Jump to content

Bananas

Members
  • Content count

    964
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    14

Bananas last won the day on April 15

Bananas had the most liked content!

Community Reputation

544 Excellent

2 Followers

About Bananas

  • Rank
    Guru del fuffas, tone killer.

Profile Information

  • Location
    : nel Kansas City, Bovisa Beach (Vadàviaelcù)
  • Interests
    Aspirante sculander custom.

Recent Profile Visitors

1,182 profile views
  1. Bananas

    Blues Junior Lacquered Tweed

    Dimenticavo, magari dai un occhio qui: http://billmaudio.com/wp/?page_id=295 ovviamente da prendere con le pinze come tutto quello che c'è sull'Internet...
  2. Bananas

    On Air Radio

    Figa ma 'sti pezzulli vecchissimi ogni tanto me li risento in macchina e mi portan sempre via. C'han proprio quel mood lì del tutto fluisce fluido nel tutto col cuore incollato al finestrino e stai bene, che vergonga... Figa ma fatemelo un pezzullo figo così adesso, ma presto però che tra un po' mi tocca la cassa. No ma bene Myss Keta eh, brava, innovativa, frittola e tutto, però che vita del cazzo...
  3. Bananas

    On Air Radio

    Sempre lui: vabbé dai, in attesa di musica nuova figa, vibrante e travolgente, mi accontento di quelli che fan benino quella vecchia:
  4. Bananas

    On Air Radio

    A parte il groovettino di fondo veramente godurioso, cuzzatevi il solo hendriziano del pischello da 2:10": figa c'ha l'energy e il saund vero. Devo dire che anche il batterista bianco immigrato nella banda di neri c'ha il tiro e mi garba assai. Vabbé l'hammondista chettelodicoaffare. Niente oh, ammé mi scatta subito il saltello al piedino su 'sti grovettini. E naturalmente se la tirano zero come tutti i ganzi veri. No ma son proprio le strato bianche che ti fanno scattare la carogna suonatoria, il patto col diavolo esoterico e tutto, confermo... ps. dimenticavo: al cunciertiello c'era anche la zia @Raffus, è quella col gatto morto in testa che balla sotto il palco.
  5. Bananas

    Nuovo catalogo Gibson

    Sulla carta tutto molto figo finalmente, modelli sensati rispettosi della tradizione a prezzi giusti. Mi gasano le lespolle sia '50 che '60. Ora bisogna vedere se sono anche costruite decentemente.
  6. Anch'io sono povero di brutto eh, ma se trovassi questa come dico io, divento ricco subito figa! No ma belle le mecmulle eh, sìssì. Con un gay relic di questo livello ci starei dentro appisellatissimo. Peccato l'audio che il video è vecchissimo. Ma quanto ci sbavo sulla '57 ash figa? Ma solo come dico io figa, che c'ho le mie fisime. Figa quelle più vecchiotte quando c'era lui nel senso di John Page e JC era troppo preso a costruire buone chitarre invece di fare la figa in giro, figa:
  7. ogni tanto la voglia di suonare con altri mi torna. Più che altro per i birroni, le grigliate e la bisboccia. Dai, ti faccio ‘sto post inutile e pieno di cagate così tanto per fare. Lasciamo perdere tutte le considerazioni sociopolitiche che è cambiato il mondo, non c’è più le belle cose di una volta, c’è pieno di stronzi narcisi sotto l’arroganza il nulla: non mi frega più un cazzo, per me ‘sta gatta rincoglionita può strafogarcisi nel lardo con o senza lasciarci lo zampino… Ero pischello ai tempi degli shredder e delle superstrat ma non me fregava, io volevo claptonare il blues e quel bel rockettino tuttologico diversamente etero alla vecchia. Poi Stevie e l’amore incondizionato hendriziano. Allora provavo a suonare in giro con altri rincoglioniti ma cercavo sempre la formazione con due chitarre e se capitava un pianista che almeno lui un po’ di musica la sapesse. Basso batteria ovvio, come fai senza? La banda con due chitarre secondo me è figa. Io preferivo suonare con uno più bravo di me, così potevo rubare il più possibile e gli facevo fare pure tutta la fatica di tirare giù i pezzi e le parti che poi me le imparava pure a me. Ma gli assoloni venti minuti a pezzo volevo farli lo stesso eh; se c’erano in giro pischelle mi sparavo anche le pose con relative facce da scemo. Mi piaceva quella sana competizione minchiona tra chitarristi, divertente e che comunque alzava continuamente il livello del suonaggio e diventava un po’ il sale del miglioramento progressivo. Per metter su un gruppo bisognava aver voglia di suonare tutti la stessa musica che era la cosa più difficile, e a un certo punto bisognava lasciare anche agli altri la possibilità di esprimersi, cosa altrettanto difficile perché quando arrivi dopo il lavoro cazzi e mica cazzi con la foga di sfogarti e godere, useresti gli altri a ‘mo di looper al tuo servizio e invece no, non funzionava così il godimento. Mi sono divertito parecchio, mai avute aspirazioni di andare a Woodstock o chissà dove. Tra l’altro ai tempi suonavo tanto e avevo la manina molto più sciolta di adesso, pure se non sono mai stato un musicista né ho mai avuto talento. Raccontatemi un po’ come funziona adesso col gruppo. Ma vi divertite?
  8. Zadone bello, sai che mi piace quello che dici? Comunque offtopicchiamo un secondo: guardate che 'ste American Original 50s, pure se non se le caca nessuno, son degli strumentielli proprio furbi. A me piace parecchio la 50s bianca corpo in frassino. L'ho provata in negozio per curiosità. Cazzo è fatta bene, almeno l'esemplare che mi è capitato. E suona. In più ha quel manichetto '57 Style cicciotto con radius 9.5 che va via un budino per suonabilità, sostanza e confortevolezza. Chissà magari al selvaggio Manni, che giustamente c'ha i suoi trips, potrebbe piacere. Me la mollavano a 1550 neuri nuova. C'ho pensato molto seriamente. I puppi '59 mi son piaciuti pure. Ma, vista la qualità generale, ho anche pensato che eventualmente poteva essere una buona base per agghindarsela a piacere, tipo con un bel set di Fralin... Oh, secondo me qualità simil castomscioppa. E di castomscioppe ne ho girate parecchie negli anni eh. Chiaramente vanno provati i singoli strumenti perchè da esemplare a esemplare le cose possono cambiare di parecchio. Comunque rece qua: https://www.harmonycentral.com/expert-reviews/fender-american-original-50s-stratocaster Qua ti metto un video inutile ma solo perchè e la version che gasa me:
  9. Sì suonano tutte bene, sono tutte Strat di qualità, sicuramente culosa la mecmulle dal poco che si può capire dai videi del tubo. Un po' come le millemila incarnazioni Ts. Alla fine però andrei su una American Original 50s white blonde (si trova nuova tra i 1500 e i 1700 neuri) che ha materiali decenti, decentemente rifinita, specifiche per me tutte giuste a un prezzo ragionevole tranne forse i tasti, avrei preferito dei jumbo, e invenstirei sull'amplificazione che continua a fare la differenza vera, con tutti i cazzi che servono oggi: attenuatori incorporati di qualità, modifichine furbe equalizzanti con varie configurazioni di friccicheria buone un po' per tutti i contesti, oppure vintaggeria ricondizionata. C'è davvero l'imbarazzo della scelta pur volendoci sempre quel paio di millini. Io farei esattamente il contrario di quanto si fa di solito, conterrei il più possibile la spesa sulle chitarre (comunque di qualità decente), e farei lo sforzone sulll'amp che quando lo imbrocchi davvero ti rimane per un pezzo e dà tanto sugo.
  10. Oh ma ragaz a me va bene tutto e hanno ragione tutti, la realtà è come ciascuno la vede e per me niente da dire per carità. Mi piacciono sia i musicisti talentuosi tutti feeling e tocco che tiran fuori la luce divina dai manici di scopa, sia gli sculander top appassionati che si dividono a loro volta in altre categorie: dagli impediti musicalmente ma con tanta passione e il portafogli pieno, ai buoni musicisti col portafogli vuoto ma che rinunciano a mangiare per comprarsi la Stato castomscioppe. Personalmente vado a fasi alterne. In certi periodi mi sarei accattato il meglio del meglio della culattoneria esoterica disponibile sul pianeta, in altri mi stufo perché la resa musicale dell'ambaradan non mi soddisfa causa incapacità musicale e poi in questo periodo non ho tutto questo extrabudget da investire in chitarrame. Adesso sono più in questa seconda fase ma mi tengo l'unica Strat castomscioppe comprata una vita fa perché mi ci sono affezionato. Per il resto mi son venduto quasi tutto e son rimasto con amp reissue normale niente di che e quattro pedaletti decenti ma niente di che. Magari la settimana prossima mi scatta il trip e chi lo sa. Cioè, in generale, per me non ci sono i buoni e i cattivi, un bene e un male ma un equilibrio possibile tra gli opposti: è proprio una filosofia di vita ecco. Ciao belli! Ps. e comunque 'ste mecmulle se le tengono. A quel prezzo mi accatterei una original vintage riverniciata e ritastata (bene) magari con qualche pot sostituito, un pu riavvolto o roba così ecco, o magari una di quelle edizioni furbe castomscioppe tipo le 55/57 col manicone a mazza da baseball, gli hot pup vintage sound, i tastoni da carrettiere, il body ash e una relicatura moderata con la sua bella paletta giusta ecco. Ma se ti tira la mecmulle, per me comprala subito.
  11. Bananas

    B. Ste

    Direi che ci sta un ricco sticazzi! Complimenti.
  12. Ah sicuro! Non compro neppure più roba esoterica da un pezzo, ma mica perchè sono contrario o per ragioni etiche eh, che l'etica non esiste al netto dell'ipocrisia, piuttosto perché per il mio livello di suonaggio basterebbe una Harley Benton pure se ho di meglio. In ogni caso non possiamo riferirci solo a quanto succede in Italia, il mondo è grande e in tanti paesi la Lira gira eccome. Che poi della chitarra, come della musica o di arte e cultura più in generale, non freghi più molto alle nuove generazioni, è un altro discorso: il mondo è cambiato e ci sono nuovi parametri e nuove sensibilità (o mancanza di sensibilità, a seconda dei punti di vista).
  13. Bananas

    On Air Radio

    Ah ah ah, belli loro... Oh, non ci crederete ma quando suonavo in giro che cercavo de fa l'esserevì/jimi/clapton duro e puro de 'sto cazzo, a volte così per ridere suonavamo sia questa: che questa, a Marvin va reso onore di aver portato la chitarra elettrica "davanti", in qualche modo è stato uno dei primi shredder in chiave moderna, se non il primo, della storia. E sapete che c'è, quando facevamo Tequila e io mi davo arie da pisellone magico tenebroso con l'occhietto trombino, funzionava alla grandissima con le tipelline più allegre e sbarazzine.
  14. Mah, ti dirò, per me che odio qualsiasi paletta su Strato e Tele che non siano le loro originali, questa delle mecmulle alla fine non mi dispiace neanche per via del minimalismo concettuale asettico con logo lettering indovinatissimo. Non so se siano davvero o meno le meglio Strat della galassia, fregncazz, quoto il ducaconte che Dio l'abbia in gloria, ma certamente col marketing ci sanno fare: un milione di click su un video di un produttore di chitarrame di nicchia diversamente etero mi pare tanta roba. Un fatto è certo: è molto più facile vendere una chitarra da 7K che una da 250 dolla, oggi è così, no way. Probabilmente se dovessi fare il liutaio per campare, farei uguale. Ps. Body pezzo unico, legni stagionatissimi.
×