Vai al contenuto

black_label

Members
  • Numero contenuti

    738
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

56 Excellent

Su black_label

  • Rank
    Member

Visite recenti

2751 visite nel profilo
  1. Consiglio: devo spedire in Ungheria 2 coni che ho venduto su reverb. Con cosa li spedisco, dal web, poste o corriere? 

    1. Steve Townsend

      Steve Townsend

      Se hai tuttopronto  per impacchettare e spedire vai di web,senza fare la fila alla posta!

    2. black_label

      black_label

      Faccio fare l'imballaggio alla mailboxes, ma se spedisco da loro sono certo mi costerà una fortuna. Di regola utilizzano UPS o TNT per spediz all'estero

    3. Steve Townsend

      Steve Townsend

      si per spedizioni estere utilizzano ups!Per i prezzi sulle spedizioni credo che siano uguali  a quelli del web!L'importante è che il pacco arrivi tutto intero!

  2. Ho comprato su reverb.com e non mi sono accorto, ho pagato con carta di credito invece che paypal. E' la stessa cosa? sono coperto da eventuali problemi? pago sempre con paypal ...

    1. madmax63

      madmax63

      Se non sbaglio con Paypal sei coperto direttamente da loro per eventuali frodi, con la carta di credito no...

    2. DC®

      DC®

      Reverb offre la sua formula di garanzia come Paypal, difatti si prende una fetta niente male. 

      In teoria hai le stesse garanzie, fatto salvo che le hai con reverb (e quindi CME) e non Paypal.

    3. black_label
  3. black_label

    Reamping questo sconosciuto (per me!)

    Ha ragione lory, è più importante l'attrezzatura che hanno nello studio, questa è direttamente proporzionale alla loro esperienza. e comunque il reamping non è complesso come equip, tutt'altro, basta una DI.
  4. infatti! poi il ragionamento è un altro: quando devi ascoltarti attraverso dei monitor da studio ma anche ascoltare musica, ci si fa troppe seghe mentali perché lo farai nella tua stanzetta. Non stiamo parlando di uno studio di registrazione dove ci hai già speso parecchi mila euro. L'acustica non sarà nulla di paragonabile. Se pensiamo alla resa sonora di un cinema magari si capisce meglio il concetto. Se siete mai andati a sentire/guardare un concerto al cinema e poi l'l'avete riascoltato in casa on le vostre casse, vi siete resi conto della totale differenza. In casa è tutto insignificante.
  5. se ascolti i monitor da studio in negozio suoneranno in maniera diversa nella tua stanza, quindi ti basta ascoltare i consigli di chi li ha già provati e dai un occhio al tuo budget. non vale neanche la pena spendere tanto per i monitor quando devi metterli in una stanza di casa non trattata. A te interessa prendere dei monitor che siano flat e cosa più importante non devono avere bassi accentuati perché nella stanza non trattata rischi il rimbombo di sicuro eviterei monitor da 8", i krk per i bassi avanti, le yamaha hs7 hanno i bassi giusti rispetto alle hs8 ma i medi 'fangosi', genelec ti costeranno una cifra. Le jbl 305 sono un buon inizio, suonano bene e costano un cazzo. Altrimenti ti fai il mio impianto ma è passivo, mission lx2 e finale 2 canali, l'ho preso a gennaio perché in un gruppo di audio recording italiano su facebook hanno co,prato tutti ste casse. Sono perfette, ma il finale da associare è importante.
  6. i monitor studio si usano in casa (jbl 305 di cash, io invece utilizzo le mission lx2 da 5"+yamaha 2500s come finale, li preferisco alle mackie hr 624 che ho anche), i monitor o casse frfr come la paradigma o GFRFR come la red sound si usano ai live. Sono sempre casse da suonare ad alto volume e non in casa.
  7. black_label

    Gibson Les Paul M2 Citron Green

    Ordinata!
  8. Credo tu possa ancora chiedere la paradigma per provarla gratis a casa tua. Lui te la spedisce a tue spese e decidi se comprarla o rimandarla indietro. Se vuoi veramente provare un'altra cassa simile come tipologia alla red sound, gli scrivi su facebook (mauro freddi). Però boh la sensazione sarà la stessa della redsound.. uhm la paradigma di diverso suona flat, è più potente, ha una equalizzazione da modificare e ha altre robe da sfruttare (tipo entrate extra per altre robe) sono 1000 euro eh è troppissimo!
  9. Sono convinto che le soddisfazioni che ci dà il valvolare sono legate al fatto di sentire la cassa da chitarra, anziché il suono microfonato attraverso un monitor o casse da studio. forse farò un paragone troppo lontano dalla nostra realtà, ma considera che i chitarristi sui palchi si fanno mettere come monitor delle casse con il loro cono preferito (1x12 o 4x12). La goduria del suono sta solo nella cassa, se la togli hai un altro tipo di suono.
  10. Beh considera che come qualsiasi coso digitale, va studiato, devi sapere come agire sui parametri, cercare profili onesti, modificare il cabinet. E rendersi conto che vuole replicare il suono microfonato, cosa che è anti-chitarrista. Richiede tempo e predisposizione, io all'inizio scleravo perche i suoni erano tutti uguali o molto molto simili tra loro, poi con calma mi son messo a smanettare.. poi in casa non si può usare il valvolare come vorremmo.
  11. Ma no! il miglior aggeggio per suonare in casa è il kemper, perché privarsene. Divertimento a 360°
  12. Beh il mio pensiero è un altro: se con il kemper o fractal utilizzato live ci suono cover, il suono che arriva al pubblico è in secondo piano giacché gli basterebbe mettere il cd originale, suona meglio e gli arrivano emozioni vere rispetto a chi coverizza. E' a me che deve piacere il mio suono, quindi cerco una soluzione. La cosa migliore è sempre usare la cassa da chitarra. Se poi non puoi più portartela dietro, sei costretto a fare il compromesso con i monitor.
  13. Beh se non hai problemi di soldi e vuoi restare su casse FRFR, venderei la red sound per la paradigma, ma questa è attiva e costa 1000 euro nuova. Ma se fossi al tuo posto venderei comunque la red sound per prendere un buon impianto di monitor studio da utilizzare a casa e tornerei a utilizzare live la cassa per chitarra. I coni non c'entrano nulla con quelli delle casse FRFR, per questo trovi difficoltà ad abituarti. Considera poi che i profili direct, quindi 'catturati' senza l'utilizzo di mic e cassa, suonano più vicini e reali al suono dell'amplificatore profilato. Ci aggiungi la cassa con i greenback e il kemper tornerà a piacerti. Di monitor da studio ne esistono una vagonata, devi ragionare e sceglierli in base al tuo budget. Non prendere né monitor troppo grandi quindi da 8" né troppo piccoli quindi da 4", massimo 6.5". Ti consiglio di rimanere almeno sulla fascia di prezzo dei Mackie HR 624 usati. Non prendere i KRK vxt o altri modelli della stessa marca.
  14. La botta ce l'hai solo con il volume alto live. Potresti vendere la red sound e comprare la paradigma di Freddi, molti stanno passando a questa cassa. Altrimenti ritorni alla 4x12, immagino tu avessi questa con i greenback. Se invece suoni in 'studio' ti conviene prendere una coppia di monitor più flat possibile così avrai anche il suono stereo che è davvero figo. Eviterei però di prendere quelle che usano negli studi per mixare, di regola non sono piacevoli.
  15. @Tone Anderson hai la casella messaggi piena. Puoi eliminare qualcosa così posso inviarti un pm? 

×