Jump to content
Luca71

Simon Mc Bride

Recommended Posts

ma solo io penso che questo chitarrista Irlandese che sta in tourne'con i Deep Purple, stia 2 spanne sopra a Steve Morse, sia come suono che come gusto?

io Morse non l 'ho mai sopportato come modo di suonare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oddio, mi sembra una mezza bestemmia, Steve Morse è un chitarrista fondamentale, Dixie Dregs, Steve Morse band, Deep Purple, insomma ne ha fatta di roba.

So che da anni non è più al top della forma per via di tendiniti e cazzi vari e l'ho perso un pò di vista, ma negli anni 70 e 80 pochi sapevano suonare come lui.

Poi i gusti non si discutono per carità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Giorgè dice:

Oddio, mi sembra una mezza bestemmia, Steve Morse è un chitarrista fondamentale, Dixie Dregs, Steve Morse band, Deep Purple, insomma ne ha fatta di roba.

So che da anni non è più al top della forma per via di tendiniti e cazzi vari e l'ho perso un pò di vista, ma negli anni 70 e 80 pochi sapevano suonare come lui.

Poi i gusti non si discutono per carità.

sara' che con i Deep Purple faceva degli assoli improbabili, con un suono decontestualizzato...boh..devo anche dire che pre Purple, non l ho mai ascoltato S.Morse...ma visto e sentito quello che faceva con una delle mie band preferite, dove Blackmore ha segnato la mia infanzia, l ho odiato non poco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Morse è un chitarrista pazzesco, solo non è un chitarrista da Deep Purple.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Zado dice:

Morse è un chitarrista pazzesco, solo non è un chitarrista da Deep Purple.

su questo hai perfettamente ragione, forse mi sono fatto stupire positivamente da questo Irlandese proprio perche'ce lo sento meglio dentro la band

ma al di la'di tutto, ogni volta che sentivo un live dei Deep Purple con S.Morse, non mi trasmetteva nulla, oltre che annoiarmi ben presto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il discorso è che Steve Morse è di poco successivo a Blackmore, negli anni 70 era già bello che formato, con una sua personalità ed una tecnica assurda.Tra l’altro è profondamente americano come stile.
Basta sentirsi un live dei Dixie Dregs o della prima Steve Morse Band.

È un tipo che negli 80s s’è rotto il cazzo della chitarra perché l’aveva spolpata all’impossibile e s’è messo a fare il pilota di linea per una compagnia aerea.

Se entra nei Deep Purple non suonerà mai da Blackmore ne come un chitarrista rock blues come McBride, che per quanto possa essere in gamba mi sembra molto relegato al suo ruolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Giorgè dice:

Secondo me il discorso è che Steve Morse è di poco successivo a Blackmore, negli anni 70 era già bello che formato, con una sua personalità ed una tecnica assurda.Tra l’altro è profondamente americano come stile.
Basta sentirsi un live dei Dixie Dregs o della prima Steve Morse Band.

È un tipo che negli 80s s’è rotto il cazzo della chitarra perché l’aveva spolpata all’impossibile e s’è messo a fare il pilota di linea per una compagnia aerea.

Se entra nei Deep Purple non suonerà mai da Blackmore ne come un chitarrista rock blues come McBride, che per quanto possa essere in gamba mi sembra molto relegato al suo ruolo.

e' che in una band Britannica storica di quel genere, 25 anni di permanenza non l ho mai capiti....comunque rimane il fatto che non ho mai stavisto per Morse, a prescindere dalla sua storia artistica e professionale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi associo a chi non sopportava molto Morse nei Deep Purple, un po' come se (estremizzando) mi fai una reunion dei Led Zeppelin ed al posto di Page mi trovo Steve Vai. Bravissimo per carità, ma che cazzo c'entra?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Boh, già che lo vedi con una prs in mano ti viene voglia di cambiare canale ma il problema è che ormai è una tribute band: Lord morto (per carità c'è Airey ora, mica merda), i chitarristi storici hanno smesso, son rimasti tre calcinacci che se si legano le scarpe non si ritirano su dai. Secondo me facessero festa ci guadagnerebbero tutti.

 

Per quanto riguarda Morse per me è un grande ed ha provato a svecchiare un po' la situazione, ma quando vedi che tanto per i fan la discografia si ferma a Made in Japan suoni quello che ti pare ed in culo a tutti.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, è un po' una questione che parliamo di una band storica. Se vado a sentire gli Stones non voglio sentirne una versione svecchiata con lo shred, voglio sentire loro. Idem ACDC, Zep, Floyd e Deep Purple. Secondo me era proprio un matrimonio sfortunato, non avrebbe avuto senso per Morse fare l'imitazione di Blackmore, dovevano semplicemente scegliere qualcuno di più adatto come stile.

Concordo che ormai non ha proprio senso tenere in piedi i DP e che siamo in pieno territorio cover band.

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque a parte le 3 cariatidi, a me l'Irlandese piace molto come suona, anche a me la PRS non ha mai attizzato piu' di tanto come chitarra..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma questo nuovo è bravo per carità: fa quelle due o tre svisatine moderne che nel 71 non si facevano, un po' di sweep un po' di chicken, fa il passetto in avanti quando deve fare il solo e fa il passo indietro quando finisce. Però è un turnista, non uno del gruppo. E' per quello che parlavo di tribute band.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Steve Morse é un gigante, non sono un fan ad esser sinceri ma é un alieno. 
Allargando il discorso: per me i Deep Purple dopo Burn hanno di fatto chiuso i battenti, il resto a parte qualcosa non ha quella magia (purtroppo). 
Probabilmente (e mi attirerò dei pomodori per questo) se si voleva proseguir sulla falsa riga di Blackmore si doveva ingaggiar il panzone svedese negli anni d’oro (1984-1990) ed avrebbe garantito continuità (se quello si cercava). Con Morse si é chiaramente cercata un’altra via. Senza Lord, Blackmore, Coverdale (ok c’è Gillian) son praticamente una cover band di sé stessi ormai e non penso che la colpa della poca freschezza compositiva sia da attribuire al povero Morse.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 11/23/2022 at 4:38 PM, Uilliman Coscine Terzo said:

Ma questo nuovo è bravo per carità: fa quelle due o tre svisatine moderne che nel 71 non si facevano, un po' di sweep un po' di chicken, fa il passetto in avanti quando deve fare il solo e fa il passo indietro quando finisce. Però è un turnista, non uno del gruppo. E' per quello che parlavo di tribute band.

 

Ecco, è esattamente un turnista, come se ci mettessi Colombo (non il tenente s' intende🤣). Per me Steve Morse è totalmente su un altro pianeta, poi si può discutere se sia o meno un chitarrista da Deep Purple, per me no, perché solo Blackmore lo è, pur con tutte le sue pecche ed il suo caratteraccio, il sound del gruppo e le idee vengono da Jon Lord e da lui, senza di loro non esiste più il gruppo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un Tommy Bolin mi ci stava tutto per sostituire blackmore e portare avanti i DP, un Morse è stato usato esattamente come un turnista e far cassa con la fama del gruppo, non mi sembra ci sia mai stata la volontà di fare altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su Tommy Bolin concordo pienamente, aveva tutte le carte in regola per aprire una nuova era DP, insieme a Hughes , molto più funky. Peccato sia morto troppo presto e, di fatto, Come Taste The Band sia stata solo una meteora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×