Vai al contenuto

ago

Members
  • Numero contenuti

    1216
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    17

ago last won the day on October 7

ago had the most liked content!

Reputazione Forum

475 Excellent

6 Seguaci

Su ago

  • Rank
    don't panic
  • Compleanno 06/02/1969

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Torino

Visite recenti

4251 visite nel profilo
  1. Callaham Strat Pickguard Shield

    A massa deve andare per forza, altrimenti è inutile. In questo caso dovrebbe andare a massa tramite i potenziometri, dal momento che dice che i buchi sono calibrati per il contatto con i pots per evitare eventuali ground loop, se ho capito bene.
  2. Delay con tap tempo.

    Basta tenere premuto il pedale per due secondi, dopodiché diventa un tap tempo.
  3. Delay con tap tempo.

    Confermo: Switch to TEMPO mode Hold down the pedal switch for at least two seconds (the CHECK indicator lights green).
  4. Delay con tap tempo.

    Io uso anche un DD7, sebbene abbia il pedale per il tap tempo sono sicuro al 90% che lo si possa fare anche con il suo pedale. Economico, dry through, lo uso praticamente sempre in modalità analog. Controlla sul manuale!
  5. Io di solito regolo le vitine in base al radius e poi, da lì, faccio, se ne sento il bisogno, le opportune modifiche. A volte son rimasto stupito dal cambiamento, a volte no (con humbucker più spinti mi pare di non sentire troppa differenza, al contrario con pu con meno uscita ho avuto l'impressione di sentire un cambiamento più definito; non è che mi fidi troppo dell'orecchio, però).
  6. cavi

    Ne ho di diversi tipi: Evidence Melody; george's L; mogami; cavo antenna; ecc.. Alla fine ha vinto, per comodità, suono, robustezza, semplicità d'uso (i Melody e in generale i cavi con il core solido sono un incubo, se li pieghi troppo li spezzi, e sono 80 euro di cavo) i Mogami. Ma poi, usando un buffer in entrata e uno in uscita, le differenze tra cavo e cavo si affievoliscono di molto.
  7. un omaggio ai tiberini e uno agli oltreticinesi
  8. Recording con backing track

    Una volta avevi una mandata effetti dal banco del multitraccia, percui o mettevi l'effetto in tempo reale sul mix (cioé mentre facevi il mix) o mettevi una traccia / due tracce side con l'effetto che poi mixavi con quelle dry. In realtà era uguale ad adesso, solo che le macchine erano fisiche e non virtuali. Per ogni traccia registrata su nastro da 8, 12 o 24 (credo che i Beatles fecero 72 con un tot di banchi in parallelo ma magari me lo sono sognato) potevi inserire delle mandate a gruppi o singole o direttamente sul mix finale.
  9. Mooer Radar

    Lo avevo visto, potrebbe essere interessante se avrà un prezzo minimo, in linea con gli altri prodotti Mooer. In teoria se utilizza anche IR di terze parti si può sperare che abbia una qualità non proprio infima. Aspettiamo e vedremo.
  10. Domodossola e il VCO vogliono abbandonare il Piemonte e diventare lombardi. Sappiate che l'unico motivo per cui non bestemmio siete voi, amici che vivete oltre il confine del Sesia e del Ticino (han giurato! non fia che quest'onda scorra più tra due rive straniere). :lol:

    1. Mostra commenti precedenti  %s di più
    2. Ric

      Ric

      Piemontesi falsi e cortesi!

      Fanno bene a liberarsi dalla poliposa torino bianconera!

      La valsesia neroazzurra tornerà sotto il segno del biscione crociato!:sorrisone:

    3. ago

      ago

      Torino è granata. La Juve al massimo è la squadra di Venaria. :P

    4. Ric

      Ric

      Eh lo so Ago, la grande Torino operosa operaia e onesta non potrebbe mai infangarsi a sventolare una bandiera che ha insito nei suoi colori i disvalori della ruberia e degli illeciti sportivi e finanziari di quella stirpe che si è inoppurtunamente incaranta in quella città ai piedi delle alpi ma che come sappiamo è proprio oltre le alpi che ha instaurato ogni sede legale nascosta e occulta come in un gioco di matriosche. Purtroppo però anche se di facciata, questa stupenda città dal cuore granata ha dato alla luce una dinastia infame e balorda che ha saputo fare proseliti anche laddove chiedevano il sudore e il sangue dei loro sudditi. La grande Valsesia non ci sta e tutti insieme neroazzurri e granata da Borgosesia a Varallo Sesia e Romaganao chiediamo a gran voce di lasciare qualla terra depradata da condoni e regali di stato per trovare un pià comodo giaciglio all'ombra di quell madonnina tutta d'oro e picinina, con lo sguardo rivolto alla pinetina, che illumina d'immenso i grandi trofi conquistati in ogni dove con spirito ardito e specchiata lealtà.:sorrisone:

  11. primo pedale drive

    Mi unisco al coro klon style per due motivi: il buffer a inzio catena e la sua capacità di boostare innumerevoli od e distorsori. Io lo uso così. Inoltre il fatto di avere già un buon buffer in coda non contraddice l'utilizzo di un buon buffer all'inizio, secondo me.
  12. MIXER DI LINEA in formato pedale

    Sì, me ne sono fatto uno anche io. Si tratta di un semplice buffer che duplica il segnale. Una parte va all'effetto, l'altra si mantiene clean. E alla fine vengono miscelati. Il segnale resta pulito come quello che in genere ottienida un buffer.
×