all’usato (a meno di affaroni) Non suono jazz, ci farei soprattutto rock, per cui niente hollow body. Cosa avete di bello da suggerirmi? Io uno paio di idee ce le avrei, ma vorrei prima sentire le vostre proposte… Ciauz!
  10. b3st1a

    Vintage Guitar Expo 2022

    Mammasantissimaquantobendiddiooo!!!😱
  11. b3st1a

    Stratocaster…..pickup al ponte?

    Per la mia limitata esperienza là Strato con humb al ponte è versatile, “docile”, efficace, facile, (quasi) esente da difetti. Il single in genere è troppo tagliente, bisogna addomesticarlo usando opportunamente il tono, spinge poco, bisogna fare più attenzione col tocco. Ma è (in genere) più dinamico, più equilibrato con gli altri pu, consente di ottenere quei suoni inconfondibili nella posizione centrale/ponte e ti da quel suono al ponte inconfondibile che si sente nei dischi degli anni d’oro del rock. Un domani magari cambierò idea, ma al momento la Strato per me è solo S-S-S!
  12. b3st1a

    Pedaliere ...

    Ogni soluzione ha i suoi pro ed i suoi contro, dipende da cosa cerchi e, naturalmente, dal budget. Io come suoni e dinamica mi sono trovato bene con Headrush, che ha il vantaggio di essere molto semplice da usare grazie al touch screen ed al numero limitato di settaggi (che ricalcano quelli degli ampli e pedali reali a cui si ispirano). Per contro, le possibilità di routing sono limitate ed i modelli sono in numero inferiore rispetto alla concorrenza, inoltre la serietà del marchio e l’affidabilità sono quelli che sono, per cui al primo problema ho detto CIAONE! Mi hanno sostituito l scheda madre in garanzia, dopodiché l’ho messa in vendita e salutata senza troppi rimpianti. Ora uso Helix, e non ha la stessa facilità di utilizzo di Headrush ma è comunque molto intuitiva ed offre una marea di possibilità in più rispetto ad Headrush. Suoni di qualità simile (molto buona), ma possibilità di creare rig complessi con routing molto articolati (ad esempio io uso una linea indipendente dedicata alla voce), ingressi e uscite a volontà e tante altre opzioni che, per il mio utilizzo, si sono rivelate vincenti. Inoltre, mi piace molto la strada che sta prendendo Line6, con nuovi modelli di ampli originali che non ricalcano nessun modello in commercio, offrendo qualcosa di diverso rispetto ai soliti modelli più o meno simili agli originali. Fractal è fantastica ma…anziché puntare sugli aggiornamenti software (come fanno, ad esempio, Helix e Kemper), ti sforna il prodottino nuovo ogni anno, una politica un po’ antipatica. Sui suoni nulla da dire ma, per me che uso tanti suoni diversi, con i tre miseri switch della FM3 non me ne sarei fatto nulla, e prendendo un controller più un pedale di espressione, oltre a salire tanto coi costi, si perde quell’immediatezza della pedaliera “all in one”. FM9 non la prendo neanche in considerazione, chissà quanto ci vuole per averne una… Quad Cortex sembra essere la quadratura del cerchio! Mai provata, ma ho sentito dire anche io che sotto le dita sembra dare qualcosa in più (ché a livello di ascolto oramai son tutte buone), ha il touch screen e un buon numero di switch pur essendo abbastanza compatta. Con un po’ di aggiornamenti software potrebbe davvero metterla in quel posto a tutti gli altri, Kemper compreso…
  13. b3st1a

    Matteo Mancuso Yamaha Pacifica

    Team Pacifica presente! La mia prima chitarra elettrica fu una 621 dei primi anni '90, ora finita chissà dove. Comunque meno male il buon Mancuso nella descrizione del video dice che la chitarra gli è appena arrivata e ancora deve capire bene come usare la leva...non oso immaginare cosa possa farci quando prenderà la mano!😅
  14. b3st1a

    iMac o PC per musica e altro.

    Tutto sta a quali siano le tue esigenze, il tuo budget e la tua voglia di sbatterti col pc. Uno smanettone troverà sicuramente più soddisfazione con un PC Windows, che offre inoltre maggiore compatibilità a livello software, può rendere bene più o meno in tutti i campi (ad es. gaming) e, a parità di hardware, può costare anche molto meno ma...se sei già abituato al mondo Mac saprai bene che lo togli dalla scatola, lo accendi e lavori: è tutto rapido, intuitivo e senza imprevisti. Alle caratteristiche di snellezza ed intuitività del sistema ora si sono aggiunte le doti dei processori M1, che in molti ambiti (come quello musicale) sono mostruosi...chi te lo fa fare di passare a Windows? Anche i costi, in fondo, sono relativi: io prima andavo avanti con PC da 5-600euro che andavano formattati ogni anno e dopo 2-3 iniziavano a perdere i colpi sia a livello funzionale che strutturale (prese che ballavano, pezzetti di plastica che si staccavano etc.). Ora ho un iMac del 2017che è costato quello che è costato, ma non l'ho mai dovuto formattare, continua a ricevere tutti gli aggiornamenti ed è fluido e veloce non dico come il primo giorno ma quasi. Ah, e in più di quattro anni non ho MAI avuto un crash di sistema e Logic mi si sarà bloccato si e no 2-3volte. L'anno scorso, dovendocelo portare in vacanza, ho provato a installare un paio di software musicali e la scheda audio sul portatile Windows di mia moglie...tra driver che non si trovavano, software che non funzionava e chi più ne ha più ne metta ho perso la pazienza nel giro di cinque minuti!
  15. b3st1a

    info FRACTAL AX8

    Se non è aggiornato di base non succede un tubo, semplicemente ti perdi eventuali nuovi suoni (ma ce ne sono già una marea) o miglioramenti software di vario tipo (suono, routing, opzioni varie), ma quello che c'è resta e non "scade" niente. Di fatto l'AX8, rispetto ad altre macchine più recenti/performanti, manca della possibilità di utilizzare due amp in contemporanea (ma credo che la cosa valga anche per FM3) e, soprattutto, della scheda audio integrata che consenta di registrare via USB (che oggi c'è praticamente su tutti i modeler, anche quelli da 100euro). E' sicuramente ancora un prodotto validissimo, c'è solo da chiedersi se, a quelle cifre, non convenga aggiungere 100-200euro e prendere un FM3, che ha l'unico minus di avere soli tre switch, ma per il resto dovrebbe essere superiore in tutto.
×