ago

Members
  • Numero contenuti

    1170
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    15

ago last won the day on August 6

ago had the most liked content!

Reputazione Forum

432 Excellent

5 Seguaci

Su ago

  • Rank
    Advanced Member
  • Compleanno 06/02/1969

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Torino

Visite recenti

4073 visite nel profilo
  1. Lo metterei primo solo se ti piace spippolare con gli effetti. In quel caso registri una traccia e poi ci sovrapponi gli effetti cambiando i parametri in tempo reale. Altrimenti, se ne fai un uso normale, quoto Davide e Vigilius: va messo al fondo della catena.
  2. Complimenti! davvero di gran classe!
  3. Purtroppo photobucket ha distrutto una quantità enorme di informazioni eliminando il servizio di link sui forum. Era qui: http://s772.photobucket.com/user/Gila_Crisis/library/?sort=3&page=1 In pratica hai tre switch on/off momentanei, ognuno che chiude il circuito con un valore di resistenza: 2K; 0.5K; 1K. L'importante è usare un jack stereo, cortocircuitanto tip e ring, altrimenti non funziona. Si fa in 5 minuti, però trovare una scatolina giusta è stato impossibile e quindi me ne sono fatte due prendendo al Brico due profilati in alluminio a L. Ma è stata una faticaccia....
  4. Prenderei il Rict01, costa qualche spicciolo in più ma mi sembra più flessibile e ha il conduttore interno in rame. Non sono indicate capacità e resistività ma non credo siano troppo diverse. Con una 15ina di euro ti prendi un 4 metri di cavo buono che può sempre tornar utile anche in altri contesti.
  5. 27 euro vanno benone! Vai così!
  6. Se hai un cavo strumento che ti avanza puoi usare quello. Se devi comprarne uno non andare su cosa esoteriche, basta un buon cavo da una venti venticinque euro, meccanicamente robusto e che sia nello standard per lo strumento. Non so quanto costi il reference in questione ma già solo il fatto che sia direzionale mi fa pensare due cose: 1) è un cavo semibilanciato; 2) è un acchiappone (cioè ti fa credere che sia direzionale e invece è un cavo normale). Se non ricordo male tu sai saldare, quindi mi comprerei due bei jack neutrik e qualche metro di mogami e farei da me!
  7. Pare che tu sia ancora alle prese con il Trio . Allora, per quanto ne so, cioè IMHO: il segnale sbilanciato è un segnale che viaggia su due conduttori, su di un conduttore passa il segnale vero e proprio, e l'altro rappresenta il ground, la terra, diciamo così. Un segnale trasportato in questo modo è molto sensibile alle interferenze, infatti di solito viaggia all'interno del conduttore che va a terra, la calza, che, fisica permettendo, lo protegge dal captare le interferenze. Ciònonostante il segnale resta debole e indifeso se il cavo inizia a diventare lungo (un cavo è un dipolo, fa da antenna, se non è schermato capta, e se è schermato un po' capta lo stesso) iniziano a verificarsi perdite dovuta alla resistività e alla capacità del cavo. Se restiamo sui 5 metri basta un buon buffer, che trasformi il segnale da alta a bassa impedenza, cioè rende il segnale più robusto. Il segnale bilanciato, invece, serve a trasportare il segnale su percorsi molto lunghi, anche più di 5 metri, e allora il buffer, con tutta la buona volontà, non riesce a tenere il segnale pulito abbastanza. Si ricorre allora ad una trasformazione: il segnale viene sdoppiato in due; uno dei due viene invertito di fase (cioé fisicamente lo ruotiamo di 180 gradi); e li spediamo attraverso un cavo che ha 3 conduttori: il segnale, il segnale invertito, il ground (la terra, la schermatura). Quando il segnale arriva a destinazione, raddrizziamo la parte che avevamo invertito e la sommiamo all'altra che era rimasta in fase. Cosa capita, quindi? tutti i rumori che il segnale aveva accumulato, quando rimettiamo i segnali insieme, si cancellano, perché sommando due fasi identiche e contrarie queste si cancellano. In questo modo puoi portare il segnale lontanissimo, anche se prende interferenze, all'arrivo, invertendo uno dei due segnali, queste si cancellano. Come vedi la questione è collegata non tanto allo spinotto che usi, quanto ad un tipo diverso di segnale. Se usi un cavo XLR con un segnale non bilanciato, il segnale resta non bilanciato. Quindi un cavo che da un lato ha: un jack mono (tip e ring) anche se termina con uno spinotto XLR (bilanciato) porterà solo e sempre un segnale non bilanciato; se invece il jack è stereo, allora, se lo colleghi ad uno strumento che ha una uscita bilanciata, potrà portare un segnale bilanciato. Quindi se tu hai un cavo jack / xlr non bilanciato vuol dire che una delle uscite dell'Xlr non ha il segnale, non dovrebbe essere attaccata a niente. ora vado a vedermi la terza puntata di GoT. ciau!
  8. Sono curioso di vedere come sarà! soprattutto per sapere dove e come hai integrato l'accordatore...
  9. Sì, sono un grande ammiratore di BJFE e anche di Bearfoot a cascata. Mi sono comprato un tot di transitor al germanio NPN e un po' alla volta me li sto facendo tutti...
  10. Ecco qualche aggiornamento agostano (o agostino ) di pedalanza: Riposizionati gli effetti, aggiunto il Sub'n'up e i due controller per Timeline e Mobius (fatti in casa, con un risultato forse esteticamente non perfetto, ma funzionanti in maniera ottima) alla pedaliera n. 1. New entry agostana, invece, questa. In pratica l'ho costruita intorno a tre Od che mi son piaciuti molto: un JR fatto in casa (e qui inutile spendere parole, tanto lo avete avuto tutti); un Emerald Green Distortion Machine, anche questo fatto in casa, con due transistor al germanio però NPN, quindi niente scazzi di alimentazione ecc., e tantissimo drive e volume; il Fuze della PettyJohn. New entry il Wet serie expanse della Neunaber, a cui tra poco aggiungerò il suo pedale EXP (fatto in casa, anche questo) per avere a disposizione i 4 diversi effetti e le due configurazioni (nonchè i pedali di espressione). Questa non sarà facile come per gli Strymon, servirà un CD4024, perché gli switch del Neunaber non sono solo analogici ma anche logici. Vedremo. Ed infine gli ultimi due arrivati. Il Sonic Titan ha un Lm386n-3, che spinge molto bene ed evita gli artefatti tipici delle distorsioni di integrato; l'altro è un fuzz al germanio, sempre NPN. Violentissimo e con il pot Nature con cui potete andare dai suoni sputacchianti di un bias freddissimo alla distorsione piena di un bias caldo e spinto. Con il pot del volume della chitarra non si ripulisce tanto, piuttosto cambia proprio dimensione sonora e si va da territori da distorsore fino a fuzz molto densi.
  11. credo sia questo! https://www.prostage.eu/guitar-effects/midi-rack-wah.html
  12. Io ho una Blueridge BR-63, che è tipo una Martin 000. L'ho pagata 200 euro usata. Suona bene per il mio livello infimo sull'acustica, è piccola, leggera, ben fatta. Si trovano anche le Recording King, che sono sullo stesso livello. Decenti a un prezzo contenuto. Ah, naturalmente sono di produzione asiatica ma costruite su indicazione di un network americano che le ha volute fatte come le pre-war, o così avevo letto. Ma direi soprattutto il prezzo, e il fatto che se anche come me grattugi, almeno grattugi con gioia.
  13. Bello, ma ci aveva già pensato il buon Matthew di EHX, con il graphic fuzz http://mirosol.kapsi.fi/2015/04/ehx-graphic-fuzz-xo/
  14. Dal mixer, alle casse attive, vai con un segnale bilanciato (Xlr) per evitare rumori, interferenze, hum, ecc. Il segnale bilanciato è fatto apposta per portare segnale su cavi lunghi (ecc.). Non bruci niente se usi un cavo sbilanciato (quello per la chitarra) ma sicuramente il segnale sarà più a rischio di degenerare, di sporcarsi, di perdere presenza, ecc. Se invece colleghi delle casse passive ad un finale con un cavo da chitarra, cioè un cavo di segnale sbilanciato, allora fai il patatrac. Se volessimo essere precisini e sconsigliare il cavo sbilanciato e usarne uno bilanciato, allora, come detto prima, serve un preamplificatore, ad esempio, che trasformi il segnale, o una DI, che prenda il segnale sbilanciato e lo trasformi in bilanciato, per evitare di avere un segnale debole, e soprattutto per entrare nel finale della cassa con un segnale "giusto".