Jump to content
Luca71

Archetype Philip Sayce

Recommended Posts

per quanto possano suonare bene questi emulatori, io sono sempre piu' convinto che: il suono e' nelle mani!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Luca71 dice:

per quanto possano suonare bene questi emulatori, io sono sempre piu' convinto che: il suono e' nelle mani!!

No, il suono è in una serie di componenti che sommati trasformano qualcosa che hai in testa in qualcosa di percettibile dagli altri. Ne fanno parte le mani, le orecchie, la strumentazione, la conoscenza della strumentazione e tante altre cose

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Uilliman Coscine Terzo dice:

Ma ti riferisci a questo video?

 

 

Si, 🤣 

Non l avevo postato...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, Sendo dice:

No, il suono è in una serie di componenti che sommati trasformano qualcosa che hai in testa in qualcosa di percettibile dagli altri. Ne fanno parte le mani, le orecchie, la strumentazione, la conoscenza della strumentazione e tante altre cose

Sarà...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sayce mi ha fatto comprare diversa roba...lui con il thr10 e alcuni effetti in catena è qualcosa di spaventoso. Per colpa sua sto pensando di prendere anche una PRS Silver Sky. Concordo con Luca: quando siamo davanti a bestie del genere la strumentazione è importante ma fa un passo indietro. Devo dire che Sayce ha sempre quel suono in mente e smanettando riesce sempre ad ottenerlo.

Fa sorridere quanto sia cambiata la sua strato nel giro di qualche anno.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/1/2024 at 12:43, Luca71 dice:

per quanto possano suonare bene questi emulatori, io sono sempre piu' convinto che: il suono e' nelle mani!!

 

Guarda zio, concordo abbastanza pure io. Mi è capitato di vedere più volte amici chitarrai e non amici più famosi ai concerti, avere sempre il loro suono con rig diversi in base ai contesti dove si trovavano. Chiaramente gli stratisti sempre con una Strat style a single coil, quello sì. Tuttavia l'impressione è sempre stata che in qualche modo riuscissero a tirare fuori il loro suono con qualsiasi accrocchio. Perfino da ampli scamuffi solid state: spippolavano 'nattimo i pippoli eq e volumi e via. Al massimo un pedaletto di drive per caricare alla bisogna, pippolato anche lui alla bisogna. Erano sempre loro, riconoscibili insomma. Non vorrei bestemmiare però il Sayce qui non è che mi tiri chissaché pure se tra i "nuovi" dovrebbe essere tra i miei preferiti in quanto hendrizianovaughaniano, cioè, mi rompe le balle in tempo zero ma è colpa mia eh...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Bananas dice:

 

Guarda zio, concordo abbastanza pure io. Mi è capitato di vedere più volte amici chitarrai e non amici più famosi ai concerti, avere sempre il loro suono con rig diversi in base ai contesti dove si trovavano. Chiaramente gli stratisti sempre con una Strat style a single coil, quello sì. Tuttavia l'impressione è sempre stata che in qualche modo riuscissero a tirare fuori il loro suono con qualsiasi accrocchio. Perfino da ampli scamuffi solid state: spippolavano 'nattimo i pippoli eq e volumi e via. Al massimo un pedaletto di drive per caricare alla bisogna, pippolato anche lui alla bisogna. Erano sempre loro, riconoscibili insomma. Non vorrei bestemmiare però il Sayce qui non è che mi tiri chissaché pure se tra i "nuovi" dovrebbe essere tra i miei preferiti in quanto hendrizianovaughaniano, cioè, mi rompe le balle in tempo zero ma è colpa mia eh...

ma si, non sto lodando Sayce, anche a me, dopo un paio di minuti, ha frantumato i coglioni, anche perche'suona sempre i stessi lick alla fine...era solo per dire che alla fine come hai detto tu, la strumentazione conta fino ad un certo punto...la vera differenza la fa' sempre il musicista

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sta cosa che il musicista fa sempre la differenza va comunque contestualizzata. Mi spiego meglio: se prendiamo chitarristi che partono da un suono più o meno simile ci può anche stare. Se a Slash dai una JCM800, una JCM900, un Friedman, ecc ed una LP è molto probabile che con i dovuti aggiustamenti riesca ad ottenere suoni molto simili al suo standard. Al contrario se diamo ad un metallaro una Strato con 3 single ed un Fender Twin e niente altro, vi sfido a farci i suoni metal. Del musicista possiamo cogliere chiaramente le intenzioni, la dinamica, il fraseggio, e tante altre caratteristiche peculiari che lo rendono facilmente identificabile o riconoscibile. Lo so che diamo per scontate certe cose, ma è sempre meglio specificarle.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, texguitar dice:

Sta cosa che il musicista fa sempre la differenza va comunque contestualizzata. Mi spiego meglio: se prendiamo chitarristi che partono da un suono più o meno simile ci può anche stare. Se a Slash dai una JCM800, una JCM900, un Friedman, ecc ed una LP è molto probabile che con i dovuti aggiustamenti riesca ad ottenere suoni molto simili al suo standard. Al contrario se diamo ad un metallaro una Strato con 3 single ed un Fender Twin e niente altro, vi sfido a farci i suoni metal. Del musicista possiamo cogliere chiaramente le intenzioni, la dinamica, il fraseggio, e tante altre caratteristiche peculiari che lo rendono facilmente identificabile o riconoscibile. Lo so che diamo per scontate certe cose, ma è sempre meglio specificarle.

vabbe'...e' come dire, se ad un cuoco gli dai le melanzane, non puo' farci le patate al forno....

Share this post


Link to post
Share on other sites

2024 e siamo ancora al suono nelle mani o no nei piedi , digitale va analogico mamma che palle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Jimmy dice:

2024 e siamo ancora al suono nelle mani o no nei piedi , digitale va analogico mamma che palle.

illuminaci visto che siamo nel 2024 e molti di noi ancora non hanno capito un cazzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Luca71 dice:

illuminaci visto che siamo nel 2024 e molti di noi ancora non hanno capito un cazzo

No no prego continuate pure a caricare contro i mulini a vento 

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, marcoexplorer said:

OT: non riesco ancora a spiegarmi come faccia a ridurre le chitarre in quel modo...altro che murphy, master build ecc.

 

Probabilmente come Rory Gallagher. Potrebbe anche essere che viaggiando con gli strumenti, caldo/freddo - secco/umido, la vernice dell'epoca venga via facilmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gluca dice:

 

Probabilmente come Rory Gallagher. Potrebbe anche essere che viaggiando con gli strumenti, caldo/freddo - secco/umido, la vernice dell'epoca venga via facilmente.

Penso non sia manco originale quel bianco che ha su… 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, marcoexplorer dice:

OT: non riesco ancora a spiegarmi come faccia a ridurre le chitarre in quel modo...altro che murphy, master build ecc.

Suona invece di farci le foto 😬

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attenzione a snobbare certi concetti dandoli per assodati perchè quello che per noi è scontato, per molti altri potrebbe non esserlo.

RC non è rappresentativo dell'attuale panorama chitarristico. Noi siamo una anomalia, un errore imprevisto, un glitch di sistema nella matrix musicale che ci vuole tutti uniformati coi suoni downloadabili in WiFi e la chitarra indonesiana prodotta nel 2023. Siamo quelli che oltreoceano chiamano "cork sniffer".

 

"Il suono è nelle dita" è un concetto giusto, se saputo interpretare nel modo corretto come ha fatto tex.

Il problema è che questo concetto è stato ripetuto a pappagallo talmente tante volte da venire storpiato, arrivando a partorire veri e propri mostri. Gente convinta che il suo Line6 Spider suona uguale a un Marshall SLP in crunch, o che la sua Squier coi pickup cambiati è diventata uguale a una Masterbuilt.

Corollario a questo: le Harley Benton sono le migliori chitarre del pianeta, e se spendi più di 300€ su una chitarra sei un fesso che si è fatto abbindolare dal grande brand. Uno che giudica con gli occhi prima che con le orecchie.

 

Parafrasando Mike di Analogman: "se il suono è nelle mani, come mai tutti scrivono sui forum di strumentazione e non sui forum di mani?"

 

  • Like 1
  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/1/2024 at 15:50, PinkFlesh dice:

 

Parafrasando Mike di Analogman: "se il suono è nelle mani, come mai tutti scrivono sui forum di strumentazione e non sui forum di mani?"

 

 

Perché quelli con le mani buone suonano, agli altri non resta che scrivere sui forum.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Jimmy said:

Penso non sia manco originale quel bianco che ha su… 

 

Ti riferisci a quella vintage white che lui chiama "mother"? Penso che il bianco che viene fuori sotto sia il fondo turapori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, PinkFlesh dice:

Attenzione a snobbare certi concetti dandoli per assodati perchè quello che per noi è scontato, per molti altri potrebbe non esserlo.

RC non è rappresentativo dell'attuale panorama chitarristico. Noi siamo una anomalia, un errore imprevisto, un glitch di sistema nella matrix musicale che ci vuole tutti uniformati coi suoni downloadabili in WiFi e la chitarra indonesiana prodotta nel 2023. Siamo quelli che oltreoceano chiamano "cork sniffer".

 

"Il suono è nelle dita" è un concetto giusto, se saputo interpretare nel modo corretto come ha fatto tex.

Il problema è che questo concetto è stato ripetuto a pappagallo talmente tante volte da venire storpiato, arrivando a partorire veri e propri mostri. Gente convinta che il suo Line6 Spider suona uguale a un Marshall SLP in crunch, o che la sua Squier coi pickup cambiati è diventata uguale a una Masterbuilt.

Corollario a questo: le Harley Benton sono le migliori chitarre del pianeta, e se spendi più di 300€ su una chitarra sei un fesso che si è fatto abbindolare dal grande brand. Uno che giudica con gli occhi prima che con le orecchie.

 

Parafrasando Mike di Analogman: "se il suono è nelle mani, come mai tutti scrivono sui forum di strumentazione e non sui forum di mani?"

 

RC é un giorno in cui forse era meglio che mi fossi fatto i cazzi miei 😂,
Detto ciò, io ho piu' problemi a suonar un ampli brutto che risponde in modo strano come lo spider (che poi manco brutto é!) che una SLP, stesso discorso per il digitale (parlando di suono nelle mani e altro dico). 

2 ore fa, Gluca dice:

 

Ti riferisci a quella vintage white che lui chiama "mother"? Penso che il bianco che viene fuori sotto sia il fondo turapori.

No no é sopra e negli anni é andato scollandosi mano mano ma per esser caduto cosi' in fretta mi fa pensar ad un refin fatto ad un certo punto (i colori delle. strato fino ad un certo punto erano sunburst di base sempre e poi ci si copriva sopra con altri colori almeno in qualche caso)
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×