Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 04/09/2024 in Posts

  1. 2 points
    Ecco che al Manzo si è smosso qualcosa dentro e non è per colpa del caffè e della successiva sigaretta
  2. 2 points
  3. 2 points
    Sunset=klon/ts/rat Riverside= amp in a box Il Riverside m'era piaciuto tanto ma quel bel suono del Deco non sono riuscito a trovarlo in nessun altro pedale, ci andava vicino il Secret Preamp di Chase Tone ma con un set di controlli limitati arrivava fino ad un certo punto. Il Deco resta il mio Strymon preferito e quelle modulazioni/echo sono davvero belle, sono riuscito ad utilizzarle anch'io che al massimo uso un tremolo.
  4. 2 points
  5. 2 points
    Io sono abbastanza orgoglioso del mio sd1 mij very scrauso..
  6. 2 points
    seguo, cioè mi capita di guardare ed apprezzare più o meno tutti quelli sopra citati, negli ultimi anni più che pedali ed ampli mi piace chi mi spiega le cose e mi da quel qualcosa in più che mi dia una visione più ampia completa delle cose, mi piace ultimamente mettermi sotto tipo podcast Chitarradisagio, ma mi guardo ed ascolto anche quell'icona hipster di Paul Davids, lo trovo genuino e con un bel modo di spiegare le cose
  7. 2 points
    Io vado con i soliti: Tom Bukovac https://youtube.com/@501chorusecho?si=VCBNX-c9ls2bQHXy Chris Buck https://youtube.com/@ChrisBuckGuitar?si=ymhdQl3HLs0uDuS_ Johan Segeborn https://youtube.com/@JohanSegeborn?si=f_4nd0I9E3kWA4z7 @evol - Royal Mount https://youtube.com/@royalmountguitars6081?si=MbJycrb_FnDmkhfI Pat and Doug https://youtube.com/@DFraserHomes?si=-Rt9b1rtEuSNYO_P A questo punto metto anche il mio, parecchio acerbo, canale Youtube 🤗🤗🤗🤗 https://youtube.com/@mlmusic7571?si=6m9LFuuA_L_3zZAk
  8. 1 point
    esatto forse non ho specificato bene sopra intendevo proprio la situazione di volumi da TV situazione in cui spesso mi trovo e l'ampli è improponibile grazie di aver specificato meglio 😀
  9. 1 point
    Condivido tutto tranne questa parte. Io ho sempre trovato più soddisfacente l'ampli, anche a basso volume, che non un sistema digitale, dove per "basso volume" intendo 75-80dB. Se poi si hanno dei vicini così sensibili o delle pareti così sottili da dover suonare a volumi televisivi, meglio un plugin o modeler. Ci sono situazioni dove i vicini ti suonano anche per un 20W in clean a volume 1, in questi casi è impossibile anche solo immaginare di accendere un amplificatore. @Zado ToneX sostanzialmente è un Kemper ammodernato, ristretto nelle dimensioni, e privato della parte effetti. Funziona coi profili esattamente come il tostapane, che però in ToneX si chiamano "captures". Visto quel che suoni tu potrebbe anche andare bene, non penso fai un uso intensivo di flanger, phaser, harmonizer, rotary, octaver, ecc... Al limite un pedale delay/reverb subito dietro e via.
  10. 1 point
    Allora il tonex non ho esperienze da quello che ho letto sembra un po la risposta al kemper..... sicuramente avrà ottime simulazioni di ampli e forse pure migliori della nux Vedo che ha solo gate e rirverbero se necessiti di altri effetti devi organizzarti di conseguenza E sospetto che anche con il tonex devi lavorare sempre con gli impulsi di cassa (IR) Il fatto del suonare a casa con quei suoni come detto in precedenza non aspettarti il suono che esce da un ampli, hai una simulazione di un suono microfonato Immagina ti ascolti da una spia il tuo cono ripreso con un mic, non ti dara mai la stessa soddisfazione che sentito dal cono diretto la nux ha sicuramente simulazioni migliori della ge200 in quanto è piu nuova e col digitale è il contrario del vintage sempre meglio i prodotti nuovi 😊 Quanto ti piacciano o no solo il tuo orecchio può dirlo dopo prove fatte come si deve! Poi sul suonare a casa c'è anche da dire una cosa dipende dove abiti in certi condomini con vicini rompi scatole un cono da 12 non lo muovi neanche a calci a quei volumi! quindi il suono fa cmq schifo e non respira come dovrebbe, a quel punto potrebbe piacerti di piu una simulazione fatta come si deve!
  11. 1 point
  12. 1 point
    Il problema da ex possessore è come al solito che strymon colora molto il suono anche con il pedale in bypass saturazione bella davvero e slapback davvero notevole ,flanging buono ma nulla di miracoloso
  13. 1 point
    Il Deco credo sia l'unico pedale Strymon ad essermi piaciuto veramente TANTO. Il lato "boost\od" con quella saturazione da tape ricchissima e fluida, secondo me è riuscito al 100%, specialmente messo davanti a un ampli crunch suona più analogico di molti pedali analogici. Concordo con @Giorgè che ci si va più vicini con booster stile Chase Tone o EP-3 preamp ecc, che con un overdrive vero e proprio. Slapback stupendo. Avessero messo la possibilità di aumentare le ripetizioni delle ribattute a 3-4 sarebbe stato perfetto per le mie esigenze e starebbe fisso in pedaliera... ma capisco che si sarebbe discostato dall'idea originale del tape recorder. Inoltre... da un punto di vista commerciale sarebbe stato troppo completo e avrebbe tolto mercato ad altri loro pedali probabilmente.
  14. 1 point
  15. 1 point
  16. 1 point
  17. 1 point
    🤗🤗 Meglio che non ti dica come ho tirato fuori quel suonetto, altrimenti non mi parli più🥲 Ho smanettato ore sulla helix maledetta, poi cambiavo chitarra in continuazione. Alla fine ha vinto la yamaha dei poveri...vabbeh Comunque mi sono concentrato parecchio sul disco, forse non è il migliore tone di Ford. Per i vibrati hai perfettamente ragione, hai parecchia sensibilità. Un po' come dissero ad Armstrong da ragazzino: avrai tempo di vibrare le note quando sarai vecchio
  18. 1 point
    Bravo man, quasi quasi ti segno sul quadernetto dello sticazzi pure a te! PS. Spiegaci come ottieni il saund damboloso. PS 2. Ma perché ti vergogni a strizzolare un po' di più i vibrati?
  19. 1 point
    In ordine JMP 50, Carlsbro 50 Top pre e post cura, confronto fra sansamp originale e riedizione e invece l'ultimo chissà cos'è.
  20. 1 point
    Si, bella tutta la schiera di chitarre, ma non hai una SG! Scherzi a parte, chitarre che ho sempre voluto provare quelle a corpo piccolo, ma il mio suono ideale è una Martin D 28! POI posso passare ad altro! Mi sono dimenticato di chiederti una cosa, tu che come Rocco ne hai provate tante... Ho provato una Martin economica dal nome improponibile CPASQ£WKOSAR e qualcosa, belle pure le entry level ma come hai detto tu lo spacing è davvero importante delle corde. E' ora così mentre prima era più stretto o viceversa? Perchè sulla Cort custom shop ho il problema esattamente opposto, il nut width è veramente piccolino, pure troppo, e passando a quella Martin c'era un'autostrada. Le nuove sono tutte così quindi?
  21. 1 point
  22. 1 point
    Grande Davide! In poche semplici parole hai sintetizzato anche i miei gusti in fatto di pedalame insistituibile: costoso, raro, bello, culattone e che non serve ad un ca##o!
  23. 1 point
    Aphelion: sapete già tutto, unico ed insostituibile. Sputnik: fuzz al germanio con diverse possibilità sonore mantenendo comunque un suono liquido e con molto sustain, ottimo anche con il basso (ci ho fatto un live a luglio e mi è piaciuto molto) Culattone all'ennesima potenza, questo in mio possesso è il numero #01 di 35 in finitura black/red. Saturn V: miglior boost non trasparente mai avuto, usato da solo con il drive al massimo è molto "bluesy" Titan II: fuzz al silicio, silenziosissimo compatto e moderno. Dotato di un led altamente culattone Spacerocket: altro fuzz molto particolare con un suono tutto suo, parecchio aggressivo, tre tipi di clip, verde culattone 44 esemplari in tutto... è stato il primo pedale prodotto da Spaceman. Fondamentalmente non serve ad un cazzo ma è bello Gemini III: pedale costosissimo e difficile da trovare, fuzz sia al germanio che al silicio con possibilità di usarlo sia in singola modalità che miscelato (scegliendo quanto "suona" un transistor rispetto ad un altro). Suono vintage, molto bello, prima serie. Orion: ne abbiamo già parlato, per me miglior reverb a pedale attualmente in giro (soprattutto se lo si mette in diretta nel input) Voyager I: caldo, avvolgente, con tanto volume e diverse features uniche.. sostanzialmente IL tremolo. Blu Navy, 77 pezzi Wow Signal: in basso vi sta scritto Alien Fuzz Comunicator in quanto il nome è inspirato al famoso segnale captato dal SETI nel 1977. Il pedale offre un fuzz al germanio più un oscillatore che ne controlla diversi parametri rendendolo uno strumento atto a sperimentare anche in modo spinto. Anche questo prima serie, abbastanza raro e culattone. Fondamentalmente divertente ma non serve ad un cazzo (again) Atlas III: boost/preamp puro, trasparente, rende al meglio su suoni già increspati in sostanza niente di esoterico ma bello a vedersi
  24. 1 point
    Non so, manca il nuovo Sputnik, colori a cazzo di cane, insomma hai comprato un tanto ar chilo. Aspetto il commento di Cicci.
  25. 1 point
    Dico solo che è stato un piacere... con gli ampli Bogner ho trascorso buona parte della mia storia chitarristica, e ottimizzare la Shiva era stato un mio pallino all'epoca in cui ce l'avevo. Quella di Juanka ha delle caratteristiche diverse dalla mia, ha tutti gli ultimi aggiornamenti e in effetti suona già parecxhio meglio di suo... per curiosità e per capire dove applicare la modifica (anche se in effetti la molla come sempre la curiosità , visto che dopo mezzora avevo già capito come fare la mod anche su questa) mi sono voluto ricavare buona parte del circuito del preamp, ma ne e valsa la pena: il risultato è eccellente, migliore rispetto a come suonava la mia all'epoca per quanto ricordo. I controlli della controreazione e di depth (per quest'ultimo ho scelto il valore che Friedman usa sulla Cantrell signature) completano l'opera, aprendo un ventaglio di suoni "nascosti" e rendendo molto godibile il pulsantino "shift" di serie , che normalmente nessuno usa perché senza le mods al finale, il maggior guadagno e fluidità, e il tone shaping "alla Cantrell" ha poco senso... con le modifiche sia avvicina a territori Ubershall, per chi conosce la bestiola Altra cosa bella è che, disattivando la modifica tramite switch e coi controlli del finale a zero, l'ampli è completamente stock... e fortunatamente, essendo la versione senza riverbero, ho potuto sfruttare dei fori liberi già presenti sullo chassis: sono le modifiche che preferisco, perchè totalmente reversibili e che non intaccano minimamente il valore dell'ampli.
×