Jump to content
A wild Manni

Progetto MJT Strat Disagiata

Recommended Posts

Il tizio di mjt mi ha risposto che è un problema di luce, secondo lui dal vivo sono molto belli. Boh, non ho esperienza

Share this post


Link to post
Share on other sites

Posso fare una domanda/provocazione? Perché vivere l'esperienza unica di farsi fare una chitarra artigianale per via epistolare oltreoceano senza poter toccare con mano ne legni ne altro e in modo così "pseudo industriale" (perché da quel che mi ricordo mjt cura il relic poi tutto il resto è un comprare un pezzo da qui un pezzo da li e mandarlo a loro, per poi comprare tutti i restanti ed aspettare che arrivi in Italia per completarla) e non preferire invece di spendere un po' di più e farsela fare da un liutaio italiano? Solo per una questione di rivendibilità?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Uilliman Coscine Terzo dice:

Perché mediamente la qualità mjt è buona, non devi stare ad inviargli te la roba, hai comunque la tua custom order ad un prezzo abbordabile ed è rivendibile.

 

Si si questo lo sapevo, però secondo me quando si arriva a volersi far fare una chitarra a propria immagina e somiglianza non c'è più bella soddisfazione di essere in contatto diretto con chi te la costruisce e viverti pezzo pezzo la sua costruzione, a cominciare da vedere queste tavole anonime ed intuire dalla trama come potrà essere la propria chitarra... lo so sono discussioni fine a se stessi, però per esperienza personale imho ci tenevo a dire che preferisco ad esempio aspettare per raccogliere e spendere 1000/2000 euro in più per una liuteria italiana che contattare ditte oltreoceano... anche perché decidere di prendere una chitarra artigianale è già una scelta difficile e richiede idee abbastanza chiare sulla costruzione, quindi quale soddisfazione migliore di impostare a 4 occhi una chitarra così "definitiva"? 

Scusate l'Ot

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto quanto sopra, in più non è scontatissimo trovare un liutaio che abbia la varietà di scelta nelle specifiche che posti come USACG o Muskraft offrono. Se a questo aggiungi che vai a spendere meno, hai un prodotto più rivendibile, che la qualità è tendenzialmente speculare (tendenzialmente perché ci sono sicuramente liutai più incazzati, ma anche tanti meno) e che col doppio ordine abbiamo comunque avuto uno sconto la cosa ha i suoi vantaggi.

Inoltre per me non sarebbe molto fattibile seguire molto da vicino la creazione, visto che bene che vada un'ora e mezza abbondante di macchina mi tocca farla per arrivare dal primo liutaio utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza considerare che se spendi 2000/2500€ di una di liuteria e poi esce che non ti piace e non ti ci trovi ci smeni sopra dei gran soldi per rivenderla, una MJT se non è troppo particolare la rivendi facilmente senza perderci una barcata di soldi. 

E comunque quando inizi a spendere 2000/2500 euro se non cerchi roba particolarissima (come configurazione p.u. ponte o colori) stai sicuro che mamma Fender l'ha prodotta e a quel punto vai sull'originale.

 

Esempio: se cerchi una sunburst, frassino e tre single coil fai un giro in un negozio e ne provi quante ne vuoi di Fender o Suhr per dire. Se invece cerchi una purple glitterata, con humb al ponte single al manico senza centrale allora sei quasi costretto ad adire a liutai o MJT. Ma 2500 euro in una chitarra che se ti stufa la rivendi forse a 1000 mi pare un azzardo che solo il Presidente nei suoi cenci affronterebbe con il sorriso di un preseparo boutique

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah beh, io ragionavo nell'ottica dei 1500 che mi preventivò Buttarini. Se saliamo sopra i 2k ha senso esclusivamente se si conosce mooolto bene il liutaio in questione e si ha una fiducia assoluta nel fatto che i suoi prodotti spanino l'ano al CS Fender.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No certo il liutaio devi conoscerlo benissimo e conoscere bene la sua storia ed i suoi prodotti.. ma cmq quando si compra nuovo a rivendere sappiamo tutti che è un casino, quindi direi che per una buona causa vale la pena rischiare e fregarsene di rivendibilità e tutto... archivio mercatino rc docet.

Una chitarra artigianale con tutte le proprie specifiche secondo me deve accompagnarti nel tempo 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Pick dice:

 

Una chitarra artigianale con tutte le proprie specifiche secondo me deve accompagnarti nel tempo 

 

 

Vero, peccato che 3/4 di quelli che se le fanno fare nella vita imbottiscono panini, quindi potrebbero suonare con una Chibson da 200 euro per quel che gli serve e se comprano o si fanno fare roba pro è per hobby. Di conseguenza la previsione di lunga durata più che speranza è utopia.

 

Diverso è il discorso di farsi fare una Private Stock in legno di croce di cristo con le iniziali in Plutonio sapendo consapevolmente di smenarci sopra l'equivalente di un BMW per il solo gusto di poter postare "la prima relic in italia ce l'ho avuta io. La prima Private stock pure." Che tempi meravigliosi

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minutes ago, Pick said:

No certo il liutaio devi conoscerlo benissimo e conoscere bene la sua storia ed i suoi prodotti.. ma cmq quando si compra nuovo a rivendere sappiamo tutti che è un casino, quindi direi che per una buona causa vale la pena rischiare e fregarsene di rivendibilità e tutto... archivio mercatino rc docet.

Una chitarra artigianale con tutte le proprie specifiche secondo me deve accompagnarti nel tempo 

 

 

Ma infatti l'ottica è di tenerla, ma visto il budget non ritengo ci siano queste grosse alternative liuteristiche nella mia zona e sicuramente non potrei seguirne lo sviluppo passo passo senza  pagare l'equivalente di una seconda chitarra più piccola in benzina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, A wild Manni dice:

 

Ma infatti l'ottica è di tenerla, ma visto il budget non ritengo ci siano queste grosse alternative liuteristiche nella mia zona e sicuramente non potrei seguirne lo sviluppo passo passo senza  pagare l'equivalente di una seconda chitarra più piccola in benzina.

 

Non lontano da te c'è Rufini, fa belle chitarre a livello di liuteria... esteticamente fa bene anche il light relic, l'heavy Invece non mi è piaciuto su quelle che ho visto.

Non conosco i suoi prezzi però.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, guitarGlory said:

 

Non lontano da te c'è Rufini, fa belle chitarre a livello di liuteria... esteticamente fa bene anche il light relic, l'heavy Invece non mi è piaciuto su quelle che ho visto.

Non conosco i suoi prezzi però.


Rufini mi face una rettifica quando vivevo a PG 5 o 6 anni fa. Al tempo trattava poco strumenti elettrici però, non sapevo avesse iniziato a farne di sue.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, A wild Manni dice:


Rufini mi face una rettifica quando vivevo a PG 5 o 6 anni fa. Al tempo trattava poco strumenti elettrici però, non sapevo avesse iniziato a farne di sue.

 

Le fa le fa, ne hanno un paio anche qui da Musicate, provate personalmente... dovrebbe averne una o due anche @Tiltqui sul forum, che per lui ha fatto anche delle demo  video, sentiamo se ci racconta qualcosa ;)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la butto lì, visto che credo che non sia ancora stato tirato in ballo...

E il nostro beneamato ShangriLab?

Da parte sua ho sempre visto dei lavori assolutamente degno di nota, più o meno reliccati etc etc....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, gianimaurizio dice:

Io la butto lì, visto che credo che non sia ancora stato tirato in ballo...

E il nostro beneamato ShangriLab?

Da parte sua ho sempre visto dei lavori assolutamente degno di nota, più o meno reliccati etc etc....

 

 

 

Marco è bravo col relic, ma ho sempre saputo che non facesse chitarre da zero... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

che io sappia Marco non le fa, e poi io volevo un manico con raggio compound, cosa difficile per gli artigiani.

Poi io e Francesco siamo in umbria, Buttarini e Rufini pure. Non solo sarebbe stato un artigiano italiano, addirittura vicino casa. Ma ripeto, parliamo di altre cifre e possibilità di personalizzazione che non incontravano i miei gusti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh ragazzi la questione è sempre la stessa dal mio punto di vista: Mjt assembla roba fatta più o meno in serie (oppure on demand ma in un contesto pur sempre di volumi grossi di vendite), vernicia e ci fa sopra un bel relic. Ad un prezzo onesto indubbiamente pur aggiungendo spese di spedizione e dogana.

In Italia partire da zero per fare la stessa cosa a meno di non ricorrere a semilavorati (All Parts, ecc...) costa di più e non si ha il brand (lo stesso citato Marco di Shangrilab anni fa mi aveva dato un'idea di costi ma prendete con le pinze questa affermazione).

Voglio vedere a rivendervi una Buttarini replica '60 strat in un colore normale. Se ci riprendete più della metà di quanto spendete è già un bel risultato (e critico il mercato non il prodotto sia chiaro). Quoto in toto chi ha fatto questo ragionamento pensando anche che forse la causa è che noi siamo i soliti esterofili...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

MJT si colloca anche in una fascia di prezzo "furba" nella quale hai poca scelta di buoni prodotti dalla produzione industriale (mai stato un fan della produzione fender standard americana, eccezioni escluse) ma devi aggiungere un bel po' per arrivare a prodotti più interessanti. La chitarra più prossima con cui può farsi concorrenza è probabilmente la EJ.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non volevo distogliere l'attenzione del tread, scusatemi ragazzi... era un mio punto di vista in merito secondo me ad una scelta (l'artigianale) che dovrebbe essere presa staccandosi un po' dalle dinamiche commerciali dell'industriale, in primis per vivere a pieno questo sogno senza cadere in compromessi... tutto qua :) ma ovvio imho e solo imho 

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Pick dice:

Non volevo distogliere l'attenzione del tread, scusatemi ragazzi... era un mio punto di vista in merito secondo me ad una scelta (l'artigianale) che dovrebbe essere presa staccandosi un po' dalle dinamiche commerciali dell'industriale, in primis per vivere a pieno questo sogno senza cadere in compromessi... tutto qua 🙂 ma ovvio imho e solo imho 

 

Il tuo ragionamento è corretto e non fa una piega, ma personalmente credo siano in pochissimi ad avere idee molto chiare su uno strumento e un'intenzione granitica di farne la propria chitarra per sempre....
Siamo chitarristi, estremamente mutevoli, soggetti alle mode e alle tentazioni. Quante volte vediamo una cosa che fino a poco prima non avevamo neanche mai preso in considerazione, ci sale la scimmia, e improvvisamente diventa il nostro desiderio guitar-pornografico da soddisfare quanto prima? E via a rivendere altre cose per finanziare l'acquisto...

La rivendibilità, specie con il mercato attuale, non è un fattore da poco. MJT e altri marchi di body e manici offrono un minimo di garanzia sulla qualità del prodotto.

Poi è ovvio che un liutaio magari fa una chitarra migliore, ma a meno di 2-3 nomi importanti non esiste un mercato dell'usato che garantisca un mantenimento del valore della chitarra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, tacco said:

 

Il tuo ragionamento è corretto e non fa una piega, ma personalmente credo siano in pochissimi ad avere idee molto chiare su uno strumento e un'intenzione granitica di farne la propria chitarra per sempre....
Siamo chitarristi, estremamente mutevoli, soggetti alle mode e alle tentazioni. Quante volte vediamo una cosa che fino a poco prima non avevamo neanche mai preso in considerazione, ci sale la scimmia, e improvvisamente diventa il nostro desiderio guitar-pornografico da soddisfare quanto prima? E via a rivendere altre cose per finanziare l'acquisto...

La rivendibilità, specie con il mercato attuale, non è un fattore da poco. MJT e altri marchi di body e manici offrono un minimo di garanzia sulla qualità del prodotto.

Poi è ovvio che un liutaio magari fa una chitarra migliore, ma a meno di 2-3 nomi importanti non esiste un mercato dell'usato che garantisca un mantenimento del valore della chitarra.


In realtà per me si applica anche un altro discorso.
1200 circa per una chitarra di cui posso scegliere ogni specifica li spendo anche a dispetto di una scarsa/nulla rivendibilità (ed in questo caso di fatto ne ho poca, visto che le specifiche di manico e ponte sono parecchio impopolari), dovessi investire oltre i 2500 non lo farei mai su un prodotto di scarsa rivendibilità perché di imprevisti nella vita ne capitano tanti ed avere, chessò, 4000 euro fermi in una chitarra che se ne avessi davvero bisogno non mi rende neanche la metà per la mia modestissima opinione rimane un rischio maggiore di non poco.

Detta in breve, tanto più è alto il budget tanto più mi interessa che sia un investimento e non solo una chitarra.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, A wild Manni dice:


Detta in breve, tanto più è alto il budget tanto più mi interessa che sia un investimento e non solo una chitarra

Bravissimo: c'è chi "ci gioca in borsa" con le varie serie limited e collector choice. 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, A wild Manni dice:


In realtà per me si applica anche un altro discorso.
1200 circa per una chitarra di cui posso scegliere ogni specifica li spendo anche a dispetto di una scarsa/nulla rivendibilità (ed in questo caso di fatto ne ho poca, visto che le specifiche di manico e ponte sono parecchio impopolari), dovessi investire oltre i 2500 non lo farei mai su un prodotto di scarsa rivendibilità perché di imprevisti nella vita ne capitano tanti ed avere, chessò, 4000 euro fermi in una chitarra che se ne avessi davvero bisogno non mi rende neanche la metà per la mia modestissima opinione rimane un rischio maggiore di non poco.

Detta in breve, tanto più è alto il budget tanto più mi interessa che sia un investimento e non solo una chitarra.

 

Certo, hai ragionissima...io al momento stavo limitando il mio ragionamento a chitarre "semplici" tipo strato / tele, dove tutto sommato un bravo liutaio è in grado di fare cose eccelse sotto i 2000€.

Spendere 4000€ per una chitarra super figa e iper-customizzata e sapere che sul mercato ne vale meno della metà tirerebbe il culo a chiunque! 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×