Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'prs'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Radio Chitarra: Istruzioni per l'uso e presentazioni
    • OFF: MANIFESTO DEL FORUM
    • 900Mhz: Radio Chitarra Siamo Noi!
    • 900Mhz: Info dalla Regia
    • 999Mhz: WikiRadio
  • In onda su Radio Chitarra ...
    • 100Mhz: Radio Chitarre
    • 100.5Mhz Radio Acustica
    • 101Mhz: Radio Amplificatori
    • 102Mhz: Radio Effetti
    • 105Mhz: Radiocronaca
    • 110.10Mhz Radio Digitale
    • 118Mhz Radio Wave
    • 155Mhz: Radio Elettra
    • 160Mhz: Radio Recording
    • 190Mhz: Giornale Radio
  • Radio Mercato: The GAS Station
    • 400Mhz: Mercato Chitarre
    • 401Mhz: Mercato Amplificatori
    • 402Mhz: Mercato Effetti
    • 403Mhz: Mercato Varie
    • 404Mhz: Archivio Mercatino
  • MyRadioSpace
    • 300Mhz: Radio Gear
    • 301Mhz: Bande Radio
  • Media Radio
    • 201Mhz: Radio Cultura
    • 200Mhz: Radio Scantinato
    • 202Mhz :Radio Extrema
  • Radio Didattica
    • 500Mhz: Lezioni
    • 501Mhz: Suonare nello stile di ...
    • 502Mhz: Radio Jam

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 11 results

  1. Uilliman Coscine Terzo

    Chiacchierata interessante

    Dura un'oretta ma è molto piacevole. Se non vi piace non importa che scrivete che non vi piace, tanto il cuore ve lo mette solo quel sociopatico di Valerio. Che però vi odia.
  2. tedin

    PRS S2 McCarty

    Ciao a tutti, da quando sono uscite queste chitarre dal prezzo quasi umano, sono in fissa con Prs, in particolare la McCarty S2. Guardando però al mercato dell’usato vedo che ci sono comunque delle Custom 22/24 core con qualche anno che arrivano più o meno allo stesso prezzo. Da qui chiedo agli esperti Prs un consiglio, meglio una S2 nuova o una core “vecchia”?
  3. guitarGlory

    PRS nuovi manici Pattern

    Da un mesetto, causa ripresa di un vecchio gruppo per cui mi servono suoni variegati (sia HB che simil-strat) e manico il più comodo possibile, sto di nuovo in GAS da PRS... niente di particolarmente culattone eh, una semplice Custom 22, possibilmente con i nuovi pups 58/15 o con i 57/08 e manico fat. Il dubbio riguarda i nuovi shape dei manici, che dal 2011 mi pare vengono chiamati Pattern, Pattern Regular e Pattern Thin... e che dovrebbero corrispondere rispettivamente a: Pattern = Wide Fat Pattern Regular = Regular Pattern Thin = Wide Thin Sulle PRS che ho avuto in passato mi sono sempre trovato bene col manico Wide Fat, che è il più simile ai manici LP 58-59 a cui sono abituato, ma purtroppo non ho potuto confrontare un vecchio Wide Fat rispetto al nuovo Pattern: in giro si legge di tutto, e in generale sembra che - seppur le dimensioni siano le stesse - siano cambiate la spallatura e il carving, con una sensazione di minor ciccia su cui poggiare il palmo... avendo potuto provare sia il pattern Regular che il Pattern Thin, posso confermare che in quel caso il manico è effettivamente diverso dai vecchi shape corrispondenti. Se non mi preoccupa il selettore blade a 5 posizioni, perché mettere un push-pull al tono aggiuntivo per splittare i pups è un lavoro semplicissimo e posso farlo tranquillamente, vorrei invece un parere da chi ha potuto confrontare il vecchio profilo Wide Fat col nuovo profilo Pattern, per evitare brutte sorprese. Che ne pensate? Il nuovo Pattern com'è anche rispetto a un manico Gibson 59 Historic o True Historic (ben consapevole che i manici Gibson variano parecchio)? Grazie in anticipo a tutti G-Lory
  4. Bon, li ho presi a dicembre come "autoregalo", li ho provati per un po' e su due chitarre differenti. Ora posso finalmente scrivere due parole a riguardo. Ho deciso di fare una prova leggermente più complessa del solito, mi spiego: ho preso questo set con l'idea di montarlo sulla Jazzmaster assemblata, tuttavia mi rendo conto che essendo dei pickup che strizzano l'occhio al PAF o in generale al "vintage sound", molti lo associano automaticamente al mogano, da qui l'idea di provarlo in tandem su due chitarre, molto differenti tra loro. A parte l'aver fatto una sorta di video Pete-wannabe apposta per l'occasione, ho fatto questa scelta, prevalentemente, perché non contento dei Dragon II montati stock sulla PRS, quindi con l'intenzione di vedere/sentire se può o meno valere la pena prendere un secondo set in futuro. Finalmente il mese scorso sono riuscito a mettere le mani su una scheda audio (grazie Marco) dopo anni di astinenza dalle registrazioni. Abbiate pietà Ho ordinato i pickups dagli Stati Uniti, per il semplice motivo che al momento dell'acquisto in europa il Plus per ponte non era disponibile. Pagati tra i 250€ e i 300€ (non ricordo con esattezza) tasse e spedizioni incluse. Esteticamente sono molto belli, la finitura "raw nickel" è la mia preferita e anche se nuova tende all'aging con molta facilità. I supporti a L per essere montati ai pickup ring sono corti, quindi possono essere utilizzati su qualsiasi chitarra, i cavi hanno 4 conduttori per lo split e vengono fornite molle e viti in dotazione. Nel mio caso i pickups misurano 8.92k (bridge) e 7.05k (neck), quindi stiamo parlando di pickup medium/low output. Ho scelto il Plus al ponte perché mi trovo spesso a usare distorsioni abbastanza importanti, quindi siccome potevo scegliere ho preferito questa opzione. Al momento non posso fare paragoni con lo Standard ponte, perché semplicemente non ne ho mai provato uno, quindi non so se ci siano differenze drastiche. Prevalentemente mi trovo a usare il ponte per i distorti e il manico per i puliti, e con questo set soddisfo a pieno le mie necessità. Come carattere rispecchiano lo stile Suhr, quindi moderno, anche se l'idea è di offrire un prodotto orientato al vintage. Unica nota dolente: in configurazione split li trovo un po' anemici e privi di spinta, l'unica combinazione che ho trovato usabile è stata quella centrale con entrambe le bobine splittate. Non mi è nuova questa situazione, generalmente i pickup PAF-like o vintage non mi soddisfano se splittati, anche perché hanno sufficiente definizione e brillantezza in ogni posizione. Mi è piaciuta molto la posizione centrale sia sui puliti che sui distorti e ho apprezzato particolarmente la facilità nell'ottenere un ottmo pulito, in tutte le posizioni, solo con l'utilizzo del potenziometro volume, anche partendo da un crunch abbastanza spinto. Link al sito del costruttore https://www.suhr.com/pickups/humbucker-pickups/suhr-thornbucker-signature-pickups/ Ho realizzato anche una serie di mini-clips per mostrare il comportamento con il fuzz, mettendo a confronto le due chitarre e un terzo pickup abbastanza comune come rieferimento. L'audio è stato registrato usando un Laney AOR 30 dentro una Orange PPC412 microfonata con un SM57 (per i suoni fuzz ho usato solo questa combinazione) e un paio di profili Two Notes (cassa Mesa con V30 microfonata con R121 close mike e U87 room mike). Tutto registrato con Logic e Focusrite 2i4
  5. ACsteve427

    Harley Benton

    Vi posto qui un paio di brani che mi son divertito a registrare (alla buona eh) con due chitarre estremamente economiche e con le mie mani ancor più economiche 😂. Comprate per sfizio più per arredare casa che per strimpellare, ma alla fine si sono rivelate anche divertenti da utilizzare. Sono completamente originali, hanno ancora le corde di fabbrica (D'Addario), le ho solo setuppate un minimo per avvicinarle alle mie abitudini. In entrambi i casi l'ampli usato è il mio fido THR10, con settings diversi.
  6. Come da titolo, problemoni di livello quasi cosmico... ho lasciato la mia fida Custom22 del '95 incustodita sul mio letto e dopo qualche ora l'ho trovata con una manopola del volume crepata. Ho dato un'occhiata sul web, ma non ho trovato nessun negozio che venda esattamente queste manopole: Consigli?
  7. Vi presento l’ultima arrivata a casa, una - per me – splendida PRS NF3, che ho da un paio di mesi. Alcune caratteristiche tecniche: Corpo molto leggero in korina, sunburst 3c con la tipica finitura V12 (una finitura particolare tra acrilico e nitro che PRS utilizza da un po’, molto sottile e trasparente, che dovrebbe garantire il giusto compromesso tra protezione e "porosità" della verniciatura ), manico bolt-on con profilo regular pattern, molto comodo, con finitura satinata. La tastiera è in palissandro con segnatasti che chiamano ring dot (un dot leggermente opalescente con un contorno sottile chiaro), scala 25,25”, PRS low mass locking tuners, PRS tremolo (ottimo, veramente). I pickup sono 3 narrowfield, basati sui 57/08, ma appunto più stretti di un normale HB, con un selettore a lama tipo stratocaster, non splittabili, un tono ed un volume. Cosa mi ha colpito, cosa mi ha fatto decidere di prendere questa seconda PRS? Prima di tutto la suonabilità. Ottima, a livello della mia DGT. E’ leggera, non ha dead spots, è bilanciata, rimane sempre accordata, tutti i tasti sono facilmente raggiungibili, la curvatura è perfetta per me, il tremolo è perfetto, insomma è un vero piacere suonarla. Seconda cosa, il suono. E' bello e carnoso, ma con chiarezza eccellente, molto articolato e ricco di dettagli. I pickup narrowfield dicono essere di chiara ispirazione PAF; per me semplicemente rendono giustizia alla qualità dei legni e della costruzione, con una caratteristica aggiuntiva che rende la chitarra estremamente versatile: abbassando il volume, il suono si alleggerisce e si schiarisce, passando dall’HB al “P90” fino al single coil. Non è una strato, ovviamente, e non è una les paul, è una PRS, anche se un po’ anomala rispetto alle produzioni standard, questi pickup hanno la loro anima, ed è bella. Il suono è bello e personale ad ogni posizione del selettore, i suoni controfase in 2^ e 4^ posizione sono ottimi, il pickup al ponte mi piace moltissimo sia pulito che distorto, quello alla tastiera è pieno e articolato (anche se non batte il Grissom bass, il migliore pickup che abbia mai avuto) Gran tono, li ho sentiti registrati e quasi non credevo fossero loro Forse l'unica nota non positiva è la posizione del selettore, posizionato in maniera un po’ scomoda per chi è abituato ad una strato, ma posso dire dopo un paio di mesi di utilizzo che è una chitarra eccellente, una di quelle che non metteresti mai giù.
  8. E' da un po' di tempo che penso alle prs, ho letto in giro mille cose e adesso ho una gran confusione in testa, c'è chi dice che sono solo belle chitarre, altri che sono molto meglio di strato e/o les paul (che comunque ho già, cerco uno strumento più versatile) Premetto che suono pop e un po' di rock/blues. Mi fermo già su alcune questioni basilari: quanti tasti? alcuni scrivono che le 24 tasti hanno il pickup al manico che non suona rotondo e caldo come le 22 tasti (che in genere preferirei) Quali pickup? leggevo che i pickup HFS/vintage bass delle custom 24 fanno schifo o ci puoi fare solo metal, che i dragon II sono ottimi, ma meglio i 59/09 oppure tutto il contrario, insomma, un bailamme. quale anno di produzione? dicono che le nuove siano decisamente migliori, ma chennesò? L'unica cosa certa è che molti anni fa ne ho provata una, e non era scattato il giusto feeling, ma sabato scorso ho provato una custom 24 20th anniversary su un germino e mi è sembrata veramente ottima e versatile, quindi non ci capisco più niente. Ho pensato che mi piacerebbe avere una chitarra con tremolo e manico incollato, non ho necessità di pickup spinti, ma di una buona versatilità. prenderei una chitarra usata, comunque, non posso permettermi una prs nuova. suggerimenti? gracias
  9. guitarGlory

    Parisienne Walkways

    C'ho provato... dopo più di 4 anni di inattività, non mi ricordavo nulla di come funzionasse Nuendo per registrare/mixare... alla fine è stata l'occasione per un ripassino Ecco la prima parte di Parisienne Walkways... registrata buona la prima (anche perchè le prime due ore ho cercato di far funzionare Nuendo!!!) e non so neanche se la linea di chitarra è proprio quella; manca il solo finale, lo aggiungerò nei prox giorni: https://soundcloud.com/guitarlory/parisienne-walkways-prova-1 La strumentazione: - PRS custom 22 (l'ho usata perché sui bending è più comoda, anche se suona un pelo troppo fredda per il pezzo, ha meno medie rispetto alla LP) - Tech21 British boostato dal Centaur - Testata artigianale plexi-style by Dr. Valvola, a columi indecentemente alti - Cassa 2x12, Greenback close-miked con SM57 Delay e reverb aggiunti da Nuendo post recording. Come vi sembra? Ciao
  10. Dopo un po' di penare...è arrivata...l'ultima e per un po' sarà l'ultima tibiucciata... PRS SC 58 STRIPPED Si tratta di un'edizione limitata e più economica della SC 58, essendo stripped questa chitarra è stata spogliata dei vari orpelli che ha una SC58 lasciando in pratica solo la sostanza, quindi niente custodia paisley ( era bella...pazienza) , niente segnatasti in abalone ( belli si, ma anche questi non sono male ), niente palissandro sulla paletta e binding sulla tastiera ( non me ne può fregar di meno ), niente 10top (poco male, dato che i top sulle stripped sono più belli e personali rispetto a quelli statici e ultrafiammati delle SC58 normali). Rinunciando a questi "orpelli" il prezzo si abbassa di circa 1600 euro ( una SC58 costa intorno ai 4200 euro ), la chitarra in sostanza rimane la stessa!!! Quindi corpo in mogano con top in acero e verniciatura V12 Manico in mogano con tastiera in palissandro, scala 24.5" Meccaniche Phase III Ponte con stop tail che permette di intonare singolarmente le corde. Pickup 57/08 La consiglio a tutti...non è una Les Paul, è una PRS con tutti i pregi e i "difetti" che ciò comporta ... ma tra le single cut di casa PRS è quella da avere!!!! Suona grossa e grassa, è versatilissima, ci si fa davvero tutto con soddisfazione. Si tratta di un'edizione limitata. hanno raccolto le prenotazioni a settembre e le hanno sfornate tra gennaio e febbraio,
×