Vai al contenuto

il postino

Members
  • Numero contenuti

    392
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

70 Excellent

Su il postino

  • Rank
    Member

Profile Information

  • Gender
    Male

Visite recenti

2663 visite nel profilo
  1. il postino

    Boost da fine catena

    ha due manopole, è realmente clean, ed è uno dei più belli nella fascia di prezzo indicata che abbia mai provato. https://www.dragonmusic.it/visual-sound-v2-truetone-clean-boost.html
  2. il postino

    Throbak PAF

    Io ho Monty, True-PAF Tom Doyle e Camelot Geppetto Guitars e sono tutti grandi pickup MA è universalmente riconosciuto che gli SD sono una spanna sopra a tutto. Io non li ho mai seriamente cercati perchè zero voglia di trattare col tipo e aspettare tempi così lunghi per averli. Detto questo penso che ogni singolo set di pu sia un'accoppiata UNICA con una singola chitarra: va a "culo" e non si possono far abbinamenti sulla carta . IMHO ovviamente.
  3. il postino

    Throbak PAF

    Prima di tutto ci sono tanto modelli di Throbak, io non li ho provati ma alcuni amici si. Tutti concordano che sono molto analitici e se vogliamo dire un filino Hi-Fi.
  4. no, senza comodini, no. 🙂
  5. il postino

    Monty’s PAF pickups?

    Io ho un set di Monty's e sono stupendi. Da quanto mi dicono i SD sono avanti anni luce ma non ho mai avuto modo di provarli quindi posso solo esprimere la mia soddisfazione per i Monty (col cambio pickup consiglio però anche una wiring harness adeguata).
  6. Un mio amico di Verona vende per realizzo una Gibson Collector's Choice #4 "Sandy". Io non sono interessato direttamente alla cosa ma se a qualcuno interessa vi giro il contatto.

     

    1. torysanpei

      torysanpei

      Ce ne sta una su GBL, è la sua?

    2. il postino

      il postino

      no, lui vende privatamente

       

    3. DC®

      DC®

      Quella di GBL l'ho vista stamattina, bella. Anche la CC31 aged era veramente fica.

  7. il postino

    Reverb compatto

    E come sempre mi sa che hai ragione... ma tutti i video mi piacciono.
  8. il postino

    Reverb compatto

    Io, sinceramente, che di pretese non è che ne ho poi tante, mi sono innamorato del mad professor Silver Spring Reverb, peccato che il buon Lorenzo mi abbia messo una pulce nell'orecchio sul fatto che potrebbe esserci qualcosa di maggior compatibilità con la bitch....
  9. il postino

    Reverb compatto

    145 euro da thoman e passa la paura.... vai!
  10. il postino

    Reverb compatto

    Ehm, galeotta fu la Little B., io riverberista convinto dopo 42 anni di (dis)onorata carriera sono stato convinto a passare al delay e manco un mese dopo tu te ne esci con la ricerca di un riverbero.... 🤣🤣🤣
  11. il postino

    Piccola Stronzetta British Style

    valvole
  12. il postino

    Piccola Stronzetta British Style

    Comunque vi posso assicurare che passato il primo colpo di vista ci si abitua alle dimensioni sfalsate e la cassa suona divinamente bene.
  13. il postino

    Piccola Stronzetta British Style

    Parto dall’inizio anche perché o le cose le si fanno fatte bene oppure è meglio lasciar stare. Abito ormai da diversi anni in condominio che è croce (e solo croce) per noi chitarristi. Come ampli possiedo un Tone King Imperial, prima serie, ed un Yamaha THR10 che uso principalmente come scheda audio per interfacciare la chitarra al Mac per registrare qualcosa sulle basi. Il Tone King è un ampli stupendo con una paletta di suoni americani che vanno dal Fender blackface al tweed deluxe con accenni verso i Supro col canale lead. Un ampli tanto bello quanto ingestibile in appartamento nonostante i suoi venti watt. Non avendo un master è necessario tenerlo a volume molto basso e sporcarlo alla bisogna con un overdrive ma, in ogni caso a volume “potabile” per l’appartamento non rende nulla in confronto alle sue possibilità ad un volume adeguato. Ma veniamo al dunque. Complice la voglia di avere un ampli dalle atmosfere british, ed essendo io un chitarrista che negli anni ottanta ha sempre suonato Marshall, mi ero invaghito dell’idea di trovare la soluzione in uno di quegli ampli commemorativi della marshall da 1 watt possibilmente orientato al sound di un Super Bass che, assieme al JTM45, è quello che preferisco. Contatto il buon GuitarGlory con la speranza di trovare adeguati consigli che mi evitino di fare cazzate dettate dalla GAS o in subordine chiedergli di progettarmi un ampli di infima potenza per suonare in condominio. Ora sorvolo sulla disponibilità e competenza di Lorenzo che tanto qui, in questo forum, non abbisogna di ulteriori conferme e sulle ore di telefonate intercorse che mi hanno fatto capire che non esiste alcun valvolare da un watt che non sia molesto in condominio sia che nessun ampli tipo Marshall Super Bass avrebbe mai potuto suonare decentemente a volumi da condominio, mai. Preso dallo sconforto e dal palesarsi la rassegnazione di vedere il THR10 quale unico compagno di vita da qui in avanti vengo raggiunto da un “…però” detto da Lorenzo; le mie orecchie assumono la fisionomia di quelle del famoso lupo di cui alla celebre novella della bambina di rosso incappucciata e mi metto in ricezione assoluta. Mi si dice che fra le sue produzioni annovera un ampli british style, morbido e con un master particolare e che grazie ad un mirato fine tuning potrebbe aspirare ad essere il candidato ideale all’uso che ne vorrei fare: la Little Bitch, ampli che nonostante i suoi 30/40 watt può suonare bene a livelli di rumore talmente infimi, intesi come attenuati, da sentire suonare perfino le corde della chitarra quasi come se l’ampli fosse spento. Qui bisogna dire che o ci si fida o non ci si fida ma dato che non ho mai recepito da parte di Lorenzo alcun tentativo di volermi “vendere” qualcosa di suo ho approfondito la questione e ho deciso di commissionarne uno nonostante, con tutta onestà, mi sia stato paventato che dovevo pazientare diversi mesi per veder coronato il progetto del nuovo, per me, ampli. Beh, che dire, ora che l’ampli è qui da me da qualche settimana posso tranquillamente dire che ne è valsa la pena in tutti i sensi. L’ampli è formidabile e soddisfa appieno i miei gusti ed ha riscontrato anche le mie aspettative. Ho dato carta bianca a Lory per la scelta del tipo di valvole, cassa e relativo tipo di cono con un unico input da parte mia: l’ampli doveva suonare bene a basso volume… e così è stato (ovvio che se lo si alza di volume suona anche meglio eh! L’aria che sposta il cono a volumi importanti, quella mica si può riprodurre a basso volume). Long story short come dicono gli abitanti della Terra d’Albione ora mi ritrovo in salotto un ampli che mi ha ridato la voglia di suonare a casa senza particolari patemi in quanto da volumi sussurrati o, quando possibile, più alti ma comunque accettabili per le regole della comune convivenza, ho sempre un suono soddisfacente. Concludo con una carrellata di dati tecnici: valvole JJ sia di pre che di finale (E34L, e non è un refuso) cassa 1x12 con cono WGS Invader 50 watt a 8 ohm. Il tutto condito con un filo di delay (affidato ad un vecchissimo digidelay della digitech) e goduria assicurata. Un difetto? Si , per non apparire un marchettaro uno lo debbo pur trovare e riguarda l’estetica della testata leggermente più larga della sua cassa ma è altrettanto vero che sopito il primo impatto l’occhio si abitua e risulta comunque gradevole. Fotostory
  14. il postino

    Una scappatella extra-comodino

×