Jump to content
marco_white

compressore a pedale a monte vs compressore in post da studio

Recommended Posts

Il compressore a pedale da mettere davanti l'amplificatore nella mia idea fa tre cose:

- alza il volume di note con minore volume di altre per rendere più omogenei gli arpeggi

- limita il volume di note troppo alte, per la stessa ragione

- prolunga il decadimento della nota in passaggi lenti

 

Alcuni fanno l'effetto squish sulla nota rendendo l'attacco più veloce, ma appunto compresso. Non suono Vasco Rossi e non suono country, quindi non ne ho mai avuto uno. Sto estremizzando, ma per capirci meglio.

 

Ieri ho accesso l' 1176 nel software dell' OX Box, e risulta subito evidente che il compressore da studio può fare altro. Booster, leviga le asprezze di eccessivo breakup, "compatta" le frequenze e probabilmente tanto altro che non conosco. 

Come si usa un 1176?

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, marco_white dice:

Il compressore a pedale da mettere davanti l'amplificatore nella mia idea fa tre cose:

- alza il volume di note con minore volume di altre per rendere più omogenei gli arpeggi

- limita il volume di note troppo alte, per la stessa ragione

- prolunga il decadimento della nota in passaggi lenti

 

Alcuni fanno l'effetto squish sulla nota rendendo l'attacco più veloce, ma appunto compresso. Non suono Vasco Rossi e non suono country, quindi non ne ho mai avuto uno. Sto estremizzando, ma per capirci meglio.

 

Ieri ho accesso l' 1176 nel software dell' OX Box, e risulta subito evidente che il compressore da studio può fare altro. Booster, leviga le asprezze di eccessivo breakup, "compatta" le frequenze e probabilmente tanto altro che non conosco. 

Come si usa un 1176?

 

Sto sperimentanto proprio con Hx Stomp il compressore in post e confermo le tue sensazioni.  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col comp in post devi stare attento perché può fare danni seri, molto più che davanti. Il mio consiglio è: rapporto 4:1, input e output parti a metà e cambia poco alla volta in modo che la macchina intervenga SOLO sui passaggi più forti e non tagli più di 5/6 db sul pulito e non più di 3/4 sulle saturazioni. Per attack e release vedi tu quello che ti serve, io preferisco un attacco non fulmineo e un release lungo ma non eccessivo...insomma, deve suonare naturale, non finto. Se hai modo di metterlo anche in parallelo ti si apre un mondo. Detto questo per me sulla chitarra, specie se distorta, funziona meglio un EQ dinamico. Parere mio ovviamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A volte uso anche io un compressore in post, per dare più corpo e spinta alla singola traccia di chitarra o a tutto il mix. Si, ha un ruolo totalmente diverso rispetto a quello che può avere un Dynacomp o un CS-2 in pedaliera. Se ti piace, why not?

Io tendo a usarlo poco comunque, perchè preferisco intervenire a monte sui pickup, sui pedali, sul posizionamento del microfono, sul simulatore digitale. Un filino di comp per compattare le frequenze e dare un tocco di colore ok, ma se ci devo andare giù pesante di comp, magari con l'aggiunta di un secondo comp, poi l'EQ, poi il vitalizer, poi l'exciter...vuol dire che il suono a monte faceva cacare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti parlo secondo le mie prove ed impressioni non prendere per oro colato: Il compressore in post se si parla di mixdown viene usato oltre che per controllare il range dinamico viene spesso usato x dare un certo carattere al suono.. un 1176 FET ha un attacco molto veloce e tende ad essere molto colorato introducendo una sua saturazione viene spesso usato sulle batterie x questa sua caratteristica ma anche in voci ed in altri... X esempio gli opto tipo un la2a tendono ad avere un attacco piu lento e un suono più morbido e meno colorato.... Poi ci sono i vca che tendono a dare più snap al suono...  Non so come spiegare meglio.... La cosa bella é sperimentare e usare ciò che piu si adatta al pezzo inoltre ci sono altri modelli il discorso é lungo e complesso... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

gran compressore l'1176, ma non ho capito molto bene che tipo di utilizzo ne voglia fare Marco...

ha un pot di input, che sarebbe una sorta di soglia..attacco rilascio e un output per ribilanciare il segnale in uscita...fantastico sugli snare, sulle voci e anche sulle chitarre in fase di mixing o mastering, bello un po'su tutto in realta'....diciamo che restituisce il suono in faccia, diretto compatto e molto presente

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 1/15/2021 at 12:40 PM, Luca71 said:

gran compressore l'1176, ma non ho capito molto bene che tipo di utilizzo ne voglia fare Marco...

ha un pot di input, che sarebbe una sorta di soglia..attacco rilascio e un output per ribilanciare il segnale in uscita...fantastico sugli snare, sulle voci e anche sulle chitarre in fase di mixing o mastering, bello un po'su tutto in realta'....diciamo che restituisce il suono in faccia, diretto compatto e molto presente

Concordo infatti è uno dei compressori (a rack o a plugin) sempre presenti nei vari studi registrazione insieme ai vari la2a , fairchild, distressor e compagnia bella

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×